bambino e sporcoUn tempo era normale che i bambini avessero le mani sporche, le unghie un po’ nere, giocassero per terra, in mezzo ai campi e alla polvere e si lavassero le mani giusto prima di andare a tavola. E, se cadeva un maccherone per terra, una pulita e via! Lo si mangiava lo stesso.

Per alcune mamme di oggi, invece, il bambino deve essere lindo come appena uscito dalla vasca da bagno in ogni momento della giornata: non si gioca per terra, non ci si sporca, non si raccoglie niente dal pavimento…

Schiere di mamme armate di disinfettante paladine del pulito e nemiche di germi e batteri: secondo gli esperti cresce sempre più nel nostro paese l’esercito delle mamme fissate con l’igiene, che vogliono pavimenti asettici per il bimbo che gattona, hanno il disinfettante per le mani sempre pronto in borsetta, sterilizzano tutto ciò che può entrare in contatto col bambino dai giochi, al biberon.

Troppa igiene e crescono le malattie autoimmuni

Innanzitutto è bene sapere che i prodotti disinfettanti non sono poi così innocui come si è portati a credere: contengono cloro e altre sostanze che possono provocare irritazione e allergie.

Ma non solo: negli ultimi anni c’è stata una forte crescita della malattie cosiddette “autoimmuni”, provocate cioè da un sistema immunitario che non funziona bene.

Il sistema immunitario si basa sulla capacità di riconoscere ciò che è estraneo all’organismo, sia che si tratti di virus, batteri, funghi, ma anche di cellule proprie che vengano riconosciute come non funzionanti a dovere. Il sistema di difesa si sviluppa, dalla nascita in poi, di pari passo con la crescita dell’organismo e “impara” a riconoscerne i tessuti classificandoli come propri. Nel caso delle malattie autoimmuni, il sistema immunitario non è più in grado di riconoscere le proprie cellule e i propri tessuti e perciò li aggredisce.

Il sistema immunitario si forma e si sviluppa in tenera età e germi e batteri sono fondamentali affinché questo sviluppo avvenga correttamente. L’ambiente in cui viviamo non è sterile, il latte dal seno della mamma non è sterile e dunque non è necessario sterilizzare biberon e succhiotti ad ogni uso. E’ sufficiente farli bollire in acqua una volta alla settimana.

probiotici
PROBIOTICI – I batteri buoni aiutano il nostro sistema immunitario a funzionare bene: l’assunzione di probiotici per esempio riduce l’insorgenza delle allergie.

Troppa pulizia fa male anche alla psiche

Una mamma che imponga troppi divieti per evitare che il figlio si possa sporcare o contaminare compromette la costruzione di un sano rapporto del bambino col mondo esterno.

Un bambino che non può liberamente muoversi e esplorare l’ambiente in cui vive e gli ambienti a lui nuovi crescerà avendo sempre paura di ciò che gli è sconosciuto, non sarà spronato e stimolato alla curiosità, all’esplorazione e alla sana curiosità.

Fino ad arrivare alla patologia: l’ossessione per la pulizia e la paura dello sporco possono diventare una vera e propria fobia, che impedisce un sano rapporto col mondo esterno.

Pulizia e salute, le regole per stare bene

igiene e pulizia bimbonaturale
IGIENE E PULIZIA – Lavarsi le mani è utile perché, per mezzo di esse, possiamo venire in contatto con infezioni trasmesse dal contatto con altre persone, alimenti o oggetti. L’igiene è una buona prassi, senza esagerare!

bagnetto bambino
Scopri le regole anche per una corretta igiene intima del bambino nel nostro articolo L’igiene intima dei bambini, come praticarla nel modo corretto

Gli studi lo confermano:  lavarsi troppo non fa bene

Troppa pulizia rende allergici

La conferma arriva da uno studio dell’Università del Michigan, che ha analizzato dati raccolti tra il 2003 e il 2006 su un campione di popolazione dai 6 anni in su. I ricercatori hanno così scoperto che in percentuale chi aveva livelli più alti di triclosan tra i minori di 18 anni tendeva a sviluppare maggiormente allergie di ogni specie e anche riniti allergiche. Così come la stessa ricerca ha evidenziato un legame tra i livelli più alti di esposizione al bisfenolo-A (sostanza utilizzata nelle plastiche tra cui anche prodotti per neonati e bambini) nella popolazione adulta e un calo delle difese immunitarie.

Questa ricerca si aggiunge dunque alle molte altre che che collegano ambienti troppo puliti e privi di germi all’aumentare delle allergie, come conferma anche la ricercatrice Allison Aiello: «Le scoperte sul triclosan nella popolazione più giovane supporta l’ipotesi igienica e insegna che vivere in ambienti molto puliti e igienizzati influisce sull’esposizione ai micro-organismi che sono invece benefici per lo sviluppo di un corretto sistema immunitario».

I bambini troppo puliti e disinfettati soffrono di più di malattie auto-immuni

Uno studio nato dalla collaborazione tra ricercatori della università finlandese di Aalto, di Harvard, dell’Università di Helsinki, e altre, che partecipano al gruppo di studio internazionale Diabimmune, ha valutato il microbioma intestinali di diversi gruppi di bambini, appartenenti a diversi Stati europei.

Il risultato delle osservazioni ha portato a osservare come il microbioma intestinale delle popolazioni occidentali stia cambiando a causa dell’eccessiva pulizia e disinfezione: invece dei bifidobatteri, presenti nel nostro tratto intestinale da millenni, stanno prendendo piede i batterioidi, che non solo non sono in grado di attivare il sistema immunitario, ma diminuiscono anche la capacità di stimolazione di altri batteri della comunità del microbioma intestinale.

Il microbioma della popolazione di bambini occidentali è poco ricco di bifidobatteri, che si sviluppano grazie all’esposizione  a germi patogeni nei primi anni di vita, con un conseguente ridotto sviluppo e maturazione del sistema immunitario.

Puliti sì, ma non troppo disinfettati!

prodotti pulizia
«Le scoperte sul triclosan nella popolazione più giovane supporta l’ipotesi igienica e insegna che vivere in ambienti molto puliti e igienizzati influisce sull’esposizione ai micro-organismi che sono invece benefici per lo sviluppo di un corretto sistema immunitario».

 

em
MICRORGANISMI EFFETTIVI – Da tempo l’idea di igiene in casa si orienta sull’ideale della sterilità. Oggi è invece noto che l’igiene si basa invece sulla creazione di un ambiente microbico equilibrato. I germi patogeni costituiscono solo una piccola parte dell’intera microfauna batterica e diventano aggressivi solo nel caso in cui i microbi “buoni” non riescano più a tenerli sotto controllo. Questo pericolo però si affaccia proprio qualora l’equilibrio presente nell’ambiente venga disturbato dall’utilizzo di disinfettanti. Scopri di più sul nostro articolo EM cosa sono i micro-organismi efficaci, a cosa servono e come si usano.

I parassiti intestinali nei bambini: i sintomi possono essere anche comportamentali, come ad esempio l’iperattività. Scopriamo i parassiti più comuni, i sintomi e come proteggerci dal contagio

 Libri consigliati
Igiene e cosmesi naturali
Idee e ricette per il bambino, la famiglia e la casa
La salute del bambino
Consigli medico-pedagogici
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/bambino-e-sporco.jpg?fit=640%2C426https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/bambino-e-sporco.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleSliderSviluppo infantileinfanzia,naturopatia,psicologiaUn tempo era normale che i bambini avessero le mani sporche, le unghie un po' nere, giocassero per terra, in mezzo ai campi e alla polvere e si lavassero le mani giusto prima di andare a tavola. E, se cadeva un maccherone per terra, una pulita e via! Lo...