Il neem, il suo nome botanico è Azadirachta indica, vanta numerose proprietà medicamentose tanto che in India lo chiamano “la farmacia del villaggio”.

Per secoli gli indiani sono ricorsi a questa pianta per curare dolore, febbre e infezioni. All’inizio di ogni anno molti indù ne mangiano qualche foglia. Inoltre si puliscono i denti con i suoi rametti, curano i disturbi della pelle con il succo ricavato dalle foglie e ne bevono l’infuso come tonico.

Il neem

Il Neem è una pianta sempreverde che può svilupparsi sino a 25 metri ed è capace di produrre piccoli frutti giallastri contenenti uno o più semi, i quali rappresentano la fonte da cui si estraggono i principi attivi utilizzati nel campo cosmetico e dermatologico. È ricco di acido oleico (44,21%), acido linoleico (19,01%) a grassi saturi come l’acido palmitico e stearico.

L’albero di Azadirachta indica è originario dell’ India: negli antichi Veda viene chiamato “Sarva Roga Nirvarini”, cioè albero capace di curare qualsiasi cosa.

E il neem vanta davvero molte proprietà: il suo principio attivo più importante è l’azadirachtina, efficace contro oltre 200 specie di insetti e contro acari, nematodi, funghi, batteri e virus.

neem
COMPOSIZIONE DEL NEEM – Del neem si utilizzano foglie, frutti e fiori: ogni parte di questa pianta è preziosa. Il suo principio attivo, l’azadiractina, gli conferisce proprietà anti-batteriche, anti-fungine e anti-parassitarie.

Le proprietà del neem

Il principio attivo principale del neem è l’azadiractina o azadirachtin A, che è un limonoide con proprietà insetticida, acaricida e nematocida.

Il ricercatore tedesco Heinrich Schmutterer per primo osservò, durante un viaggio in Sudan, che l’unica pianta che rimaneva indenne all’attacco delle locuste era l’albero del Neem. Da qui ebbero inizio i primi studi e furono isolati alcuni composti, tra cui il più importante, appunto l’azadiractina.

Secondo John Conrick, autore di “Neem the ultimate herb” il Neem è efficace quanto un farmaco, senza dare alcuna sensibilizzazione alla pelle con l’uso frequente. E’ coadiuvante nella risoluzione di problemi di psoriasi, herpes, funghi, cicatrizzazione e tiene lontano insetti e zanzare. Inoltre l’olio di Neem è eccezionale contro l’invecchiamento della pelle, grazie ad una naturale idratazione che previene la formazione delle rughe e lascia la pelle ammorbidita.

Ecco le principali proprietà attribuite al neem:

Insettifughe

zanzara tigre
NEEM INSETTIFUGO – Il neem è efficace contro insetti e zanzare: il suo olio applicato sulla pelle la rende molto meno appetibile alle zanzare, che ne stanno alla larga o comunque non riescono a pungerla. Alcuni studi confermano che una miscela di oli vegetali, col 2% di olio di neem evita le punture nel 60-90% dei casi. Inoltre gli ultimi studi confermano che l’olio di neem può essere usato come un larvicida alternativo rispetto ai più tradizionali pesticidi (Awad and Shimaila 2003). Il neem è efficace anche contro i parassiti del cuoio capelluto (come i pidocchi) e gli acari. Inoltre è un formidabile anti-pulci per gli animali e un eccellente antiparassitario per le piante.

Antifungine

frutti neem
NEEM ANTIFUNGINO – Il neem è efficace contro 14 tipi di funghi, soprattutto contro Candida Albicans, Trichophyton e Tigna.

Antibatteriche e antivirali

foglie albero neem
NEEM ANTIBATTERICO E ANTIVIRALE – Il neem è efficace contro salmonella e stafilococco aureo. Il Neem ha dato inoltre ottimi risultati contro l’ Herpes Virus.

Cicatrizzanti e eudermiche

pelle viso donna
NEEM CICATRIZZANTE E EUDERMICO – Il neem contiene buone quantità di vitamina E e di acidi grassi essenziali, vanta dunque proprietà antiossidanti e anti-età . Inoltre contrasta l’irritazione e le lesioni alla pelle provocate da psoriasi, eczemi e acne.

Antinfiammatorie

denti sorriso
NEEM ANTINFIAMMATORIO – Il neem è molto efficace contro le irritazioni e i disturbi alle gengive e contro la piorrea. Inoltre può essere utilizzato per massaggio in caso di artrite, dolori articolari, reumatismi, strappi e contratture muscolari.

 

Neem, le controindicazioni

La tossicità del neem è molto bassa, così che si può ritenere completamente innocuo, sia per l’uomo sia per gli animali e l’ambiente.

Si consiglia in ogni caso di evitarne l’ingestione e di verificare una eventuale allergia con una prova su una piccola parte del corpo, se è la prima volta che lo utilizzate.

Essendo un olio molto attivo è necessario evitarne l’ingestione da parte dei bambini per evitare intossicazioni.

Polvere neem
Foglie essiccate di neem
120 capsule di Neem (Azadirachta indica)
Olio di neem
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/07/neem-olio-1.jpg?fit=300%2C208https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/07/neem-olio-1.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGli indispensabiliSliderrimedi naturaliIl neem, il suo nome botanico è Azadirachta indica, vanta numerose proprietà medicamentose tanto che in India lo chiamano “la farmacia del villaggio”. Per secoli gli indiani sono ricorsi a questa pianta per curare dolore, febbre e infezioni. All’inizio di ogni anno molti indù ne mangiano qualche foglia. Inoltre si...