filastrocche agostoIo sono agosto

Io sono agosto e sono il più galante,
asciugo i fossi e taglio le piante:
se non avessi già il campo vangato
sarei da tutti poltrone chiamato.
Porto le more e le notti belle,
a San Lorenzo il pianto di stelle
e per l’Assunta piccioni arrosto,
perdo la rondine il dì di San Rocco.

Io sono agosto

Io son Agosto e acconcio le botti,
giovani e vecchie le acconcio tutte,
e a loro levo tutto il fortore,
fra gli altri mesi sono il migliore.

Agosto

Io sono agosto e sono il più galante,
asciugo i fossi e taglio le piante:
se non avessi già il campo vangato
sarei da tutti poltrone chiamato.
Porto le more e le notti belle,
a San Lorenzo il pianto di stelle
e per l’Assunta piccioni arrosto,
perdo la rondine il dì di San Rocco.

Agosto

Agosto è arrivato
e le ferie ci ha portato
per il mare partirò
o in montagna me ne andrò
voglio solo riposare
e un bel viaggio vado a fare
tutti insieme ce ne andremo
ma chissà se torneremo.
Tutte le filastrocche qui citate restano di proprietà dei rispettivi autori o degli aventi diritto. 
La pubblicazione ha scopo unicamente didattico e non verrà effettuata nessuna operazione di vendita o di tipo editoriale.
Libri consigliati
Filastrocche a volontà
Per mesi, stagioni e grandi occasioni
Prime fiabe e filastrocche
di G. Rodari
Oggi cosa facciamo?
Le attività e i giochi da proporre ai neonati e ai bambini di Serena Rocchi
Le filastrocche
I grandi classici di Richard Scarry
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/05/filastrocche-agosto.jpg?fit=666%2C425https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/05/filastrocche-agosto.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleStrumenti didatticididatticaIo sono agosto Io sono agosto e sono il più galante, asciugo i fossi e taglio le piante: se non avessi già il campo vangato sarei da tutti poltrone chiamato. Porto le more e le notti belle, a San Lorenzo il pianto di stelle e per l’Assunta piccioni arrosto, perdo la rondine il dì di San Rocco. Io...