scuolaMolti genitori sono indecisi sulla scelta da fare soprattutto quando il bambino ha la possibilità di andare a scuola in anticipo sulla sua età.

Al momento in Italia i bambini devono andare a scuola entro l’anno in cui compiono i 6 anni di età.

Un bambino nato nell'anno 2010 dovrà andare a scuola a settembre del 2016, sia che sia nato il 1 gennaio  che il 31 dicembre.

Obblighi e possibilità facoltative

All’obbligo di iscrizione si aggiunge invece una possibilità facoltativa di iscrivere un bambino anticipatamente, se questi compie i 6 anni entro il 30 aprile dell’ anno successivo (vedi decreto legislativo 59/2004, art. 6). Questa è una possibilità che ha la famiglia e la scuola non può opporsi alla scelta nemmeno dopo una eventuale valutazione pedagogica sulla maturità del bambino.

Fino a qualche anno fa esisteva anche la possibilità di ritardare l’accesso ai bambini nati dal 1 settembre al 31 dicembre dell’anno in cui compiono 6 anni, mandandoli di fatto a 7 anni.

La legge oggi richiede invece che questi bambini vadano obbligatoriamente a scuola nell’anno in cui compiono 6 anni e su questo aspetto mi permetto di dissentire con forza. In realtà non si tratta semplicemente di dissenso ed esperienza personale bensì di una valutazione supportata dagli studi più recenti.

Lo sviluppo del bambino: il bambino all’inizio del settimo anno (secondo settennio), la crisi dei 7 anni e la maturità scolare

Lo studio: chi va a scuola a 7 anni avrà più successo nel suo percorso scolastico

Condotto presso l’Institute of Fisical Study, in Inghilterra, questo studio ha emesso il suo verdetto: andare a scuola prima non serve.

scuola bambini
NADARE A SCUOLA PRIMA NON SERVE – Chi comincia la scuola a 6 anni appena compiuti ha maggiori possibilità di ottenere voti cattivi, mentre chi ci va a 6 anni e 7 mesi ha il 17% di probabilità in più di entrare in università prestigiose come Oxford o Cambridge.

Come ponderare la scelta

Aumenta sempre più il numero di bambini che va a scuola prima dei 6 anni: spesso i genitori credono che così facendo facciano “risparmiare” 1 anno, finendo la scuola prima. Oppure ritengono che il bambino sia particolarmente sveglio, o che alla scuola materna si annoi.

Le scuole non possono rifiutare la richiesta di iscrizione, ma occorre fare una scelta ponderata, aiutati e sostenuti dalle insegnanti della scuola dell'infanzia, considerando non solo lo sviluppo cognitivo, ovvero se il bambino sa già leggere e scrivere o è rapido ad imparare, ma anche lo sviluppo socio-affettivo.

Il bambino è in grado di affrontare la frustrazione? Può tollerare l’insuccesso che le prestazioni scolastiche potrebbero causare?

Inoltre è in grado di controllarsi, stare seduto per molte ore al banco? Può reggere la fatica di una giornata? Stare attento per ore intere?

La scelta di mandare i figli a scuola prima nasconde le insicurezze dei genitori, la preoccupazione che i figli possano non riuscire nella vita e andare a scuola 1 anno prima permette di “guadagnare tempo”.

Invece nella mia esperienza ho potuto osservare come i bambini anticipatari facciano fatica, annaspino e dunque evidenzino problemi che in realtà nella vita li rallenteranno.

Oltretutto non va scordato che il gioco libero è alla base  dello sviluppo fisico, mentale e sociale dei bambini, attraverso la creazione di significati, capacità di negoziare e darsi delle regole.

Insomma, varrà la pena rinunciare?

Il bambino che ha paura di andare a scuola, quali sono le cause e come aiutarlo

Libri consigliati
Un'altra scuola è possibile?
Percorsi, esperienze e prospettive educative verso percorsi scolastici in ascolto dei bambini
La scuola steineriana
Un'introduzione
Il mio bambino va a scuola
Il settimo anno. La maturità scolare
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/05/scuola.jpg?fit=240%2C159https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/05/scuola.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleEducazionedidattica,infanzia,psicologia,scuolaMolti genitori sono indecisi sulla scelta da fare soprattutto quando il bambino ha la possibilità di andare a scuola in anticipo sulla sua età. Al momento in Italia i bambini devono andare a scuola entro l'anno in cui compiono i 6 anni di età. Un bambino nato nell'anno 2010 dovrà andare a...