leggere libro“Amare la lettura attraverso un gesto d’amore: un adulto che legge una storia.”

Con questa frase si apre la presentazione del progetto Nati per leggere, progetto nazionale senza fini di lucro promosso dall’alleanza tra le seguenti associazioni:

  • Associazione Culturale Pediatri
  • Associazione Italiana Biblioteche
  • Centro per la Salute del Bambino

Obiettivi del progetto

Il progetto ha come obiettivo quello di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini in età prescolare tra i 6 mesi ed i 6 anni.

 Nell'avvicinare i piccoli alla lettura non s’intende però un “precoce e inopportuno tentativo di insegnare a leggere” ma significa proporre al bambino l’attività di lettura in modo piacevole, così da renderlo un momento atteso e desiderato.

Sviluppando l’amore per la lettura in tenera età, il bambino diventerà certamente un lettore autonomo perché consolidando l’abitudine a leggere, essa si protrarrà nel corso di tutta la sua vita.

Come leggere ai bambini

Non è necessario essere attori o animatori per leggere una storia ad un bambino, è sufficiente prendere un libro, sedersi vicini e immergersi in un prezioso momento di condivisione con i piccoli;  scopriremo ben presto quanto possa essere divertente, emozionante, commovente viaggiare insieme verso mondi fantastici.

Inizialmente i bambini devono acquisire l’abitudine al momento della lettura e sarà opportuno scegliere dei libri adatti alla loro età che non siano troppo lunghi o difficili, facilmente comprensibili e adatti ad essere maneggiati dai piccoli lettori.

 Sarebbe utile, ad esempio, creare una piccola routine quotidiana, un momento speciale, magari la sera prima di andare a dormire in modo da creare un clima sereno che favorisca, tra l’altro, la fase dell’addormentamento.

Quali libri scegliere

Per aiutare nella selezione dei libri da proporre ai bambini si possono seguire le semplici regole preparate nell’ambito del progetto Nati per leggere, suddivise in base all’età:

Dai 6 mesi

Libri di immagini semplici che facilitano nel bambino l’attivazione del processo di riconoscimento e favoriscono il collegamento fra immagine e oggetto reale

  • Libri di cartone che possano “resistere” al bambino
  • Libri a misura delle sue mani
  • Libri con colori vivaci ma con un numero non eccessivo di immagini per pagina
  • Libri con figure di bambini, visi, oggetti familiari, con immagini semplici
  • Libri con non più di una o due parole per pagina utili al genitore per imbastire una microstoria

Dai 12 mesi

Serie di immagini di oggetti con un nesso tra di loro: favoriscono lo sviluppo di capacità di associazione logica, di connessione fra vari elementi raffigurati in base a fattori contestuali e funzionali

  • Libri ancora di cartone resistenti con storie brevi
  • Libri con poche parole per ogni pagina
  • Figure di bambini che fanno le cose di tutti i giorni: giocare, dormire, mangiare, andare all’asilo nido
  • Libri di animali conosciuti dal bambino che fanno cose semplici (mangiano, corrono, dormono)
  • Libri della buonanotte per andare a letto
  • Libri con rime semplici o testo di facile comprensione

Dai 18 mesi

Riconoscimento di un oggetto e della sua funzione: libri che presentano successive trasformazioni di un oggetto o che presentano un oggetto prima isolato e poi in un contesto.

Protostorie: uno stesso elemento o personaggio è presentato in una successione di situazioni analoghe. Esiste un inizio e una fine: un bambino si prepara per l’asilo nido, ci va, incontra gli amici, gioca, torna a casa.

Dai 24 mesi

Storie brevi: anche qui troviamo un medesimo personaggio che compie diverse azioni, con episodi che però iniziano a susseguirsi in misura più consistente.

  • Dai due anni molti bambini possono maneggiare le pagine di carta
  • Figure brillanti di bambini, animali, oggetti familiari
  • Storie di famiglie, di cibo, di animali, di automobili, di biciclette
  • Storie su fratelli e sorelle, sul farsi degli amici, sull’andare a scuola
  • Storie che ripetono e contengono parole intuibili, ritmi e rime, libri che possono memorizzare
  • Storie sciocche, scherzi, figure comiche

Dai 30 mesi

Storie complesse: caratterizzate da testi con molte sequenze e molti personaggi; vengono affrontati anche temi legati alle emozioni del bambino, ai suoi sentimenti, alle sue fantasie

Dai 4 anni

Belle storie su bambini che gli somigliano e vivono come lui, oppure in ambienti esotici

  • Storie divertenti e semplici
  • Libri con i numeri e libri con l’alfabeto
  • Libri sugli amici e sulla scuola
  • Libri con informazioni sul mondo
  • E, ancora una volta, belle storie, belle illustrazioni

Case editrici per bambini

Qui invece segnalo alcuni editori che amo particolarmente anche se ne esistono moltissimi altri comunque validissimi

  • Babalibri
  • Carthusia edizioni
  • Franco Panini Ragazzi
  • Emme edizioni
  • Topipittori
  • Orecchio Acerbo
  • Fatatrac
  • Sinnos

Una delle cose più importanti è che l’amore per la lettura sia associato in maniera automatica ad un momento che il genitore, il nonno, l’insegnante o qualunque altra figura legata al mondo affettivo del bambino, gli dedica in maniera esclusiva. Trovo che queste premesse di amore, complicità, attenzione e premura siano i mezzi più idonei per aprire ai piccoli il meraviglioso mondo della lettura.

Potrei continuare a parlare per molto tempo citando i diffusi studi scientifici che dimostrano come l’abitudine alla lettura in età precoce aiuti il bambino ad appropriarsi della lingua, a costruire le proprie strutture mentali, a capire i rapporti e le distanze spazio-temporali, nonché un più semplice accesso al mondo della scuola, ma preferisco fermarmi al valore relazionale, morale, emotivo che dovrebbe essere la base di ogni rapporto, specialmente con i bambini.

Quante volte ci sarà successo di dover ripetere decine e decine di volte la stessa favola o di leggere lo stesso libro; questo accade soprattutto perché il bambino avverte che in quel momento la partecipazione dell’adulto è completa e questa grande dedizione si traduce nel bambino in un fondamentale messaggio di sicurezza e protezione, ma soprattutto d’amore.

Fonti: www.natiperleggere.it

https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/leggere-libro.jpg?fit=640%2C423https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/leggere-libro.jpg?resize=150%2C150Shanti ScopignoEducazioneSlidereducazione,infanzia,psicologia“Amare la lettura attraverso un gesto d'amore: un adulto che legge una storia.” Con questa frase si apre la presentazione del progetto Nati per leggere, progetto nazionale senza fini di lucro promosso dall'alleanza tra le seguenti associazioni: Associazione Culturale Pediatri Associazione Italiana Biblioteche Centro per la Salute del Bambino Obiettivi del...