La contraccezione o pianificazione familiare si compone di una serie di metodi o dispositivi utilizzati per prevenire il concepimento o la gravidanza, oltre al fatto che alcuni metodi contraccettivi (come il profilattico) sono in grado di proteggere anche le malattie a trasmissione sessuale.

Una delle scelte preferite dalle donne sembra essere l’assunzione della “pillola” che rientra tra i contraccettivi ormonali. Scopriamo di più su questo metodo, quando è controindicato e quali esami è bene pianificare prima di cominciare l’assunzione.

La pillola anticoncezionale, cos’è e come funziona

La pillola anticoncezionale è presente ormai da circa 50 anni e ad oggi è usata da milioni di donne in tutto il mondo per evitare gravidanze indesiderate.

Tipi di pillola anticoncezionale

pillola-anticoncezionale
TIPI DI PILLOLA – Le pillole in commercio sono di due tipi principali: combinate (contengono sia un estrogeno che un progestinico) o solo progestiniche.

PILLOLE COMBINATE – La maggior parte delle pillole contraccettive si basa sull’associazione di due ormoni: un estrogeno e un  progestinico. Questi due ormoni possono essere combinati tra loro in diversi modi:

  1. Formulazione MONOFASICA – Dose costante di entrambi gli ormoni per tutte le pillole della confezione (tra le monofasiche Yasmin – a base di drospirenone + etinilestradiolo, Diane –  a base di Ciproterone acetato + etinilestradiolo, Arianna – a base di gestodene + etinilestradiolo)
  2. Formulazione BIFASICA –  La dose di estrogeno è mantenuta costante mentre la dose di progesterone aumenta nella seconda metà del ciclo (es. Dueva, Gracial –  a base di Desogestrel + etinilestradiolo)
  3. Formulazione TRIFASICA – La dose dell’estrogeno viene aumentata a metà ciclo per ridurre il flusso ematico da sospensione, mentre la dose del progesterone,  inizialmente bassa,aumenta durante il ciclo (es. Trigynon, Trinordiol – a base di Levonorgestrel + etinilestradiolo, Klaira – a base di dienogest + estradiolo valerato)

PILLOLA PROGESTINICA –  In questo caso il contenuto ormonale è rappresentato dal solo progestinico (es. Cerazette –  a base di desogestrel)

 

 

Come funziona la pillola anticoncezionale

I complessi meccanismi che scatenano l’ovulazione sono, nella donna in età fertile, attivati dall’ipofisi, che, tramite degli ormoni con struttura proteica, stimola le ghiandole periferiche (ovaie, tiroide, surreni e altri tessuti) a lavorare e a produrre gli ormoni necessari al buon funzionamento dell’organismo.

 

ormoni femminili
GLI ORMONI FEMMINILI – GLI ORMONI FEMMINILI – Gli ormoni possono essere visti come dei “messaggeri” che trasmettono informazioni e regolano le funzioni degli organi riproduttivi: gli ormoni femminili: estrogeni e progesterone, prodotti dalle ovaie, sono responsabili della pelosità (pube e ascelle), della crescita del seno e dell’allargamento del bacino. Hanno inoltre una certa influenza sullo sviluppo della struttura ossea, del sistema cardio-vascolare, e del tessuto adiposo. Scopri di più su Come funzionano gli ormoni femminili e come incidono sull’equilibrio psicologico femminile

La pillola anticoncezionale contiene una dose minima di ormoni, sufficienti a indurre l’ipofisi a ritenere che nell’organismo ci sia in corso una attività ovarica e quindi nessun bisogno di stimolazione dei due ormoni Fsh e Lh (gonadotropine).

Quando si sospende l’assunzione o si assumono i confetti non attivi, viene provocata la pseudo mestruazione (pseudo perché non segue l’ovulazione), l’ipofisi viene dunque nuovamente stimolata a lavorare, ma l’assunzione della prima pillola del nuovo ciclo la induce nuovamente al riposo.

Rischi e benefici nell’uso della pillola anticoncezionale

La pillola anticoncezionale è un sistema piuttosto sicuro e molto efficace, se viene assunta con accortezza e regolarità.

A volte la pillola viene utilizzata anche per trarne vantaggi in termini di comodità e salute:

  • Contro cicli irregolari e dolorosi
  • In caso di fibromi o endometriosi
  • In caso di disturbi correlati a squilibri ormonali, per esempio l’acne

I rischi sono:

  • Non protegge da malattie sessualmente trasmissibili
  • Alcuni organi subiscono fortemente l’azione della pillola, per esempio la mammella, sistema circolatorio e linfatico, soprattutto nelle donne considerate a rischio

Controindicazioni all’uso dell pillola

La pillola è sconsigliata:

  • Alle donne che allattano – non devono assumere estroprogestinici, ma pillola di solo progestinico.
  • Alle donne fumatrici che hanno più di 35 anni.
  • In caso di ipertensione e diabete.
  • In caso di storia di trombosi venosa.
  • In caso di malfunzionamento epatico.

Gli esami da fare prima di assumere la pillola

Prima di cominciare ad assumere la pillola è importante eseguire degli esami che possano stabilire il corretto funzionamento dell’organismo: vanno controllati principalmente la funzionalità epatica, renale e della coagulazione (omocisteina, proteina c ed s) il colesterolo e i trigliceridi, la pressione sanguigna.

Questi esami vanno ripetuti 2 volte all’anno per verificare che non vengano alterati dall’uso della pillola.

Pillola anticoncezionale e visione olistica

La scelta perfetta non esiste: la contraccezione è una questione molto intima e personale, che dipende da molti fattori, dal tipo di relazione che si sta vivendo, all’età, alla salute.

Quello che è importante è che la donna, e la coppia, sia informata e consapevole della propria scelta.

Esistono tante fasi nella propria vita e, in base a queste, si potrà sentire più vicino un metodo piuttosto che un altro, così come ogni donna, in alcuni momenti della vita, potrà sentire anche l’esigenza di “prendersi una pausa” dalla propria femminilità.

Sicuramente i contraccettivi ormonali, che pure sono una benedizione in certe fasi della vita, portano questo messaggio del “rinnegare” il proprio essere femmina, a cui viene preferita la comodità di non doversi conoscere e guardare dentro. Ma, si sa, ogni donna deve sentire dentro di sé a che punto è e cosa è meglio per lei, in assenza del giudizio altrui, che siano uomini o altre donne.

Sicuramente l’uso continuativo della pillola può portare, come per l’uso di altri farmaci che bloccano un’attività fisiologia, a un impoverimento del proprio stato energetico, con la conseguenza di stati emozionali anche importanti (per esempio diminuzione della libido, irritabilità, depressione) o aumento di disturbi fisici (per esempio emicrania o vaginite).

 

 

ciclo-luna
IL CICLO DELLA LUNA – Ciclo femminile e ciclo lunare sono sempre stati messi in forte relazione in tutte le culture e fasi storiche: la luna ha un ciclo di 28 giorni, esattamente come quello femminile. Così come possiamo dividere il ciclo della luna in 4 fasi principali, così possiamo fare col ciclo femminile. Scopri di più su Il ciclo mestruale o ciclo della luna, una visione olistica dell’universo femminile
Mestruazioni
La forza di guarigione del ciclo mestruale dal menarca alla menopausa
Controllo Naturale delle Nascite
Una guida pratica alla contraccezione fondata sulla conoscenza dei ritmi e dell'armonia del proprio corpo
ABC per la Donna in Piena Salute
La pillola nuoce gravemente alla salute
Pillola e ormoni: rischio cancro
Tutti i rischi per la propria salute e benessere causati dall'uso della pillola anticoncezionale e della terapia ormonale. (I Semi di Terra Nuova)

 

https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/09/pillola-anticoncezionale.jpg?fit=960%2C640https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/09/pillola-anticoncezionale.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleBenesseredonna,fertilitàLa contraccezione o pianificazione familiare si compone di una serie di metodi o dispositivi utilizzati per prevenire il concepimento o la gravidanza, oltre al fatto che alcuni metodi contraccettivi (come il profilattico) sono in grado di proteggere anche le malattie a trasmissione sessuale. Una delle scelte preferite dalle donne sembra essere l'assunzione della 'pillola'...