fegato bimbonaturaleIl fegato è ritenuto universalmente simbolo del coraggio e dell’azione, che, se vissuta all’estremo, degenera in eccessiva sfrontatezza, che nel mito di Prometeo viene punita da un’aquila che gli “rode” il fegato, per contrappasso.

Secondo la Medicina Cinese l’emozione corrispondente al Fegato è la “rabbia”,  il relativo temperamento associato è quello collerico, la costituzione omeopatica è la “bilio-nervosa”.

Conosciuta da tutti, l'espressione “rodersi il fegato”si riferisce alla situazione in cui la rabbia del fegato è frustrata o costretta a reprimersi.

La funzione del fegato nell’organismo umano

Da un punto di vista organico il fegato è probabilmente l’organo più complesso del corpo umano ed è una ghiandola, la più grande del corpo umano.

Il fegato è responsabile di moltissime attività organiche, tutte fondamentali, ma il fatto che non sia facilmente associabile a una sola funzione, come per esempio il cuore con la circolazione, tende a far sottovalutare la sua importanza.

Ecco le funzioni che vengono riconosciute al fegato:

  • Produce e secerne la bile, usata per emulsionare i grassi.
  • Svolge numerose funzioni nel metabolismo dei carboidrati e delle proteine
  • Interviene nel metabolismo dei lipidi, colesterolo e trigliceridi
  • Produce fibrinogeno, trombina e altri fattori di coagulazione del sangue
  • Demolisce l’emoglobina
  • Demolisce numerose sostanze tossiche e numerosi farmaci nel processo noto come metabolismo dei farmaci
  • Converte l’ammoniaca in urea.
  • Funziona come deposito per numerose sostanze, tra cui il glucosio, la vitamina B12, il ferro e il rame.
  • Contiene numerose cellule specializzate del sistema immunitario che agiscono da “filtro” nei confronti degli antigeni trasportati dal sistema della vena porta.
Nel feto fino al terzo mese, il fegato è la sede principale della produzione di globuli rossi; viene rimpiazzato in questo compito dal midollo osseo alla 32esima settimana di gestazione.

Prendersi cura del fegato

Il fegato è riconosciuto come il carburatore del corpo umano: depura costantemente circa un litro e mezzo di sangue al minuto, neutralizzando tutti gli effetti nocivi di cibi e bevande, farmaci e ormoni.

Il fegato non sempre riesce a espellere tali scorie e le trattiene al suo interno, avvolgendoli in grumi di bile indurita (calcoli intraepatici e biliari), in questo modo lavora più faticosamente e perde in parte la sua funzionalità.

Pulire il fegato mediante un lavaggio epatico è semplice e arreca numerosi benefici all’organismo.

Molto spesso abbiamo poco appetito o improvvise voglie di cibo, così come disturbi intestinali, soffriamo di vertigini e svenimenti, disturbi mestruali o della menopausa, dolori a spalle e schiena, occhi gonfi problemi cutanei, vista debole, intorpidimenti alle gambe, estremità fredde, disturbi dentali e gengivali, insonnia, vampate di caldo o di freddo.

Diversi piccoli disturbi con cui quotidianamente abbiamo a che fare e cui magari diamo poca importanza, ma che potrebbero essere un segnale di malfunzionamento epatico.

pulizia fegato
COME ESEGUIRE LA PULIZIA DEL FEGATO – SCHEMA RIASSUNTIVO

Il lavaggio del fegato

Il lavaggio epatico si può eseguire tranquillamente a casa, non è una procedura particolarmente gradevole ma da ottimi risultati, senso di leggerezza e benessere. E’ necessario prendersi due giorni liberi per dedicarsi solo a se stessi.

Cosa serve per eseguire la pulizia profonda del fegato

  • sale di epson (Solfato di Magnesio) 80 grammi disciolti in 720 ml di acqua da suddividere in 4 porzioni (180 ml per ogni porzione)(meno efficace, ma se non si trovano i sali è possibile sostituirli col citrato di magnesio)
  • olio d’oliva spremuto a freddo extravergine, 120 ml
  • succo di pompelmo,  180 ml

Nei 5 giorni precedenti bere un litro di succo di mele puro al 100% al giorno, distribuito nella giornata, lontano dai pasti (almeno 1 ora prima e due ore dopo i pasti)

Primo giorno

Colazione leggera

Alla mattina effettua una colazione e un pranzo leggeri, senza grassi,  latticini o proteine.

Digiuno dalle 13.30

Dalle 13.30 non mangiare e non bere più nulla.

I Sali di Epson servono a tenere aperti i dotti biliari in modo da permettere ai calcoli di scorrervi attraverso senza far male.

Preparare soluzione di sali di epsom

Sciogliere 4 cucchiai di sale Epson in 0.7 l d’acqua: in tal modo si otterrà una soluzione amara, da dividere in 4 porzioni uguali (corrispondenti a 3/4 di bicchiere).

Se si pone questa soluzione in frigorifero diminuirà il sapore amaro del sale di epsom.

Ore 18, inizio del trattamento

Alle 18 inizia a bere la soluzione: utilizzando una cannuccia sentirai di meno il sapore amaro. Puoi anche sciacquare la bocca con acqua fresca.

Alle 20 bevi la seconda porzione della soluzione.

Alle 22 mescola bene il succo di pompelmo con l’olio, e poi bevi (anche qui puoi usare la cannuccia).

Poi sdraiati immediatamente sul letto, a pancia in su, con la testa leggermente rialzata in modo da far lavorare meglio il fegato (dovresti già essere andato in bagno almeno una volta) per almeno una ventina di minuti.

Secondo giorno

Appena svegli

Appena svegli, è necessario prendere la 3 dose di sale epsom, dalle 6 in poi, se si vuole si può tornare a letto.

2 ore dopo il primo risveglio, prendi la 4 e ultima porzione di sale epsom, e poi torna a letto.

Alla mattina avrai la diarrea: vedrai un gran numero di calcoli biliari, distinguibili dal colore verde e dal fatto che galleggiano mentre tutto il resto affonda. Non solo, a volte il fegato può essere pieno di colesterolo, non ancora calcificato: questo si presenta come palline bianche, che galleggiano nel WC.

Mezzogiorno

Verso mezzogiorno, se hai fame, puoi ricominciare a mangiare, partendo da qualcosa di leggero: frutta, o un succo.

Sera

Alla sera la situazione intestinale sarà tornata normale. E’ necessario ripetere il lavaggio epatico a distanza di 2-3 settimane fino a completa pulizia del fegato.

Il lavaggio epatico

Il lavaggio epatico, preceduto da un’accurata preparazione, è consigliata da numerosi medici tra cui Hulda Clark e Andreas Moritz.

Un calo della funzionalità epatica non viene quasi mai rilevato dagli esami del sangue, ma da esso derivano quasi tutti i problemi di salute, di bellezza e di invecchiamento precoce.

Libri consigliati

Guarire il fegato con il lavaggio epatico
Il trattamento naturale più efficace per eliminare i calcoli e ritrovare il benessere attraverso la depurazione
La salute del fegato
Chiave di una salute globale
Guarisci il tuo Apparato Digerente
... e risolvi reflusso gastroesofageo, alitosi, cattiva digestione, disturbi alla cistifellea, ulcere, coliti, diverticolite, emorroidi, costipazione, sindrome del colon irritabile e molto di più. Un metodo naturale.
Fegato sano
Il segreto per una vita in ottima salute

Prodotti utili

Sale di Epson
Per la pulizia del fegato: magnesio solfato eptaidrato
Olio Extravergine di Oliva Bio
Estratto a freddo100% biologico

https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/07/fegato-bimbonaturale.jpg?fit=771%2C517https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/07/fegato-bimbonaturale.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleRimedi naturalinaturopatia,rimedi naturaliIl fegato è ritenuto universalmente simbolo del coraggio e dell’azione, che, se vissuta all'estremo, degenera in eccessiva sfrontatezza, che nel mito di Prometeo viene punita da un’aquila che gli “rode” il fegato, per contrappasso. Secondo la Medicina Cinese l’emozione corrispondente al Fegato è la “rabbia”,  il relativo temperamento associato è quello collerico,...