febbre termometroLa febbre è un aumento della temperatura corporea sopra i livelli normali. 

Si possono considerare normali in maniera orientativa da 36,1 a 37,1°C misurati sulla pelle (ascella e inguine); 37-37,5°C in bocca; 37,1-37,6 rettale.

Livelli di poco superiori non sono tuttavia necessariamente indicativi di anormalità, ma possono essere solo gli estremi della variabilità naturale.

Il classico limite dei 37°C può essere inadeguato a definire la febbre se misurata sulla pelle, e lo è sempre quando la si misura in bocca o nel retto.

Come si misura correttamente la febbre

Partendo dal presupposto che pare siano più attendibili i termometri digitali, su dove sia meglio misurarla non c’è unanimità: molti pediatri preferiscono la via rettale fino ai 2 anni e quella ascellare in seguito. Altri pediatri consigliano sempre la via ascellare, per la sua praticità e sicurezza, benché sia leggermente meno attendibile rispetto alle altre sedi di misurazione.

Se si misura la temperatura in bocca o sulla pelle evitare bevande o impacchi troppo caldi o troppo freddi subito prima. Se si misura per via rettale introdurre tutto il bulbo del termometro e non misurarla poco dopo che si siano avute scariche di diarrea, che alzano la temperatura locale.

Le cause della febbre

Nella maggior parte dei casi la febbre si produce così: le cellule incaricate delle difese da infezioni mandano un segnale biochimico al cervello che fa alzare la temperatura corporea.

La temperatura può elevarsi per eccitazione o attività fisica intensa. Per evitare equivoci va misurata in un soggetto a riposo e che non sia appena rientrato da un ambiente freddo.

A cosa serve la febbre

La febbre è uno dei più efficaci meccanismi di difesa che l’organismo mette in atto contro le infezioni.

Contro i microbi (batteri e virus) la febbre è un potente mezzo difensivo, che agisce sia direttamente sia attivando altre importanti difese.

L'aumento della temperatura da 37 a 38°C può provocare una diminuzione della moltiplicazione virale di oltre il 90% e per la maggior parte dei virus un ulteriore aumento può comportare arresto completo della moltiplicazione. Anche i virus più virulenti sono bloccati da temperature superiori ai 39°C che durino sufficientemente a lungo.

Tipi di febbre

Non tutte le febbri sono uguali e,a volte, osservare il suo andamento e la sua manifestazione può fornire indicazioni preziose per capire a cosa è dovuta.

Febbre continua

Se la febbre è alta e continua per tutto il giorno senza grandi cambiamenti (1° di differenza durante la giornata) e perdura per 24/48 ore inalterata può essere segno di infezione urinaria, tifo o polmonite.

FEBBRE CONTINUA BIMBONATURALE
FEBBRE CONTINUA – Se la febbre è alta e continua per tutto il giorno senza grandi cambiamenti (1° di differenza durante la giornata) e perdura per 24/48 ore inalterata può essere segno di infezione urinaria, tifo o polmonite.

Febbre pomeridiana

Se la febbre non è particolarmente alta, si alza soprattutto nel pomeriggio/sera e perdura per giorni (a volte anche 10) la causa potrebbe essere virale.

FEBBRE POMERIDIANA BIMBONATURALE
FEBBRICOLA – Se la febbre non è particolarmente alta, si alza soprattutto nel pomeriggio/sera e perdura per giorni (a volte anche 10) la causa potrebbe essere virale.

Febbre a intermittenza

Quando la febbre è alta, anche sopra i 38°, ma nell’arco della giornata si abbassa molto, per poi risalire nuovamente, può essere la spia di una infezione batterica.

FEBBRE INTERMITTENTE BIMBONATURALE
FEBBRE INTERMITTENTE – Quando la febbre è alta, anche sopra i 38°, ma nell’arco della giornata si abbassa molto, per poi risalire nuovamente, può essere la spia di una infezione batterica.

Febbre periodica

Una febbre che si presenta, anche alta, scompare e si ripresenta dopo 2-3 giorni potrebbe far pensare alla malaria (soprattutto se si è stati in un paese a rischio).

FEBBRE PERIODICA BIMBONATURALE
FEBBRE PERIODICA – Una febbre che si presenta, anche alta, scompare e si ripresenta dopo 2-3 giorni potrebbe far pensare alla malaria (soprattutto se si è stati in un paese a rischio).

Febbre ondulatoria

E’ una febbre che sale lentamente e scende lentamente anche per lunghi periodi: sintomo di malattie come linfoma ( gruppo di tumori del tessuto linfoide) e brucellosi (malattia di origine batterica).

FEBBRE ONDULATORIA BIMBONATURALE
FEBBRE ONDULATORIA – E’ una febbre che sale lentamente e scende lentamente anche per lunghi periodi: sintomo di malattie come linfoma ( gruppo di tumori del tessuto linfoide) e brucellosi (malattia di origine batterica).

Febbre e…

La febbre si accompagna spesso anche ad altri sintomi, che ci possono fornire ulteriori indicazioni.

  • Febbre e mal di denti = probabile ascesso dentario
  • Febbre con dolore toracico, tosse, fiato corto = potrebbe essere polmonite (anche se non sempre la polmonite si accompagna a tosse)
  • Febbre accompagnata dal bisogno di urinare spesso, bruciore o stimolo urgente a urinare = potrebbe essere cistite.
  • Febbre elevata con mal di testa, dolore nucale e porpora (puntini rossi molto piccoli) = disturbi che nel loro insieme potrebbero indicare anche una meningite.
  • Febbre con affaticamento, mal di gola e linfonodi cervicali e ascellari ingrossati = sintomi spia della mononucleosi.
  • Febbre con diarrea ed eventualmente nausea e vomito = sintomi di gastroenterite.
febbre
LA FEBBRE NEI BAMBINI – leggi anche La febbre nei bambini: quali sono le cause, come comportarsi, quando chiamare il pediatra.
 Libri consigliati
Manuale Pratico per Curarsi in Casa
Il pronto intervento naturale per i disturbi più comuni
La Salute del Bambino
Consigli medico-pedagogici
Il Bambino con Febbre

Guida ad uso dei familiari
La Salute del mio Bambino
Riconoscere e curare oltre 150 disturbi
Prodotti utili
Termometro digitale
Tisana di tiglio
Coadiuvante dei processi fisiologici in caso di febbre
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/10/FEBBRE-ONDULATORIA-BIMBONATURALE.jpg?fit=913%2C332https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/10/FEBBRE-ONDULATORIA-BIMBONATURALE.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleBenessereSliderrimedi naturaliLa febbre è un aumento della temperatura corporea sopra i livelli normali.  Si possono considerare normali in maniera orientativa da 36,1 a 37,1°C misurati sulla pelle (ascella e inguine); 37-37,5°C in bocca; 37,1-37,6 rettale. Livelli di poco superiori non sono tuttavia necessariamente indicativi di anormalità, ma possono essere solo gli estremi...