Il timo è una pianta perenne appartenente al genere Thymus della famiglia delle Labiate. Il timo (volgare) è una pianta alta circa 40 cm ed è molto aromatica.

L’uso del Timo nella storia

Il timo veniva utilizzata ai tempi degli antichi egizi durante il processo di mummificazione. Il timo era ben conosciuto anche ai tempi degli antichi greci, dove veniva impiegato come aggiunta alle vasche da bagno e come incenso nei loro templi. I soldati romani si cospargevano di acqua e timo convinti che questa pianta infondesse coraggio e vigore (il nome timo deriva dal greco e significa “coraggio”).

TIMO –  Nel Medioevo si poneva sotto il cuscino un rametto di timo per tenere lontani gli incubi e le dame erano solite ricamare sulle insegne dei cavalieri delle piante di timo come segno di buon auspicio.

Questa pianta vanta molteplici proprietà, in particolare antisettiche, antispasmodiche, depurative, espettoranti, balsamiche e digestive.

È utile nei casi di tosse, catarri bronchiali, asma. Il timo ha anche proprietà stimolanti dell’apparato digestivo per cui è consigliato nei casi di astenia, stati di debolezza e affaticamento. Il timo, grazie all’azione del timolo, ha proprietà antibatteriche ed antisettiche che sono di gran lunga superiori rispetto ai comuni disinfettanti.

Inoltre è efficace contro le infezioni alle vie urinarie e le infiammazioni dell’apparato respiratorio ed è un ottimo rimedio contro il raffreddore grazie alle sue proprietà balsamiche e fluidificanti. Le caratteristiche aromatiche del timo sembrerebbero utili per contrastare il mal di testa.

La ricerca sul miele di timo

Una ricerca del dipartimento di Chimica, Materiali e Ambiente dell’Università Sapienza di Roma sostiene che il miele migliore per combattere le infezioni della gola e dell’apparato digerente sia quello di timo, insieme ad eucalipto, arancio, limone e melata.

miele timo
MIELE DI TIMO – Il miele di timo e quello di eucalipto hanno la proprietà di interrompere la comunicazione fra batteri, bloccando la formazione delle placche gelatinose (per es. quella dentale) che li rendono resistenti alla disinfezione.

L’uso del timo in erboristeria

TIMO IN ERBORISTERIA – Le proprietà antibatteriche del timo sono ben conosciute in erboristeria e fitoterapia e la tisana di timo è quella infatti più indicata in caso di mal di gola, catarro, influenza.

Come si prepara l’infuso di timo

Mettere in infusione per circa 5 minuti 10 g di fiori e foglie di timo in una tazzina di acqua calda.

Come si prepara il decotto di timo

Bollire in 1/2 litro d’acqua 25 g di foglie e fiori di timo. Togliere il recipiente dal fuoco e lasciare riposare il decotto 10 minuti prima di filtrarlo.

Sono efficaci:

  • Contro disturbi digestivi, nausea, flatulenza, colica, e perdita d’appetito. Bere prima dei pasti un bicchiere.
  • Contro i dolori mestruali, ha un’azione decongestionante. Berne 1 tazza 3-4 volte al giorno.
  • Contro problemi alla pelle, stimola il metabolismo e la funzionalità epatica, è efficace in caso di acne e impurità cutanee. Berne 1 tazza 3 volte al giorno.
  • Per disinfettare la cute, bagnare una garza con infuso di timo tiepido e pulire ferite e escoriazioni.

Il bagno di timo

Secondo la medicina popolare il bagno di timo è efficace contro reumatismi e debolezza nervosa. Versare 2 litri d’acqua molto calda su 2 grandi tazze di timo essiccato, lasciare riposare 20 minuti coprendo con un coperchio, poi filtrare e aggiungere all’acqua per il bagno.

 Olio essenziale di timo

olio essenziale timo
OLIO ESSENZIALE DI TIMO – L’olio essenziale viene estratto dalle sommità fiorite fresche nel giusto tempo balsamico mediante distillazione in corrente di vapore. Il primo prodotto ottenuto dalla distillazione viene chiamato Timo rosso ed è estremamente forte.  Una successiva distillazione rende l’olio meno forte ma anche meno irritante e viene chiamato Timo bianco.

La pianta del timo è associata ai pianeti Mercurio e Venere.

Il suo aroma induce al coraggio interiore, alla sicurezza per le proprie scelte. Indicato per gli incerti e per i confusi.

L’olio essenziale di timo si può utilizzare in caso di:

Raffreddore

Mettere in una bacinella di acqua bollente 3 gocce di olio essenziale di Timo bianco. Coprire la testa con un asciugamano e inspirare per tre minuti, interrompere per due, e ripetere l’operazione per  quattro o cinque volte per due volte al giorno.

Tosse e catarro

Diluire in 1 cucchiaio di olio di germe di grano 2 gocce di olio essenziale. Massaggiare il petto fino a completo assorbimento.

Pediculosi (pidocchi)

20 gocce miscelate con poca acqua e messe in uno spruzzino, spruzzare sui capelli e pettinare con pettinino a denti fitti, mattina e sera.

Capelli grassi

Aggiungere qualche goccia di olio essenziale di timo ad uno shampoo neutro può riportare alla normalità il livello di sebo sulla cute.

Acne e foruncoli

In 300 ml di acqua tiepida mettere 5 o 6 gocce di olio essenziale di Timo bianco e fare impacchi o lavaggi sulla parte interessata con compresse di garza sterile.

Infezioni urinarie

Diluire 2 gocce di olio essenziale di Timo bianco in i cucchiaio di olio di germe di grano. Mescolare e massaggiare delicatamente la zona posta appena sopra la regione pubica fino al totale assorbimento.

Libri consigliati
Ricette e Rimedi con il Timo
Piante aromatiche e medicinali in giardino e in vaso
Prodotti utili
Olio Essenziale Timo Bianco Bio
Timo essiccato bio

https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/05/Thymus-timo.jpg?fit=1024%2C561https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/05/Thymus-timo.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGli indispensabiliSliderrimedi naturaliIl timo è una pianta perenne appartenente al genere Thymus della famiglia delle Labiate. Il timo (volgare) è una pianta alta circa 40 cm ed è molto aromatica. L'uso del Timo nella storia Il timo veniva utilizzata ai tempi degli antichi egizi durante il processo di mummificazione. Il timo era ben conosciuto anche ai tempi degli antichi...