lanterneTerminato il periodo di San Michele entriamo nel vivo della preparazione della Festa delle Lanterne di San Martino, che si tiene la sera di San Martino quando scende il sole (di solito verso le 17.30). Portiamo simbolicamente con noi la luce dell’estate in questo periodo di buio dell’anno.

Il giorno di San Martino, 11 novembre, è circa 40 giorni prima di Natale e segna un po’ l’inizio della Quaresima del Natale. In questo giorno si ricorda San Martino di Tours, nato agli inizi del IV secolo in Ungheria. 

Martino nacque in un avamposto dell’Impero Romano. Il padre, tribuno militare della legione, gli diede il nome di Martino in onore di Marte, il dio della guerra. Ancora bambino, Martino si trasferì coi genitori a Pavia, dove suo padre aveva ricevuto un podere in quanto ormai veterano, ed in quella città trascorse l’infanzia. A dieci anni fuggì di casa per due giorni che trascorse in una chiesa (probabilmente a Pavia). Nel 331 un editto imperiale obbligò tutti i figli di veterani ad arruolarsi nell’esercito romano. Venne reclutato nelle Scholae imperiali, corpo scelto di 5000 unità perfettamente equipaggiate: disponeva quindi di un cavallo e di uno schiavo. Venne inviato in Gallia, presso la città di Amiens, nei pressi del confine, e lì passò la maggior parte della sua vita da soldato. Come soldato Martino eseguiva la ronda di notte e, durante una di queste, avvenne l’episodio che gli cambiò la vita: nel rigido inverno del 335 Martino incontrò un mendicante seminudo. Vedendolo sofferente, tagliò in due il suo mantello militare e lo condivise con il mendicante. La notte seguente vide in sogno Gesù rivestito della metà del suo mantello militare. Udì Gesù dire ai suoi angeli: «Ecco qui Martino, il soldato romano che non è battezzato, egli mi ha vestito». Quando Martino si risvegliò il suo mantello era integro. Il mantello miracoloso venne conservato come reliquia ed entrò a far parte della collezione di reliquie dei re Merovingi dei Franchi.

San Martino di Tours viene ricordato l'11 novembre, sebbene questa non sia la data della sua morte, ma quella della sua sepoltura. Questa data è diventata una festa straordinaria in tutto l'Occidente, grazie alla sua popolare fama di santità e al numero notevole di cristiani che portavano il nome di Martino.

L’11 novembre i bambini delle Fiandre e delle aree cattoliche della Germania e dell’Austria, nonché dell’Alto Adige, partecipano a una processione di lanterne, ricordando la fiaccolata in barca che accompagnò il corpo del santo a Tours.

In Italia il culto del Santo è legato alla cosiddetta estate di san Martino la quale si manifesta, in senso meteorologico, all’inizio di novembre e dà luogo ad alcune tradizionali feste popolari.

In molte regioni d’Italia l’11 novembre è simbolicamente associato alla maturazione del vino nuovo (da qui il proverbio “A San Martino ogni mosto diventa vino”) ed è un’occasione di ritrovo e festeggiamenti nei quali si brinda, appunto, stappando il vino appena maturato e accompagnato da castagne o caldarroste.

Nel nord Italia, specialmente nelle aree agricole, fino a non molti anni fa tutti i contratti (di lavoro ma anche di affitto, mezzadria, ecc) avevano inizio (e fine) l’11 novembre, data scelta in quanto i lavori nei campi erano già terminati senza però che fosse già arrivato l’inverno. Per questo, scaduti i contratti, chi aveva una casa in uso la doveva lasciare libera proprio l’11 novembre e non era inusuale, in quei giorni, imbattersi in carri strapieni di ogni masserizia che si spostavano da un podere all’altro, facendo “San Martino”, nome popolare, proprio per questo motivo, del trasloco. Ancora oggi in molti dialetti e modi di dire del nord “fare San Martino” mantiene il significato di traslocare.

lanterne1
LA LANTERNATA DI SAN MARTINO – Nelle scuole Waldorf la lanternata è una grande tradizione, già da settimane prima i bambini lavorano con la maestra alla preparazione della loro lanterna e il giorno di San Martino, al calare del sole, si prende tutti parte alla lanternata, accompagnati dalla luce delle lanterne e dai canti tradizionali. (che trovate sotto in mp3).
lanterna immagine
San Martino, come costruire la lanterna

Canzoni per la lanternata di San Martino, spartiti e mp3

IO VADO CON LA LANTERNA

 Io vado con la lanterna, la porto sempre con me. Nel cielo splende una stella e qui lei arde per me.
La luce poi si spegnerà, rabimbe rabambe rabum
la luce poi si spegnerà, su bimbi a casa torniam.

Io vado con la lanterna spartito

Io vado con la lanterna mp3:

LANTERNE

Lanterne, lanterne, sole, luna e stelle
date luce a noi, date luce a noi
questa luce nel mondo vogliamo portar.

lanterne lanterne spartito

Lanterne mp3:

 NELL’AMPIO CIEL LE STELLE

 Nell’ampio ciel le stelle, salutan le lanterne; e lieto io che son piccin, saluto con il mio lumin.
Io amo voi mie stelle, nel ciel tutte sorelle, la luce mia risplenderà
ovunque il ciel mi condurrà.

Nell ampio-ciel-le-stelle-spartito

Nell’ampio ciel le stelle mp3:

SAN MARTINO CAVALIERE

 San Martino, cavaliere, ti ringrazio per la luce, che per strada mi conduce, e mi illumina il cammin.

San-Martino-cavaliere-spartito bimbonaturale

San Martino cavaliere, mp3:

LANTERNA CHE BRILLI

Lanterna che brilli nella notte scura,

dimmi dove andar, dimmi dove andar,

senza luce nel buio non posso andar.

Lanterna che brilli spartito bimbonaturale

Lanterna che brilli, mp3:

MARTIN CAVALCA NELL’OSCURITÀ

Martin cavalca nell’oscurità,
freddo il vento che paura fa;
curvo là un vecchio egli ved’arrancar,
e sulla candida neve gelar;
lucente spada nel pugno afferrò,
il cavalier in due pezzi tagliò
purpureo manto da cima ai piè,
uno al vecchietto in dono lo diè;
oh, possa anch’io percepir nel mio cuor,
di un uomo fratello il suo cupo dolor
e le mie mani solerti adoprar,
gioia e sollievo dovunque a portar.

Martin calvalca nell'oscurità - spartito bimbonaturale

Martin cavalca nell’oscurità, mp3:

A questo link trovate canti e spartiti in lingua tedesca

Tutti i canti qui citati restano di proprietà dei rispettivi autori o degli aventi diritto. 
La pubblicazione ha scopo unicamente didattico e non verrà effettuata nessuna operazione di vendita o di tipo editoriale.
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/10/lanterne.png?fit=640%2C410https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/10/lanterne.png?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleSliderStrumenti didatticididatticaTerminato il periodo di San Michele entriamo nel vivo della preparazione della Festa delle Lanterne di San Martino, che si tiene la sera di San Martino quando scende il sole (di solito verso le 17.30). Portiamo simbolicamente con noi la luce dell'estate in questo periodo di buio dell'anno. Il giorno...