ciperoSin dai tempi degli Egizi, il valore nutrizionale del Cipero era molto apprezzato.

La parte della pianta utilizzata è l’apparato radicale: piccoli tuberi in cui si concentrano proteine vegetali facilmente digeribili, fibre, molti minerali (anche il ferro), alto contenuto di acidi grassi insaturi, (agente protettivo nelle cardiopatie), Vitamina E, fattore antiossidante che previene l’ossidazione degli acidi grassi polinsaturi.

Assunto sotto forma di macinato o di fiocchi, è facilmente assimilabile e digeribile, gradevole al palato, energetico e tonificante.

Può aiutare nei regimi dimagranti, per l’alto contenuto di fibre da il senso di sazietà e riduce l’appetito.

La concentrazione di fibre protegge e stimola l’intestino attivando la mucosa, aiuta a prevenire la stipsi.

Il Cipero è molto efficace nel favorire il funzionamento del tratto gastro-intestinale dell’apparato digerente, grazie al suo effetto di rigenerazione dall’interno ed è adatto per tutte le età. Esso fornisce le basi per un migliore assorbimento delle sostanze nutritive essenziali e promuove il funzionamento ottimale dello stomaco e del tratto intestinale. Non sono note controindicazioni ed incompatibilità.

Presso l'Istituto tedesco di Nutrizione Umana (DIFE) di Potsdam-Rehbrücke (GER) sono stati eseguiti studi per identificare i microrganismi attivi nel tratto intestinale e in seguito poterne favorire la loro proliferazione in modo mirato. Lo stesso effetto, tuttavia, può semplicemente essere ottenuto mangiando in modo consapevole alimenti ricchi di fibre.

Per tutte queste ragioni non è sorprendente che a metà degli anni ’80, nel corso di uno dei primi “progetti pilota” eseguiti con metodo scientifico sul trattamento dietetico, grazie al Cipero sono stati raggiunti notevoli risultati positivi anche in pazienti con gravi problemi intestinali (Dr. Walther Zimmermann).

I benefici effetti del Cipero

  • Favorisce il legame di sostanze tossiche e scarti del metabolismo, facilitandone l’eliminazione.
  • Fa parte dei rimedi primordiali e rari con una composizione completa, poiché contiene, oltre ad un’ampia gamma di nutrienti primari, anche molti preziosi metaboliti secondari. Tra questi: enzimi, ormoni vegetali come biotina (vitamina B 7 o H), e rutina, un flavonoide che stabilizza vasi sanguigni, tessuti, organi e cellule e, analogamente alla vitamina E, protegge dai radicali liberi.
  • Sostiene il funzionamento della flora intestinale, rafforzando l’azione dei microrganismi simbiotici che aiutano la digestione e contemporaneamente sopprimendo i microrganismi dannosi.
  • La farina naturale di Cipero dolce è una fonte di energia a lunga durata, un cibo per persone di tutte le età. Aiuta a migliorare le prestazioni di lavoro, scuola e sport.
  • Ottimo nelle convalescenze e negli stati di astenia, stanchezza cronica.
  • Poiché la sensazione di fame si riduce significativamente, è anche complementare ad un regime dietetico.
  • L’acido butirrico, prodotto dalle fibre del Cipero svolge una funzione protettiva sulla mucosa intestinale, contro il cancro al colon e al retto. Tuttavia, l’acido butirrico non si assume tramite i grassi, come ci si potrebbe aspettare dal nome. I materiali di partenza sono determinate fibre dietetiche (compreso il cosiddetto amido resistente), in grado di arrivare intatte nel colon ed essere quindi digerite grazie all’azione dei batteri, formando una sostanza protettiva per la mucosa.

Come assumere il Cipero

La farina di cipero può essere assunta a colazione, aggiunta allo yogurt, alla frutta cruda, alla mela a un budino di riso. E’ molto gradevole.

In Spagna e Portogallo si utilizza per preparare l’Orchata de Chufa: una bevanda energetica e rinfrescante.

Per Bibliografie e schede tecniche consiglio di visitare: www.migliobruno.it, www.embio.it

Per avere uno sconto come primo ordine inserire cod. invito 03G02P

Cipero dolce
Muesli croccante al cipero dolce

https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/cipero.jpg?fit=620%2C465&ssl=1https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/cipero.jpg?resize=150%2C150&ssl=1Christine ParisiAlimentazionealimentazioneSin dai tempi degli Egizi, il valore nutrizionale del Cipero era molto apprezzato. La parte della pianta utilizzata è l’apparato radicale: piccoli tuberi in cui si concentrano proteine vegetali facilmente digeribili, fibre, molti minerali (anche il ferro), alto contenuto di acidi grassi insaturi, (agente protettivo nelle cardiopatie), Vitamina E, fattore...