oligoelementiSenza gli oligoelementi nessuna forma di esistenza sarebbe possibile. Presenti in tracce in tutta la materia vivente, da essi dipende non solo l’integrità strutturale del corpo, ma anche e soprattutto l’infinito numero di processi chimici, essenziali alla vita, che avvengono ininterrottamente all’interno delle cellule.

Ferro, Calcio, Magnesio, Potassio, Fosforo, Iodio: sono alcuni dei minerali che, insieme alle vitamine, permettono all’organismo di funzionare correttamente.

Cosa sono gli oligoelementi

Gli oligoelementi sono minerali in grado di favorire sia le reazioni enzimatiche che i processi metabolici organici in generale; si tratta cioè di micro-elementi che permettono ai “catalizzatori” delle reazioni chimiche, gli enzimi, di funzionare correttamente.

La parola oligoelemento deriva dal greco "Oligos"che significa "poco": indica che la sua presenza è molto piccola, infinitesimale.

Una ridotta concentrazione degli oligoelementi od una loro diminuita attività comporta malfunzionamento dell’attività enzimatica con conseguenti disturbi che dipendono dall’entità della carenza.

L’oligoterapia

Una prima comprensione dell’esistenza di minerali in tracce risale alla fine dell’ 1800 con Gabriel Bertrand e le sue osservazioni in campo agrario, ma il termine oligoterapia si deve al medico francese Jacques Menétriér, che cominciò a utilizzare negli anni ’30 questo metodo basato sulla somministrazione di oligoelementi in dosi minime.

Grazie al suo lavoro di sperimentazione, osservazione e osservazione durato più di 20 anni, Menétriér arrivò a ideare un sistema terapeutico che si basa sull’uso degli oligoelementi in base alle varie diatesi umane.

La diatesi è uno stato di squilibrio che riguarda sia la sfera psichica che fisica e si manifesta con sintomi similari nei vari individui. Un altro nome che indica lo stesso concetto è "terreno costituzionale" del nostro organismo, ogni terreno è riconducibile a tendenze patologiche specifiche.

Le diatesi in oligoterapia

Menétriér individuò cinque tipi di diatesi:

Diatesi allergica o artritica del Manganese

Come suggerisce la parola questo terreno costituzionale in caso di squilibrio comporta sintomi che vanno da stati allergici a stati artritici.

Tipici di questa diatesi: rinite, prurito, orticaria, eczemi allergici, intolleranze alimentari, artriti dolorose e deformanti, nevralgie.

Diatesi ipostenica o artroinfettiva del Manganese-Rame

In questo caso c’è uno stato di fragilità generale dove viene a mancare la resistenza a sforzi, fisici o intellettuali.

Le patologie correlate sono: eczemi, bronchiti, cistiti , coliti, cicli mestruali poco abbondanti o turbe tiroidee, otite, sinusite, instabilità psicofisica, mancanza di energia.

Diatesi distonica o neuroartritica del Manganese-Cobalto

Siamo in presenza di  un”invecchiamento” della prima e della seconda diatesi, con disturbi che non manifestano più patologie “acute” ma facilmente reversibili, bensì un venir meno della vitalità generale dell’organismo, con possibile compromissione degli organi.

Si manifesta con eczemi, artrosi, stafilococchi, affezioni intestinali e tubercolosi acute. Da un punto di vista psicologico: astenia generale, abulia, desiderio di solitudine e idee suicide.

Diatesi anergica del Rame-Oro-Argento

Diatesi “vecchia”, intendendo la mancanza di vitalità e  capacità di adattamento dell’organismo:  si manifesta con alterazioni dell’intero organismo piuttosto che con patologie localizzate, con generale riduzione di energia e comparsa di malattie di tipo degenerativo.

Disturbi tipici: stanchezza generale, fatica psichica e fisica, calo del desiderio sessuale, perdita della capacità intellettuali, tendenza allo stato depressivo con un generale atteggiamento di rinuncia.

Diatesi della sindrome di adattamento dello Zinco-rame (tipo A) o dello Zinco-Nichel-Cobalto (tipo B)

Non è un vero e proprio terreno costituzionale ma una situazione provocata da uno “stress” che porta alle manifestazioni patologiche delle altre diatesi.

Esempi di patologie correlate a questa diatesi: astenia ciclica, frigidità, impotenze, enuresi e crisi ipoglicemiche.

Il riconoscimento dell’oligo-elemento necessario a riequilibrare il sistema enzimatico dipende proprio dalla possibilità di attribuire la patologia del paziente a una di queste diatesi.

Le diatesi non sono stabili, ma variano, cioè possono evolversi da una diatesi all'altra a seconda dell'età e dello stile di vita. Le diatesi che dipendono dall'invecchiamento possono essere prevenute proprio con l’assunzione degli oligoelementi.

Alcune modalità di utilizzo degli oligoelementi

 Vediamo come utilizzare gli oligoelementi, uniti a prodotti fitoterapici per risolvere alcuni disturbi molto comuni.

Manganese e ribes nero, contro l’allergia

ribes.jpg

Il manganese ha effetto calmante sulle reazioni eccessive dell’organismo, come per es. le crisi allergiche.

Il ribes nero è un cortisonico naturale, perché promuove l’attività della corteccia surrenale e stimola dunque la produzione di cortisolo, che ha azione antinfiammatoria.

Rame e mirtillo, stop alla cistite

mirtillo rosso.jpg

Il rame è un antisettico naturale, che riduce le infiammazioni.

Il mirtillo rosso ha un’azione protettiva sulla vescica.

Le infezioni delle vie urinarie colpiscono spesso adulti e bambini con sintomi quali bisogno frequente di urinare, bruciore e, a volte, febbre. Il rimedio popolare più conosciuto e in uso è il succo di mirtillo e diversi studi ne hanno in effetti evidenziato l’utilità a scopo preventivo.

I ricercatori del Worcester Polytechnic Institute hanno individuato uno dei possibili meccanismo responsabili della sua efficacia. Gli esperti d’oltreoceano hanno testato una bevanda a base di succo di mirtillo che si è rivelata capace di contrastare il batterio E. Coli, uno dei principali responsabili delle infezioni urinarie.

Magnesio e vitamina B6, per un relax assicurato

Il magnesio ha la proprietà di allentare la tensione nervosa e i crampi muscolari, tipici anche della cefalea muscolo-tensiva.

Le vitamine del gruppo B, in particolare la B6, migliorano la salute dei nervi, con un effetto rilassante.

Zinco e Vitamina C, addio stomatite

rosa-canina.jpg

Lo zinco interviene a sostenere il sistema immunitario un po’ depresso. Inoltre è un valido regolatore endocrino.

La vitamina C è immunostimolante, antiossidante e contribuisce alla formazione del collagene, favorendo la cicatrizzazione.

Oro e Tea tree e l’herpes se ne va

L’oro tonifica l’organismo debilitato, stimolando le difese immunitarie.

Il tea tree è un antibiotico naturale, efficace contro virus, batteri e funghi.

Manganese e probiotici, basta raffreddore

Il manganese insieme al rame ripristina il sistema immunitario e i probiotici riequilibrano la flora batterica intestinale.

Se si considera che il 70 % del sistema immunitario è contenuto nell’intestino, con questa precauzione siamo sicuri di proteggerci dai malanni invernali e non.

Bismuto e Echinacea, per dimenticarsi del mal di gola

echinaceaIl bismuto è il miglior antinfiammatorio per tracheiti laringiti, faringiti, etc.

L’echinacea previene e combatte la malattie da raffreddamento di origine batterica e virale.

Libri consigliati
Guida agli Oligoelementi
Una guida semplice e pratica per conoscere gli oligoelementi e i loro impieghi per trattare i problemi e i disturbi più comuni
Oligoelementi e Naturopatia
Manuale pratico di terapia biocatalitica
Prodotti utili
Complesso di vitamina B
Echinacea
Estratto liquido analcolico
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/oligoelementi.jpg?fit=640%2C425https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/oligoelementi.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGli indispensabiliSlidernaturopatia,psicosomatica,rimedi naturaliSenza gli oligoelementi nessuna forma di esistenza sarebbe possibile. Presenti in tracce in tutta la materia vivente, da essi dipende non solo l'integrità strutturale del corpo, ma anche e soprattutto l'infinito numero di processi chimici, essenziali alla vita, che avvengono ininterrottamente all'interno delle cellule. Ferro, Calcio, Magnesio, Potassio, Fosforo, Iodio:...