La Stevia Rebaudiana negli ultimi anni è diventata molto famosa per la sua eccezionale qualità di dolcificare in modo naturale, senza nessuna caloria.  Forse in pochi sanno che, oltre a questa caratteristica, vanta altre proprietà, tra cui quella di regolare i livelli di glucosio nel sangue.

La Stevia viene usata da secoli in America meridionale come sostituto dello zucchero, ma negli ultimi anni è possibile trovarla anche in Italia, sotto forma di estratto purissimo (al supermercato), ma anche in forma più grezza, per esempio nei negozi biologici si trova anche stevia purissima di colore scuro.

La Stevia rebaudiana, cos’è e come coltivarla

STEVIA, LA PIANTA – La Stevia rebaudiana Bertoni, chiamata semplicemente Stevia, è una erbacea arbustiva perenne della famiglia dei crisantemi, nativa delle montagne fra Paraguay e Brasile.  Ha foglie verdi di forma oblunga con il bordo leggermente seghettato e fiori molto piccoli di colore bianco. Da sempre usata dai nativi americani per il suo potere dolcificante, è stata fatta conoscere in tutto il mondo dallo scienziato naturalista paraguaiano Antonio Bertoni che nel 1887  ne attesta, per la prima volta, l’uso da parte di tribù indigene e deve il suo nome a Rebaudi, lo scopritore delle sue proprietà edulcoranti (in natura esistono più di 100 specie di Stevia, ma la rebaudiana è quella dal maggior potere dolcificante). Gli indigeni Guaranì la chiamavano Ka’a he’é (erba dolce) e la utilizzavano sia per dolcificare l’amaro tè del Paraguay, il mate, sia per masticarla o per fare impacchi sulla pelle.

 

E’ POSSIBILE COLTIVARE LA STEVIA – Per chi è interessato a coltivarla al fine di provare le sue proprietà direttamente dalla pianta occorre sapere che, benché venga considerata una pianta perenne “rustica” alle nostre latitudini è una pianta che necessita di alcune attenzioni. Solo dalla tarda primavera all’inizio dell’autunno la stevia può essere lasciata all’esterno, ben irrigata ed esposta alla luce, ma nei mesi più freddi è opportuno ritirarla. La maggiore criticità è data dalla quantità d’acqua che questa pianta necessita: è avida di acqua, ma un eccesso provoca marciumi, ed è molto sensibile agli stress idrici. La pianta di Stevia non ha particolari caratteristiche ornamentali, quindi viene coltivata principalmente a scopo aromatico-medicinale.

Stevia rebaudiana, le proprietà

La sua fama è sicuramente dovuta alla straordinaria capacità dolcificante: nella sua forma naturale è circa 10/15 volte più dolce del normale zucchero da tavola, ma nell’estratto la capacità dolcificante arriva ad essere dalle 70 alle 400 volte più forte dello zucchero. Una sola fogliolina fresca sprigiona al palato, dopo qualche istante, una fortissima sensazione dolce, lasciando alla fine un lieve retrogusto di liquirizia.

Questa pianta è da sempre tradizionalmente utilizzata anche per altre proprietà, per esempio è ipoglicemica, antifungina ed ipotensiva, migliora la digestione, attenua l’appetito ed è utilizzata anche per ottime maschere distensive e idratanti per la pelle.

STEVIA, LO ZUCCHERO SENZA CALORIE – I componenti più importanti della pianta sono i glucosidi, che sono da 250 a 400 volte più dolci dello zucchero, hanno il vantaggio di essere non-calorici,  sono completamente solubili in acqua e vengono estratti dalle foglie in modo semplice e naturale. Il corpo umano infatti non metabolizza i glucosidi, per cui l’organismo non assorbe calorie dalla stevia. I suoi punti di forza sono che: non causa diabete, non contiene calorie, non altera il livello di zucchero nel sangue, non ha tossicità (al contrario dei dolcificanti sintetici, come l’aspartame), non avendo zuccheri non provoca carie e placca dentale, non contiene ingredienti artificiali, può essere usata per cucinare. Leggi anche Quanto è nocivo lo zucchero bianco, ecco le alternative salutari

Tra le proprietà della stevia, oltre al potere dolcificante, ricordiamo:

  • Ipoglicemizzante – oltre a non fornire calorie la Stevia sembra in grado di regolare i livelli di zucchero nel sangue.  Scopri di più su Sindrome metabolica e diabete, la prevenzione e le cure naturali
  • Ipotensiva – alcuni studi sperimentali (Phytotherapy Research) hanno dimostrato che la stevia possiede un effetto antipertensivo valutato  in persone con ipertensione di tipo moderato. Ipertensione: cause, lettura psicosomatica, sintomi e rimedi naturali
  • Anti-carie e placca – Tre test condotti dal gruppo di ricerca scientifica della Purdue University hanno dimostrato che lo Stevioside è totalmente compatibile con il fluoruro ed inibisce considerevolmente lo sviluppo della placca, inoltre inibisce inoltre la crescita e la riproduzione di alcuni batteri ed organismi infettivi inclusi i batteri causa di carie dentarie e malattie gengivali. La salute della bocca e dei denti secondo una visione olistica
  • Anti-acne e protettiva della pelle – La stevia ammorbidisce e distende la pelle, riduce la consistenza delle rughe o ne ritarda la formazione ed aiuta a guarire la pelle soprattutto in caso di acne. Acne, quali sono le cause, la lettura psicosomatica e i rimedi naturali
  • Coadiuvante della dieta – la stevia, oltre a non contenere calorie, riduce il desiderio di zuccheri e grassi. La sensazione di fame risulta ridotta quando vengono prese 10/15 gocce di concentrato 20 minuti prima dei pasti.
  • Protettiva del sistema gastro-intestinale – l’assunzione regolare di stevia migliora la digestione e delle funzioni gastrointestinali

Come si trova la Stevia in commercio

  • POLVERE DI STEVIA BIANCA – la polvere di stevia, di colore bianco, è quella che più facilmente si trova in commercio. Questa stevia ha subito, per diventare bianca, diversi processi chimici. L’uso di prodotti chimici nell’estrazione di Stevia è sicuramente contraddittorio, è bene dunque scegliere polvere di stevia biologica. Utilizzo: 1 /2 cucchiaino corrisponde a circa un cucchiaio di zucchero.
  • COMPRESSE DI STEVIA – La polvere di stevia bianca viene compressa, per essere reso più semplice l’utilizzo. Utilizzo: 1 compressa corrisponde a circa un cubetto di zucchero.
  • STEVIA LIQUIDA – si ottiene da estratto di stevia insieme a glicerina vegetale che serve come materia mediante e in più impedisce la ricristalizzazione della stevia. Utilizzo: 3 gocce corrispondono a circa un cubetto di zucchero.
  • POLVERE MACINATA DA FOGLIE DI STEVIA – Questo è un prodotto più grezzo, in quanto deriva direttamente dalle foglie di stevia essiccate e macinate più o meno grossolanamente. Non essendo un estratto ma contenendo tutte le parti delle foglie contiene, oltre ai glucosidi (Stevioside, Rebaudioside ed un Dulcoside) che ne determinano le proprietà dolcificanti, proteine, fibre, carboidrati, ferro, fosforo, calcio, sodio, potassio, magnesio, zinco, rutin (un flavonoide), vitamina A e C ed un olio che contiene a sua volta 53 elementi. I vantaggi sono certamente la completezza nutrizionale, gli svantaggi, il minor potere dolcificante e il gusto molto più forte. Utilizzo: 1 cucchiaino corrisponde a circa un cucchiaio di zucchero.

Stevia, controindicazioni e controversie

Alcuni studi, svolti diversi anni fa, sospettavano una certa cancerogenicità di alcuni componenti. Tuttavia questo non è mai stato provato e dietro a tutto questo c’è il sospetto di una questione di interessi economici. Al giorno d’oggi quindi nessun effetto collaterale sembra sia mai stato trovato sulla Stevia, il che ne fa un dolcificante utilizzabile anche in gravidanza e dai bambini.

Ci sono stati più di 200 studi scientifici condotti, che hanno tutti confermato la sicurezza di Steviolglycosides. In Giappone è stato uno dei dolcificanti alimentari più importanti dal 1970 con una quota di mercato del 25-40%.

Il ricercatore Dr. David Mowrey, a seguito di numerosi studi sulla tossicità della Stevia, sostiene: “Test di sicurezza più elaborati sono stati eseguiti dai giapponesi durante la loro valutazione della stevia come un possibile agente dolcificante. Poche altre sostanze sono risultate altrettanto negative della stevia ai test sulla tossicità. Quasi tutti i test di tossicità sono stati eseguiti sugli estratti di stevia i risultati sono stati sempre negativi. Nessun cambiamento di peso anomalo, nessuna anomalia nelle caratteristiche cellulari, negli enzimi o nei cromosomi, nessun tumore, nessun problema nella gravidanza, nessun effetto indesiderato, né acuto né cronico.”

La commercializzazione della Stevia ed il suo utilizzo in tutti i paesi dell’Europa sono stati ammessi dall’Unione Europea a partire dal 2 dicembre 2011 (Regolamento UE N. 1131/2011 della Commissione dell’11 Novembre 2011).

Libri consigliati
Stevia. Il dolcificante naturale
Stevia. L'alternativa naturale allo zucchero
Una dolce rivoluzione
Stevia - L'alternativa naturale allo zucchero
Prodotti utili
Polvere di stevia
Stevia liquida
Stevia Premium in Polvere
Foglie Essiccate e Macinate di Stevia Rebaudiana Bertoni
Dentifricio alla stevia
Colluttorio alla stevia
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/12/stevia.jpg?fit=960%2C538https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/12/stevia.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleSliderSuperfoodalimentazione,rimedi naturaliLa Stevia Rebaudiana negli ultimi anni è diventata molto famosa per la sua eccezionale qualità di dolcificare in modo naturale, senza nessuna caloria.  Forse in pochi sanno che, oltre a questa caratteristica, vanta altre proprietà, tra cui quella di regolare i livelli di glucosio nel sangue. La Stevia viene usata...