spasmo piloroIl reflusso è un problema molto comune che riguarda i lattanti, ma spesso anche gli adulti. Vediamo cos’è e quali sono i possibili aiuti naturali.

Cos’è il reflusso

Il passaggio del cibo dall’esofago allo stomaco avviene attraverso una valvola, detta cardias, che impedisce il ritorno del cibo dallo stomaco all’esofago.

Ci sono alcuni casi in cui, a causa di un programma sensato di risoluzione biologica, la valvola permette al cibo di tornare indietro con conseguenti bruciori  di stomaco o rigurgito.

Come agiscono i farmaci

I medicinali oggi più prescritti, gli inibitori di pompa protonica e gli antiacidi hanno effetti collaterali anche notevoli.

Gli studi hanno evidenziato i  rischi, soprattutto quando questi presidi vengono usati a tempo indefinito.

La visione naturopatica

Nella visione olistica non riteniamo un caso che avvengano certe cose o che si soffra di certi disturbi.

Il nostro corpo, molto più intelligente di quello che si è sempre pensato, non commette “errori”, ma reagisce in modo sensato a problemi derivanti dalla sfera fisica, psichica, emotiva in modo perfettamente coerente.

In questo senso andrebbe verificato lo stile di vita in senso interiore ed esteriore del soggetto (o del genitore, in caso di bimbi piccoli) per poi facilitare il cambiamento attraverso strategie psicologiche e comportamentali e l’aiuto di rimedi naturali.

stomaco
LO STOMACO – Lo stomaco è un organo con una doppia valenza: accoglie il cibo, lo contiene e lo trattiene e in questo è il suo aspetto femminile, ma insieme scinde e aggredisce quello stesso cibo, per digerirlo e trasformarlo in qualcos’altro e, in questo, ha una valenza maschile.

La componente emotiva del reflusso

Per quel che riguarda invece la componente emotiva, va detto che il reflusso si rinviene spesso in persone ansiose o comunque emotive.

La secrezione acida nello stomaco dipende infatti dall'ipotalamo, molto sensibile agli effetti dello stress.

Ricordiamo quindi che sono utilissimi i rimedi naturali che non devono diventare però dei semplici sostituti dei farmaci classici senza che ci sia un reale cambiamento interiore nel soggetto interessato.

La visione psicosomatica dei disturbi allo stomaco

Lo stomaco è un organo con una doppia valenza: accoglie il cibo, lo contiene e lo trattiene e in questo è il suo aspetto femminile, ma insieme scinde e aggredisce quello stesso cibo, per digerirlo e trasformarlo in qualcos’altro e, in questo, ha una valenza maschile.

Da un punto di vista psicosomatico lo stomaco è il simbolo della nostra capacità di accogliere nutrimento emotivo, legami, affetti, ma anche del luogo ove la materia viene trasformata, ove assistiamo alla morte della materia che rinasce sotto forma di energia.

Uno stomaco che fa male ci parla della nostra sensazione di impotenza rispetto a un’emozione, un “boccone” che abbiamo dovuto mandare giù, ma che rimane lì e non riesce ad essere, appunto, “digerito”.

Attraverso nausea, vomito e reflusso ci liberiamo di qualcosa che riteniamo pericoloso: attuiamo una sorta di "fuga" dal problema, lo buttiamo fuori da noi, invece che affrontarlo e superarlo.

I rimedi naturali

Possono essere impiegati proficuamente i prodotti con proprietà  emollienti e cicatrizzanti, in modo da velocizzare ancor più il riequilibrio della funzionalità delle mucose del digerente. Nella scelta, è comunque meglio evitare le preparazioni con alcol (estratti idroalcolici o tinture madri), per non irritare ulteriormente le mucose, preferendo invece le estrazioni acquose.

Fitoterapia

aloe
ALOE VERA – Grazie alla presenza di steroidi vegetali, lupeolo e sitosterolo, con l’enzima bradichinasi, con il potere cicatrizzante dell’acemannano e quello ricostituente delle vitamine e minerali, combatte con efficacia il problema dell’acidosi e di reflusso.

Molto utilizzati sono la liquirizia, in decotto; l’aloe vera; mirtillo e incenso (Boswellia serrata);

Malva, altea e piantaggine in parti uguali in tisana, macerate a freddo per molte ore;

Camomilla e calendula in  tisana;

Argilla bianca, 1 cucchiaino mescolato a lungo in ½ bicchiere di acqua prima dei pasti;

Fico gemmoderivato;

Acidi grassi essenziali omega 3;

Marbre saccharoide D8;

Sale di Schuessler Natrum sulphuricum D6.

Leggi l'articolo sui rimedi naturali per il reflusso

No a grassi, farmaci e alcolici

Attenzione all’aspetto nutrizionale riducendo grassi e fritti, alcolici, fumo e farmaci antinfiammatori non steroidei (i cosiddetti FANS, tra cui l’aspirina).

Gli alimenti salva-stomaco

Esistono poi alcuni alimenti preziosissimi per i loro benefici effetti cicatrizzanti, quali carota, patata e, soprattutto, cavolo: il succo centrifugato di questi ortaggi (1 bicchiere ¼ d’ora prima dei pasti) funziona in 2 settimane.

Frazionare la quantità quotidiana di cibo in almeno 6 mini-spuntini da consumare nel corso della giornata è utile per tamponare gli acidi e per ridurre la pressione intraddominale.
Libri consigliati

Il reflusso
Conoscerlo per controllarlo. Una guida pratica per tutti
La Malattia da Reflusso Gastroesofageo
Come Porre Fine Al Reflusso Gastroesofageo In Soli 17 Giorni

Prodotti utili

Piano inclinato anti-reflusso
Aloe vera succo biologico

 

https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/spasmo-piloro.jpg?fit=652%2C450https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/spasmo-piloro.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleBenessereSliderpsicologia,psicosomatica,rimedi naturaliIl reflusso è un problema molto comune che riguarda i lattanti, ma spesso anche gli adulti. Vediamo cos'è e quali sono i possibili aiuti naturali. Cos'è il reflusso Il passaggio del cibo dall'esofago allo stomaco avviene attraverso una valvola, detta cardias, che impedisce il ritorno del cibo dallo stomaco all'esofago. Ci sono...