mamma-con-bimbo“Il grande impegno dei genitori sta nell’offrire al piccolo nuovo arrivato una guida spirituale, mentale, fisica al massimo delle loro possibilità, tenendo sempre presente che è un’anima individuale qui venuta per guadagnare in esperienza e conoscenza in quella strada che il suo Io superiore le ha tracciato e che ha bisogno di tutta la libertà possibile per svilupparsi senza ostacoli.” Edward Bach da Guarisci te stesso

Il compito dei genitori consiste nel donarsi, nel dare protezione, amare, guidare, senza chiedere nulla in cambio, lasciando che la piccola anima che abbiamo l’onore di accompagnare possa seguire la sua strada. Il nostro scopo è quello di fornire i figli del meglio che siamo in grado di donargli e poi lasciare che siano liberi di procedere nel loro percorso.

Nel cammino delle nostre anime, in questa vita, ci ritroviamo compagni di viaggio dei nostri figli; in questo percorso noi abbiamo il ruolo di guida provvisoria, ma non possiamo sapere se l’anima del nostro piccolo sia più evoluta della nostra, per questo siamo chiamati a svolgere il nostro compito con la massima dedizione, ma anche con profonda umiltà. Ogni giorno che passa ci rendiamo conto di quanto spesso siamo noi ad imparare da loro e allora, forse, appare ancora più chiaro quanto sia inutile e oltremodo dannoso pensare di imporre la nostra mentalità o modellarli a nostra immagine e somiglianza.

In questo processo di autoconsapevolezza i fiori di Bach possono aiutare ogni genitore nel naturale percorso evolutivo della sua Anima e di quella dei suoi figli, nell’affrontare i momenti di cambiamento e di crescita dei nostri piccoli, ma soprattutto nei momenti di difficoltà quando ci sentiamo impotenti di fronte a questo grande compito e sentiamo il peso eccessivo delle responsabilità, quando ci sentiamo arrabbiati, quando siamo tentati di manipolarli per tenerli vicini o di imporre una strada presupponendo di conoscere ciò che è meglio per loro. Ognuno, nel suo cammino,  si può ritrovare in questa ed altre mille situazioni analoghe ed i fiori di Bach possono realmente accompagnare questo percorso perché possa essere  un viaggio di arricchimento, perché le nostre debolezze possano guidarci a ricercare le virtù che ci mancano e ci completano così che i nostri figli saranno naturalmente portati a fare lo stesso. Non ha importanza quale professione o status sociale otterranno nella vita, ma con quale intensità proseguiranno nel loro cammino evolutivo e con quanta pienezza lo vivranno. Aiutiamoli allora a conoscere la vita, le bellezze del mondo, le mille opportunità da cogliere, insegniamo loro,  con l’esempio, la fiducia nel futuro, la gioia di adempiere al proprio scopo nella vita, il rispetto per  ogni anima che incontriamo nel percorso, sia essa un uomo o un animale;  facciamo sperimentare fino in fondo le mille sfumature emotive che la vita ci riserva , immergiamoci in ogni esperienza per uscirne traboccanti di sensazioni, rendiamo la quotidianità un viaggio ricco e appagante.

Secondo Edward Bach la malattia è il risultato di un conflitto tra Anima e personalità  ed una delle maggiori cause di conflitto interiore è data proprio dal non adempiere al proprio compito nel corso della vita. Moltissimi sono i motivi per cui a volte, o molto spesso, si mettono da parte le naturali vocazioni per adattarsi alle altrui esigenze o agli altrui desideri. Occorre cercare di evitare, come genitori, di essere noi i primi a deviare il naturale corso della vita dei nostri piccoli nella speranza di proteggerli o di tenerli attaccati a noi più del necessario;  dovremmo invece cercare di favorire, per quanto possibile, l’allineamento con la loro anima in modo che possano avere fiducia anche quando incontreranno degli ostacoli e determinazione per perseguire il loro percorso personale.

Per il genitore è un compito impegnativo, perché egli stesso in questo percorso imparerà a sua volta moltissimo: l’umiltà di ammettere che non è superiore solo perché adulto, il rispetto per il proprio figlio come persona, l’amore incondizionato e disinteressato. A conti fatti i più grandi insegnamenti li dobbiamo proprio a coloro cui molto spesso ci sentiamo superiori: i nostri figli. Ci potremmo allora rendere conto che tutto sarebbe più naturale e divertente se  ci prendessimo semplicemente per mano e camminassimo insieme in questo viaggio.

https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/05/mamma-con-bimbo.jpg?fit=400%2C262&ssl=1https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/05/mamma-con-bimbo.jpg?resize=150%2C150&ssl=1Shanti ScopignoNaturopatia infantileeducazione,infanzia,naturopatia“Il grande impegno dei genitori sta nell'offrire al piccolo nuovo arrivato una guida spirituale, mentale, fisica al massimo delle loro possibilità, tenendo sempre presente che è un’anima individuale qui venuta per guadagnare in esperienza e conoscenza in quella strada che il suo Io superiore le ha tracciato e che...