uvaLa farina di semi d’uva deriva dai vinaccioli, fonte alimentare naturale di procianidine oligomeriche – PCO;  è ricca cioè, di antiossidanti.

Recentemente si stanno scoprendo e apprezzando i potenti effetti antiossidanti dei fito – composti appartenenti al gruppo dei polifenoli. Le molecole di PCO hanno effetto antiossidante e sono in grado di neutralizzare i radicali liberi, rendendoli innocui.

Ciò garantisce la protezione delle cellule e del materiale genetico, aiutando la prevenzione delle malattie degenerative.

Le PCO sono un antiossidante venti volte più potente della vitamina C e quaranta volte più della vitamina E. Inoltre, entrambe le vitamine vengono rigenerate dalle PCO.

Le PCO vengono assorbite nel sangue molto rapidamente e distribuite nell’organismo in forma biodisponibile al 100% entro 45’ dall’assunzione. La resistenza dei vasi sanguigni raddoppia già 24 ore dopo l’ingestione, poiché aderiscono alle proteine del collagene e all’elastina, proteggendole. Entro 72 ore, le PCO sono completamente consumate.

Garantiscono una protezione vascolare, riducono la permeabilità dei vasi, prevenendo la fragilità capillare, i disturbi circolatori arteriosi e venosi, rassoda la pelle e previene l’insorgere della cellulite.

Le molecole delle PCO sono molto piccole e possono attraversare la barriera capillare di midollo spinale e cervello esercitando un benefico effetto in queste aree sensibili, soprattutto durante la terza età.

Le PCO hanno proprietà anti-infiammatorie e anti-allergiche.

La farina di semi d’uva

La farina di semi d’una macinati a freddo ne contiene notevoli quantità a cui si abbinano minerali quali calcio, ferro e magnesio. Assumerla quotidianamente a cicli aggiunto a yogurt, succo di frutta, acqua, minestre, pizza, impasto del pane. La cottura non riduce l’efficacia.

Se ne sconsiglia l’uso a chi assume anticoagulanti, ai bambini, in gravidanza e durante l’allattamento.

Non assumere in modo continuativo per più di 12 settimane per ciclo, con soste di 4/8 settimane.

Per Bibliografie e schede tecniche consiglio di visitare: www.migliobruno.it, www.embio.it (cod. invito 03G02P)

Farina di semi d'uva

https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/uva.jpg?fit=267%2C189https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/uva.jpg?resize=150%2C150Christine ParisiAlimentazionealimentazioneLa farina di semi d’uva deriva dai vinaccioli, fonte alimentare naturale di procianidine oligomeriche – PCO;  è ricca cioè, di antiossidanti. Recentemente si stanno scoprendo e apprezzando i potenti effetti antiossidanti dei fito - composti appartenenti al gruppo dei polifenoli. Le molecole di PCO hanno effetto antiossidante e sono in...