doctor-11Si calcola che in Italia l’81% delle richieste al Pronto Soccorso è un codice verde o bianco e solo l’1% un codice rosso: nell’anno 2014, il pronto Soccorso degli ospedali italiani ha registrato 24 milioni di richieste in più, con un 15% di codici bianchi.

Con 503 milioni di visite in un anno, pare che gli italiani siano sempre più preoccupati per la propria salute e anche se ad aver necessità delle visite sono la minoranza, l’ansia è prevalente.

Dunque siamo diventati improvvisamente ipocondriaci o c’è una qualche spiegazione dietro a questi dati?

Il libro

Secondo Daniela Leveni, coautrice del libro Ipocondria, l’attenzione delle persona allo stato di salute è in aumento e siamo molto più in grado, rispetto al passato, di riconoscere i sintomi di una malattia. Infatti in media ogni giorno sono 6 milioni gli italiani che seguono un programma televisivo sulla salute. Ma almeno il 15-20 per cento della popolazione tende ad avere preoccupazioni eccessive sulla propria salute.

QUANTE VOLTE ANDIAMO DAL DOTTORE
DAL MEDICO GENERICO
VISITE SPECIALISTICHE
ANNO 2005: 212,1 milioni ANNO 2013: 261,2milioni ANNO 2005: 219,9 milioni ANNO 2013: 241,9 milioni

+ 49,1 %

+22 %

Ma tutta questa attenzione per la salute non si traduce poi, nei fatti, in uno stile di vita più sano. E’ come se si volesse essere rassicurati sul proprio stato di salute per continuare a comportarsi esattamente come prima. Sono infatti in calo le prestazioni specialistiche quali, per esempio, il dentista.
I cambiamenti nelle richieste di visite spcialistiche dal 2005 al 2013
ANNO 2005 ANNO 2013
Ortopedico 21,6 milioni 25 milioni
Neurologo 15,1 milioni 20,7 milioni
Pediatra 29,2 milioni 18,3 milioni *
Cardiologo 18,3 milioni 22,8 milioni
Oculista 20,4 milioni 25,9 milioni
Ginecologo 15,1 milioni 20,7 milioni
Odontoiatra 53,3 milioni 37,3 milioni *
Altro 46,9 milioni 71,2 milioni
* IN CALO

Come leggere questi dati

INVENZIONE DELLE MALATTIE

Nel 2002 il British Medical Journal ha identificato oltre 200 “non malattie”, come se ogni volta che vengono creati nuovi farmaci dovessero essere trovate le persone che li comprino. Un’ulteriore ricerca pubblicata da Prescrire, ha rivelato come, in Francia, fossero stati immessi nel mercato 4024 farmaci, 3927 dei quali copia di altri farmaci senza nessun interesse clinico e, a volte, pure dannosi.

EFFETTI DELLA CRISI ECONOMICA

Il calo delle nascite ha portato inevitabilmente ad usufruire sempre meno dei servizi di pediatria, la diminuzione delle visite dentistiche non è probabilmente dato da un aumento della paura del dolore, ma probabilmente come una difficoltà nell’esborso economico.

Un ultimo aspetto da ricordare è che, anche se è vero che probabilmente dal 2005 al 2013 non è cambiato lo stato di salute fisica degli italiani tanto da richiedere un aumento delle visite mediche, sicuramente è peggiorato lo stato di salute mentale: ansia, stress e depressione sono in forte aumento a causa di situazioni economiche difficili e perdita del lavoro.

Libri consigliati
Guarire la malattia che non c'è
La soluzione FastReset®
Il metodo rapido per gestire il cervello emotivo e superare ansie, paure e conflitti nelle relazioni, nello studio e nel lavoro
Ipocondria
Guida per il clinico e manuale per chi soffre del disturbo
Ansia, depressione, attacchi di panico
Scopri l'arte di non amareggiarsi la vita
Penso, dunque mi sento meglio
Esercizi cognitivi per problemi di ansia, depressione, colpa, vergogna e rabbia
Per una concezione psicosomatica dell'ipocondria
Il pensiero bloccato
Prodotti utili
Phytonerv
Favorisce il rilassamento
Reishi bio
Aiuta le difese immunitarie
Essenza di fiori australiani
contro l'ipocondria
Collana quarzo rosa
Con proprietà calmanti
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/doctor-11.jpg?fit=500%2C297https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/doctor-11.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleBenessererimedi naturaliSi calcola che in Italia l'81% delle richieste al Pronto Soccorso è un codice verde o bianco e solo l'1% un codice rosso: nell'anno 2014, il pronto Soccorso degli ospedali italiani ha registrato 24 milioni di richieste in più, con un 15% di codici bianchi. Con 503 milioni di visite...