soiaSe si decide di fare a meno di tutti i prodotti di origine animale e dunque diventare vegani, oppure semplicemente cercare di ridurre l’apporto di grassi animali o magari anche solo perché riteniamo ci faccia bene, passiamo a nutrirci di prodotti a base di soia.

Arnold Ehret dice che la soia non è un alimento adeguato per il corpo umano, in quanto contiene troppe proteine ed inoltre contiene anche svariate sostanze che sono addirittura dannose.
Altri invece sostengono che i fagioli di soia contengono un ampio spettro di nutrienti preziosi e sono una fonte eccellente di proteine. Le evidenze scientifiche dimostrano che le proteine della soia abbassano il colesterolo e proteggono dalle malattie cardiovascolari. I cibi a base di soia proteggono dal diabete, dalle vampate di calore della menopausa e da alcuni tipi di cancro. Ci sono buone evidenze che mangiare soia nell’adolescenza e nell’età adulta diminuisca il rischio di cancro al seno. Scoperte più recenti hanno mostrato che questo effetto protettivo della soia vale anche per le donne cui è già stato diagnosticato il cancro al seno. I cibi a base di soia possono inoltre aumentare la salute dell’osso e le capacità cognitive in alcune persone.
Insomma, la soia fa bene o fa male?

La soia, cos’è

soia piantaLa soia fa parte della categoria delle leguminose, il suo nome botanico è Glycine max, ed è una pianta cespugliosa, a fusto eretto, i cui frutti sono dei baccelli che contengono, ciascuno 5-6 semi giallastri.

La pianta è originaria dell’estremo oriente e la sua coltivazione risale a tempi molto antichi in Cina (circa 5000 anni fa), mentre la sua diffusione in Occidente risale al ‘800-‘900.

Questa pianta è tra le più coltivate al mondo, dato che viene utilizzata sia come alimento per l’uomo sia come mangime per gli animali da allevamento.

La parte utilizzata a scopo alimentare sono i semi, che da un punto di vista nutrizionale, hanno un’ottima componente proteica e lipidica: la soia è costituita infatti da una elevata quantità di proteine (36,9%) e di lipidi (18.1%).

Nella soia si trova anche una buona quota di fibra ed una discreta presenza di sali minerali (potassio, ferro, calcio, fosforo e zinco) e di tiamina (vitamina B1).

Praticamente la soia possiede l’equivalente nutrizionale di carne, uova e caseina per la crescita umana e la salute.

La soia può far male?

Soia e sostanze antinutrizionali

Alcuni detrattori sosterrebbero che la soia non sia un alimento adatto all’alimentazione umana.

Infatti in questo legume sono contenute basse percentuali di estrogeni, ureasi, gozzigeni, fitati, saponine, lectine, inibitori di proteasi e fattori allergici, tutte sostanze che vengono definite “antinutrizionali“.

Soia OGM

La soia OGM rappresenta l’87% della soia coltivata negli Stati Uniti e il 60% a livello globale (dato del 2005). Recentemente la ricerca americana è andata avanti con la profilazione di una seconda generazione di soia Round up, che garantisce una produttività del 4-7% superiore alle altre varietà di soia ed è resistente appunto al glifosate (Roundup è il nome commerciale) un diserbante totale.

Soia cruda

La soia cruda, germogli immaturi inclusi, è tossica per tutti gli esseri viventi monogastrici (quando lo stomaco presenta una sola sacca).

La soia, per essere utilizzata come alimento deve essere cotta o fermentata in modo adeguato a scomporre gli inibitori della tripsina – enzima, appartenente alla classe delle idrolasi – (inibitori della serin-proteasi).

La soia, benefica soprattutto se fermentata

La soia utilizzata nelle culture orientali fin dall’antichità è un alimento benefico a patto che venga trattata nel modo corretto.

Al di là di un metodo di coltivazione adeguato (la soia è una pianta “spazzina”, cioè incorpora tutti i metalli pesanti e le sostanze nocive presenti nel terreno) la soia può esssere proficuamente utilizzata a scopo alimentare solo se trattata con attenzione.

La soia FERMENTATA

La soia fermentata a lungo:

1) Riduce notevolmente la quantità di antinutrienti che non fanno bene al nostro corpo;
2) Se non geneticamente modificata è una ricchissima fonte di vitamina K2;
3) Presenta delle importanti proprietà digestive.

salsa di soia
ALIMENTI A BASE DI SOIA FERMENTATA – Gli alimenti a base di soia lungamente fermentata, che fanno parte della tradizione macrobiotica e sono perciò benefici per  l’organismo sono: Tempeh: Cibo che deriva dalla fermentazione dei semi di soia – Miso: è un condimento usato per insaporire le zuppe e le salse – Natto: alimento derivato dalla fermentazione dei fagioli di soia – Salsa di soia originale: tradizionalmente fatta dalla fermentazione della soia con sale ed enzimi, bisogna fare attenzione perché spesso quelle commercializzate sono realizzate artificialmente con l’aggiunta di additivi ed edulcoranti.

Soia, i difetti

Ecco alcuni difetti della soia:

  • La soia contiene diversi antinutrienti, tra i quali le saponine, i fitati, tossine etc.
  • I fitati si legano ai metalli e non permettono l’assorbimento da parte del corpo dei sali minerali.
  • La soia contiene una sostanza, la emoagglutinina, che provoca la formazione di agglomerati di globuli rossi, che diventano così meno efficaci nell’assorbire e trasportare ossigeno.
  • La soia contiene fitoestrogeni, composti vegetali simili agli estrogeni umani, può dunque interferire con l’equilibrio ormonale dell’organismo.
  • La soia interferisce con le funzionalità della tiroide.
  • Il 91% della soia risulta essere geneticamente modificata.
soia fagioli
SOIA – La maggior parte della soia e dei suoi derivati che si trovano in commercio, come il latte-yogurt-formaggio di soia o il tofu, purtroppo non viene fermentata o è per lo più geneticamente modificata e lavorata chimicamente, questo la rende un cibo non salutare e nutriente come si pensa.

Soia, le proprietà

Apparato cardio-circolatorio

Nella soia è presente la lunasina, un peptide che si ritiene possa prevenire cancro, colesterolo, infiammazioni croniche e tutte quelle malattie correlate all’apparato cardio-circolatorio.

Cancro al seno

Moderate assunzioni di soia sembrerebbero abbassare il rischio di ammalarsi di cancro al seno.

“Studies in humans have not shown harm from eating soy foods. Moderate consumption of soy foods appears safe for both breast cancer survivors and the general population, and may even lower breast cancer risk.” Marji McCullough, ScD, RD (2 August 2012). “The Bottom Line on Soy and Breast Cancer Risk”. American Cancer Society. Retrieved August 2013.

Menopausa e funzioni cognitive

Gli studi indicano che particolari integratori a base di soia possono influenzare positivamente le funzioni cognitive delle donne in post-menopausa.

Omega 3-6

L’olio di soia possiede un’alta quantità di acido alfa-linolenico, uno dei due acidi grassi essenziali agli esseri umani che lo richiedono in vari processi biologici.

Fenoli naturali

La soia contiene gli isoflavoni (3 mg/g di peso secco) genisteina e daidzeina, particolari tipi di fitoestrogeni.

La genisteina ha mostrato delle interessanti proprietà preventive nei confronti del cancro. Inoltre gli isoflavoni di soia si rivelano efficaci nel trattare alcuni disturbi tipici della menopausa.

donna
SOIA E SALUTE DELLE OSSA – Secondo uno studio condotto in Inghilterra, presso l’Università di Kingston upon Hill, presentato al Congresso della Società Inglese di endocrinologia, le donne che consumano soia riducono il rischio di ammalarsi di osteoporosi. La ricerca è stata condotta su 100 donne a cui è stato chiesto di assumere per 6 mesi un integratore a base di proteine di soia e ha dimostrato che la soia, forse grazie alla sua abbondanza di isoflavoni, rallenta in modo significativo il processo di indebolimento delle ossa.

Per concludere

Come tutti gli alimenti la soia mostra pregi e difetti, sicuramente occorre prestare attenzione a che tipo di soia mangiamo e alla quantità.

La soia, come abbiamo visto, non è un alimento da demonizzare, ma neanche da ingerire in grandi quantità, soprattutto se non trattata nel modo corretto.

Libri utili
The China Study
Lo studio più completo sull'alimentazione mai condotto finora. Sorprendenti implicazioni per la dieta, la perdita di peso e la salute a lungo termine.
Cucina, Salute e Bellezza con la Soia
Tutti i prodotti a base di soia: conoscerli e farli in casa - Le virtù salutistiche della Soia - Rimedi naturali, cosmetici e ricette pratiche
Il libro della soia
Proprietà terapeutiche, caratteristiche e ricette di un vegetale miracoloso
Natto- Miso
Tamari - Salsa di Soia
Tempeh yakso Bio
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/09/soia.jpg?fit=450%2C299https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/09/soia.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleAlimentazioneSlideralimentazioneSe si decide di fare a meno di tutti i prodotti di origine animale e dunque diventare vegani, oppure semplicemente cercare di ridurre l'apporto di grassi animali o magari anche solo perché riteniamo ci faccia bene, passiamo a nutrirci di prodotti a base di soia. Arnold Ehret dice che la...