Ognuno di noi è intimamente legato a una tipologia di albero, c’è chi si sente più vicino a una forte quercia e chi si sente attratto da un salice piangente o da un pioppo tremulo.

Il test(o reattivo) dell’albero è stato ideato da Emil Jucker, ma elaborato da Karl Koch, il quale pubblicò il suo manuale “Il test dell’albero” nel 1949. per questo il test dell’albero viene chiamato anche “test di Koch”.

Il test dell’albero un test psicologico proiettivo, cioè si basa sull’interpretazione del disegno di un albero, sul quale chi disegna “proietta” se stesso e la propria personalità.

Il test dell’albero di Koch

Koch ritiene che l’immagine dell’albero rappresenti l’immagine dell’essere umano: l’albero, in quanto elemento naturale e “vivente”, permette di proiettare sentimenti e aspetti inconsci della personalità, senza le inibizioni che potrebbero invece accompagnare il disegno della figura umana.

albero
IL TEST DELL’ALBERO – Questo test parte dalla considerazione che quando disegniamo un albero ci rispecchiamo nella sua figura, che è una proiezione di noi stessi e del modo in cui ci rapportiamo agli altri. La forma dell’albero rappresenta il corpo umano, ma anche il modo in cui viviamo la vita, partendo dalle radici, che rappresentano le nostre origini e il nostro istinto, ergendosi nel tronco e sviluppandosi all’esterno attraverso la chioma, che rappresenta il rapporto con l’ambiente esterno e le relazioni sociali.  Il test dell’albero è adatto a tutte le persone di tutte le età, ma è particolarmente usato con i bambini, che attraverso il disegno mostrano quel vissuto interiore altrimenti difficile da sondare.

Come leggere il disegno dell’albero

Se disegnare un albero è abbastanza semplice, comprendere e interpretare in modo corretto il disegno è molto più complicato, per questo una lettura corretta è possibile solo a psicologi e arteterapeuti.

Proviamo qui a semplificare e a dare semplici chiavi di lettura per l’interpretazione del disegno dell’albero.

La collocazione del disegno. Al centro o in parte?

disegno-albero
LA COLLOCAZIONE DELL’ALBERO NEL FOGLIO – La posizione tipica dell’albero è al centro del foglio, sia in orizzontale sia in verticale, per questo ogni scostamento è significativo. L’albero al centro del foglio, dritto e che occupa tutto lo spazio, è segno di sicurezza di sé e di rapporto sereno col contesto di vita. Un albero che occupa principalmente la parte bassa può essere segno di forte attaccamento alle proprie origini ed è abbastanza comune nei bambini, se l’albero fluttua in alto, c’è invece forte bisogno di staccarsi dalla realtà e dal concreto per tendere all’ideale e al sogno. Se l’albero è a sinistra indica una personalità introversa e attaccamento al passato, se è tendenzialmente a destra rappresenta desiderio di azione e affermazione sociale, la persona è proiettata al futuro, a novità e cambiamenti. Se l’albero è in un angolo rappresenta timore verso l’ambiente circostante e scarsa autostima, se occupa tutto lo spazio indica sicurezza di sé, se “straborda” indica una personalità che vuole imporsi sull’ambiente.

Le radici, il legame con famiglia e parte istintuale

albero-radici
LE RADICI DELL’ALBERO – Le radici sono la parte nascosta dell’albero e per questo rappresentano l’inconscio e l’istinto, inoltre ancorano l’albero a terra e lo nutrono e perciò sono simbolo dell‘attaccamento alla famiglia e alle tradizioni. Se le radici non vengono disegnate e nemmeno abbozzate possono rappresentare insicurezza, mancanza di solidità e attaccamento. Se invece le radici sono abbozzate, ma tagliate bruscamente, possono rappresentare un “blocco” nell’approfondire la propria parte inconscia. Radici molto profonde indicano un attaccamento molto forte a famiglia e origini, soprattutto se il tratto con cui vengono disegnate è doppio. Se le radici sono invece appuntite il soggetto può manifestare spinte aggressive. Spesso le radici non vengono esplicitate, ma coperte da un tratto, che indica la terra. Se il tratto è curvo, come se l’albero fosse sulla cima di una collina, il soggetto è alla ricerca di affermazione e autocompiacimento, se invece la linea è obliqua rappresenta instabilità emotiva e precarietà. Le radici appena accennate e coperte dall’erba sono tipiche di soggetti sensibili, che vivono circondati dall’affetto e che hanno avuto un’infanzia serena.

Il tronco, il proprio sé

albero-tronco
IL TRONCO, CARATTERE E MODO DI ESSERE – Un tronco dritto, largo e ben piantato sul terreno indica una personalità solida ed è segnale di carattere robusto e concreto. Un fusto sottile indica invece timidezza, insicurezza e debolezza emotiva: la persona necessita di un sostegno esterno per far fronte ai problemi della vita quotidiana e ai rapporti con gli altri.  Un tronco molto largo in fondo e che si assottiglia in alto è normale per bambini in età scolare, mentre può indicare lieve ritardo o persona molto semplice e pratica se disegnato in età adulta. Se il tronco si piega a destra rappresenta forte desiderio di realizzazione e proiezione verso il futuro, a sinistra timore verso il futuro e attaccamento al passato. La presenza di protuberanze e nodi indicano traumi non ancora risolti, linee ondulate indicano incertezza e confusione emotiva, linee spezzate un carattere alla ricerca di novità, ma incerto. Se il tronco è molto lungo in rapporto alla chioma indica desiderio di apparire, dietro cui si può nascondere fragilità emotiva, se invece il fusto è corto c’è la paura di apparire inadeguato rispetto ai propri ideali e progetti.

La chioma, la relazione con l’ambiente esterno

albero-chioma
LA CHIOMA DELL’ALBERO, L’APERTURA VERSO GLI ALTRI – La chioma dell’albero rappresenta la testa dell’uomo, la sua parte mentale e spirituale, in psicologia il suo super-io. E’ la parte dell’albero che infatti ha più varianti e prospettive. Se la chioma viene disegnata chiusa, ovvero marcata con una linea retta a forma di cerchio o ovale è segnale di chiusura e introspezione: indica una persona che non allaccia facilmente rapporto e tiene per sé opinioni e sentimenti, perché non riesce ancora ad esprimerli. Se la chioma è frastagliata e presenta aperture indica carattere socievole e aperto, la persona non fatica ad avere rapporti sociali è gentile e disponibile, ama scambiare opinioni e progetti. Se la chioma va verso il basso indica poca propensione all’azione e remissività: le aspirazioni della persona cadono prima di realizzarsi. Se la chioma è separata dai rami indica una netta divisione tra il soggetto e gli altri, se invece è scarabocchiata è segnale di impulsività e mancanza di chiarezza sul proprio ruolo sociale. Se la chioma è schiacciata vi è la sensazione di un peso che grava su di essa: il soggetto sente la responsabilità su di sé ed ha timore di non essere all’altezza delle aspettative.  

I rami, i rapporti con gli altri

albero-e-rami
I RAMI, BRACCIA PROTESE VERSO IL CIELO – I rami dell’albero rappresentano le nostre braccia, che si aprono agli altri, si muovono e compiono azioni. Questa parte dell’albero rappresenta la capacità del soggetto di manifestarsi e realizzarsi. I rami disegnati con linee curve e armoniche segnalano una personalità che ha facilità ad entrare in rapporto con gli altri: si tratta di persone affettuose e concilianti. I rami ad angolo retto indica invece stabilità, certezza e fermezza nel rapporto con gli altri, atteggiamento che può a volte essere visto come spigoloso, così come rami troncati possono rappresentare la difficoltà di esprimersi a causa dell’ambiente. Se i rami sono aggrovigliati con linee che si intrecciano e si coprono potrebbe esserci indecisione e contraddizione nelle scelte e nei rapporti: la mente va da una parte e il sentimento dall’altra. Se i rami sono pochi e spogli il soggetto mostra conflittualità con l’ambiente, mentre se i rami sono appuntiti indicano prontezza a “infilzare”, per difesa o affermazione personale. Se i rami sono sottili e leggeri rappresentano sensibilità e timore di prevaricare gli altri e sono tipici di persone che non amano farsi notare. 

La presenza di particolari

 

albero-rami
DETTAGLI RIVELATORI – Se nel disegno, sui rami o sul terreno, sono presenti dei fiori, questo indica una personalità sensibile e attenta all’aspetto estetico: i fiori sul terreno indicano un legame ancora vivo con la famiglia e sui rami desiderio di agire e capacità produttiva. I frutti, immaginati sui rami che rappresentano braccia che agiscono, sono una chiara rappresentazione delle azioni del soggetto, che è individuo attivo, fantasioso e produttivo. Un nido tra i rami è un segnale di sentimento e desiderio di intimità, calore e affetto. L’albero disegnato all’interno di un paesaggio lontano rappresenta la tendenza a fuggire dalla realtà. La presenza del sole accanto all’albero è un simbolo paterno: il soggetto ha bisogno di essere scaldato dalla sua presenza. I funghi sul terreno rappresentano pulsioni sessuali, mentre la casa legata all’albero indica il desiderio di protezione e la ricerca di calore affettivo.
Libri consigliati
Capire mio figlio attraverso i suoi disegni
I test della figura umana, dell'albero, della casa, della famiglia, che rivelano i sentimenti nascosti
Il disegno del bambino in difficoltà
Guida all'interpretazione dei test della figura umana, della famiglia, dell'albero e della casa
Scopri il Tuo Vero Carattere (e Quello di Chi Ti Sta Accanto)
I nuovi test dell'albero rivelano le tue qualità nascoste
E Tu che Albero Sei?
Come interpretare la personalità attraverso il disegno dell'albero
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/11/albero.jpg?fit=1024%2C590&ssl=1https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/11/albero.jpg?resize=150%2C150&ssl=1Redazione BimbonaturaleBenessereSliderinfanzia,psicologiaOgnuno di noi è intimamente legato a una tipologia di albero, c'è chi si sente più vicino a una forte quercia e chi si sente attratto da un salice piangente o da un pioppo tremulo. Il test(o reattivo) dell'albero è stato ideato da Emil Jucker, ma elaborato da Karl Koch, il...