gravidanzaLa nausea è una sensazione di disgusto verso i cibi. Di solito precede il vomito, ma non sempre è così.

Quando parliamo di nausea non parliamo di una vera e propria patologia, ma solo di un sintomo tipico di svariate malattie, non sempre facili da individuare.

Comunemente la nausea, in condizioni fisiche normali, può accompagnare le sindromi influenzali, la gravidanza, problemi digestivi, una possibile intossicazione alimentare, ma anche comparire in viaggio, durante gli spostamenti in auto, in nave o in aereo.

Individuare la causa della nausea

Gravidanza e Nausea

Nausea fa rima con gravidanza: nei primi 3 mesi di gestazione, a volte anche per tutti i 9 mesi, i cambiamenti ormonali possono portare a nausea. A volte solo mattutina e a stomaco vuoto, nei casi più gravi durante tutta il giorno.

Sindrome influenzale e Nausea

In questo caso la nausea compare improvvisamente e scompare nell’arco di 24-48 ore, di solito insieme a febbre, spossatezza e vomito

Allergie alimentari e Nausea

La nausea può essere un effetto collaterale di allergie alimentari.

In caso di frequenti attacchi di nausea tieni un diario per 2-4 settimane per osservare eventuali correlazioni tra alimenti e disturbi fisici. Quando la nausea sopraggiunge, rifletti sui pasti assunti nelle ultime 8 – 12 ore.

Intolleranza al lattosio e Nausea

Se non riesci a digerire i derivati del latte o avverti un po’ di nausea dopo averli mangiati, potresti essere intollerante al lattosio.

Chinetosi e Nausea

Alcune persone si sentono male viaggiando in aereo o in macchina.

Pasti eccessivi, troppo grassi e Nausea

La nausea compare in seguito ad eccessi alimentari.

Abuso di alcol

Alcolici, fumo e stupefacenti, come diversi medicinali, portano a nausea. In questi casi è indispensabile il consulto medico per risolvere eventuali dipendenze.

La nausea secondo la visione psicosomatica

Fisicamente,  la nausea può comparire a causa di alimentazione errata, frettolosa o eccessiva, cioè nei confronti di un “qualcosa” che sta entrando e che, entrando dentro di noi nel modo sbagliato, vìola in qualche modo la nostra identità o la mette in discussione.

La nausea rappresenta una sorta di rifiuto nei confronti di ciò che sta entrando dentro di noi, divenendo parte di noi.

La nausea, perciò, può provenire dal cibo che abbiamo mangiato, ma anche dalla presenza di un commensale a noi non gradito a tavola. Oppure, se si pensa alle nausee che vengono andando in auto, barca, in mare, queste rappresentano una mancanza di controllo verso una nuova situazione, la difficoltà di cedere, di andare in una direzione che non abbiamo progettato.

Le nausee della gravidanza possono invece essere interpretate come un momento di transizione, un "rigettare" la vecchia vita per aprirsi a una vita nuova.

Nausea: quando rivolgersi al medico

Se la nausea si accompagna a vomito persistente, perdita inspiegabile di peso, forti dolori allo stomaco, sanguinamento gastro-intestinale, anemia, può essere sintomo di patologie complesse che necessitano l’intervento medico.

Se invece deriva da abuso alimentare occasionale o da sindromi influenzali è possibile utilizzare dei rimedi naturali.

Rimedi naturali contro la nausea

Riposo

Il punto Neiguan è collegato allo stomaco, premere il punto indicato per 10-30 secondi, e fino a 5 minuti, mentre respirate profondamente, può placare la nausea.

In caso di nausea, tenere la testa ferma, evitare luoghi troppo caldi o con odori forti, respirare aria fresca e se possibile cercare di coricarsi.

Digiuno

Se la nausea è molto forte ed è causata in modo altamente probabile da problemi di digestione, tenete lo stomaco a riposo per 1 o 2 pasti.

Impacco freddo

Porre un panno o una spugna in acqua fredda, strizzare e applicare sulla fronte.

Acqua calda

Se il problema è stato l’assunzione di un pasto troppo abbondante, un bicchiere di acqua calda o una limonata calda possono risolvere il problema.

Digitopressione

Il punto Neiguan è collegato allo stomaco, premere il punto indicato per 10-30 secondi, e fino a 5 minuti, mentre respirate profondamente, può placare la nausea. Il punto preciso è circa 3 dita sotto al polso interno.

Esistono in commercio dei braccialetti e apparecchi appositi che agevolano questa pratica.

Zenzero

Utile per calmare le nausee in gravidanza durante un viaggio, per migliorare la digestione, alleviare il dolore muscolare e articolare o guarire da raffreddore o influenza.

In caso di nausea può essere utile mangiare un pezzetto di zenzero fresco (ma anche candito) o assumere un cucchiaino di miele con l’aggiunta di un pizzico di zenzero in polvere può essere utile per placare la nausea in breve tempo.
Per la nausea da viaggio, si consiglia di versare una o due gocce di olio essenziale di zenzero su un fazzoletto, da annusare di tanto in tanto. L'impiego dello zenzero è sconsigliato in gravidanza.
Il limone e la menta aiutano a placare la nausea

Limone 

Alcune persone vengono molto aiutate dal masticare una fetta di limone, o solo dall’odorarla, il suo profumo allevia il senso di nausea, calma lo stomaco e alleviare l’agitazione.

Si può diffondere nell’aria qualche goccia di olio essenziale di limone o versarne una piccola quantità su un fazzoletto, da annusare di tanto in tanto.

Menta

Aiuta la digestione, favorendo la normale attività del fegato e della cistifellea.
Danièle Festy in "La mia Bibbia degli oli essenziali" suggerisce di mettere 2 gocce di olio essenziale di menta piperita su una zolletta di zucchero e di lasciarla sciogliere in bocca.
Può essere utile, come per il limone, l’aromaterapia con olio essenziale di menta oppure il sorseggiare una tisana alla menta.

Pulizia tratto gastro-intestinale

Se la nausea è dovuta ad un’intossicazione alimentare, occorre eliminare le tossine. Tra gli alimenti consigliati troviamo le mele e in generale la frutta fresca e gli ortaggi crudi, come le insalate e le carote. E’ possibile ricorrere a speciali prodotti o gel, per esempio l’acido silicico colloidale, un composto del minerale silicio combinato con ossigeno e acqua. che si lega a organismi patogeni e tossine nel tratto gastrointestinale favorendone la naturale escrezione da parte del colon.

Tisane

Un infuso caldo a base di erbe a piccoli sorsi può aiutare a sentirsi meglio.
Le erbe più indicate per una tisana anti-nausea sono: camomilla, melissa e menta.

Acqua di cottura del riso

Un rimedio della nonna per alleviare il senso di nausea consiste nel bere un po’ d’acqua di cottura del riso lessato, bevete a piccoli sorsi.

Argilla bianca

L’argilla bianca svolge un’importante azione alcalinizzante (antiacida), antivirale e assorbente i liquidi e gas, altrettanto capace di eliminare dall’organismo i rifiuti tossici ingeriti per scorretti regimi alimentari (edulcoranti, metalli pesanti, cibi conservati, OGM, additivi chimici e conservanti).

Contrariamente all’argilla verde, che può causare stitichezza, facilita il transito intestinale.

Mettete acqua in un contenitore e versate un cucchiaio d'argilla bianca per uso interno, mescolate energicamente e lasciate che lavori per otto ore. Quando l'argilla sarà completamente precipitata travasate l'acqua e bevete.
Prodotti utili
Zenzero candito
Biologico
Silicea Gastrointestinale
Gel minerale per i disturbi dell'apparato digerente
Lifemax - Apparecchio per alleviare la nausea
Bracciali agopressione anti-nausea
Limone, olio essenziale bio
Menta essiccata

https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/gravidanza.jpg?fit=500%2C333&ssl=1https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/gravidanza.jpg?resize=150%2C150&ssl=1Redazione BimbonaturaleRimedi naturaliSlidernaturopatia,psicosomatica,rimedi naturaliLa nausea è una sensazione di disgusto verso i cibi. Di solito precede il vomito, ma non sempre è così. Quando parliamo di nausea non parliamo di una vera e propria patologia, ma solo di un sintomo tipico di svariate malattie, non sempre facili da individuare. Comunemente la nausea, in condizioni fisiche...