A quale genitore non è capitato di aver timore di non trovare il figlioletto che va avanti e indietro a prendersi l’acqua del mare nella spiaggia affollata?

Oppure vorrebbe essere più tranquillo quando il ragazzino comincia ad essere più autonomo e va in biblioteca o agli allenamenti di calcio da solo?

Il desiderio di noi genitori di poter avere una “guardia del corpo” invisibile è ora finalmente realtà.

Una guardia del corpo invisibile

Creato da una startup tutta italiana Wecare e finalista al Pioneer Festival di Vienna, la nostra piccola guardia del corpo è un braccialetto e si chiama Amyko.

Questo braccialetto assicura la completa tracciabilità e reperibilità del suo indossatore, garantendo la possibilità di contatto immediato nel caso in cui lo avessimo perso di vista o ci fossimo dovuti separare.

AMIKO BRACCIALE
COS’È IL BRACCIALE AMYKO – “Amyco” è un braccialetto NFC (la stessa che si usa per esempio per i pagamenti via smartphone) in gomma termoplastica riciclabile e un design minimal, che permette di portare al polso tutte le informazioni che riteniamo fondamentali: dall’indirizzo di casa, al recapito di una persona di fiducia, dalle informazioni su eventuali allergie ai farmaci che vengono presi regolarmente.

 

bambini
COME FUNZIONA IL BRACCIALE AMYKO – Una volta in possesso del bracciale è sufficiente registrarsi su un cloud privato, creando in pochi clic un account in cui memorizzare in modo protetto le informazioni sulla propria condizione personale e sanitaria (anagrafica, fotografia, gruppo sanguigno, allergie, intolleranze, patologie mediche, dieta, condizione di salute, medico curante, contatti di emergenza). In caso di necessità basta avvicinare il braccialetto a uno smartphone per visualizzare il profilo dell’utente e i contatti dei familiari per gestire la situazione di prima necessità.

 

famiglia
UN BRACCIALE PER TUTTA LA FAMIGLIA – Questo bracciale è una vera e propria evoluzione del servizio “salvavita”: può infatti ricordare la somministrazione di un farmaco a un determinato orario, oppure l’appuntamento per una visita medica dandone contemporaneamente notizia a un parente per un controllo incrociato. In caso di emergenza Amyko può inviare un messaggio in automatico a un familiare: evoluzione 2.0 del servizio di «telesalvavita». E se ci troviamo in una zona senza connessione dati o non c’è a portata di mano uno smart-phone con tecnologia NFC, il servizio direct call ci collega direttamente al numero della persona cara.

Per saperne di più

www.amyco.it

#amyko / #IoViaggioConAmyko


https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/07/bambini-1.jpg?fit=1024%2C629&ssl=1https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/07/bambini-1.jpg?resize=150%2C150&ssl=1Redazione BimbonaturaleSliderinfanziaA quale genitore non è capitato di aver timore di non trovare il figlioletto che va avanti e indietro a prendersi l'acqua del mare nella spiaggia affollata? Oppure vorrebbe essere più tranquillo quando il ragazzino comincia ad essere più autonomo e va in biblioteca o agli allenamenti di calcio da...