ogmParliamo spesso di cure naturali e alimentazione, ma non altrettanto della qualità di questi alimenti e erbe medicinali.

La qualità degli alimenti

Quando andiamo ad acquistare le erbe per fare un infuso oppure una zucchina per il brodo vegetale del nostro bambino dobbiamo sapere che non tutti i prodotti si equivalgono: una zucchina OGM, una zucchina convenzionale, una zucchina biologica e una zucchina biodinamica non sono affatto la stessa cosa. Può anche essere che le cure prescritte abbiano scarsa efficacia perché la camomilla, il preparato, il vegetale che abbiamo acquistato non sono di qualità.

Molto si potrebbe dire sui metodi di coltivazione e di conservazione ma oggi vorrei soffermarmi sulla questione OGM – organismi transgenici.

L’agricoltura convenzionale, ovvero chimica, è forse uno degli errori più eclatanti della scienza moderna. Nell’ultimo secolo è stata data un’importanza esagerata alla fertilizzazione chimica trascurando invece quali sono le leggi naturali e divine che sono alla base della fertilità della terra e delle capacità degli alimenti di essere il nostro nutrimento nonché nostra medicina.

“Che gli alimenti siano le vostre medicine, che le vostre medicine siano gli alimenti ” dice Ippocrate

Oggi sembra che non si possa coltivare senza pesticidi o senza fertilizzanti perché le piante non sono in grado naturalmente di reperire i nutrienti e di sopravvivere all’attacco dei parassiti. Ma se le piante non si sono estinte fino ad oggi significa forse che sono in grado di sopravvivere anche in condizioni avverse. Il problema potrebbe essere invece che la nostra terra sta perdendo inesorabilmente la sua fertilità e uno dei motivi principali per cui la sta perdendo è l’azione sconsiderata dell’uomo.

Uno dei padri dell’agricoltura chimica, J. Von Liebig, ha fatto in tempo a pentirsi e nel suo testamento riconosce il suo grande errore.

Confesso volentieri che l’impiego dei concimi chimici era fondato su supposizioni che non esistono nella realtà. Questi concimi dovevano condurre a una rivoluzione totale dell’agricoltura. Il concime di stalla doveva essere completamente abbandonato, e tutte le sostanze minerali asportate dalle coltivazioni dovevano venire rimpiazzate con concimi minerali. Il concime avrebbe permesso di coltivare sullo stesso campo, con continuità e in modo inesauribile, sempre la stessa pianta, il trifoglio, il grano ecc., secondo il piacere e le necessità dell’agricoltore. Avevo peccato contro la saggezza del Creatore e ho ricevuto la giusta punizione.

L’OGM nasce da un errore di base, ovvero l’agricoltura chimica, già ammesso dal suo fondatore, Von Liebig.

Ma l’uomo di oggi pare non sia in grado di sopperire all’errore da cui parte, dunque cosa fa? Mette una pezza sulla pezza, vuole sostituirsi a madre Terra e stabilisce che per sopravvivere meglio la zucchina deve essere una zucchina nella forma ma avere anche una parte di un’altra pianta, che sopravvive alla siccità, per esempio.

Per comprendere meglio Vi lascio alle parole della nostra amica e collega Marina Mariani, agronoma e docente al Politecnico di Milano, che con grande competenza ci spiega cosa significhi OGM, affinché tutti noi possiamo sapere, conoscere e interrogarci. Buona visione.

Libri consigliati
L'Imperatore OGM È Senza Vestiti
Sintesi del rapporto globale di cittadini sullo stato degli OGM
OGM - La Verità Riguarda Anche Te!
Cosa vogliono farci mangiare
Il Mondo Secondo Monsanto
Dalla diossina agli OGM: storia di una multinazionale che vi vuole bene
Gli Additivi Alimentari
di Marina Mariani
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/ogm.jpg?fit=640%2C390https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/ogm.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleAlimentazioneSlideralimentazione,ecologia,vegetarianesimoParliamo spesso di cure naturali e alimentazione, ma non altrettanto della qualità di questi alimenti e erbe medicinali. La qualità degli alimenti Quando andiamo ad acquistare le erbe per fare un infuso oppure una zucchina per il brodo vegetale del nostro bambino dobbiamo sapere che non tutti i prodotti si equivalgono: una zucchina...