Per un bambino affrontare quotidianamente le difficoltà relative alle proprie emozioni e del subire la frustrazione, per esempio di dover aspettare o di non riuscire immediatamente a fare qualcosa, è fondamentale per un adeguato sviluppo emotivo.

Purtroppo oggi assistiamo molte volte a comportamenti genitoriali che non aiutano, per esempio offrire un iPad o un cellulare al bambino per aiutarlo a calmarsi, oppure per occupare il tempo, evitando così capricci e fastidi.

TV e dispositivi mobili al posto della baby-sitter

Jenny Radesky, ricercatrice in pediatria del comportamento e dello sviluppo presso l’Università di Boston, questo comportamento genitoriale può impedire al bambino di imparare a gestire i propri sentimenti, rendendolo dipendente da una fonte esterna di piacere ogni qual volta si senta arrabbiato.

LA TV E I DISPOSITIVI MOBILI, PESSIMI BABY SITTER – È stato studiato come l’aumento del tempo di fronte alla televisione diminuisca lo sviluppo delle competenze linguistiche e sociali di un bambino. Analogamente, l’uso dei dispositivi mobili sostituisce la quantità di tempo spesa nell’interazione umana diretta. Se i dispositivi diventano il metodo predominante per calmare e distrarre i bambini, è a rischio la loro capacità di sviluppare i propri meccanismi di autoregolazione interni. Leggi Bambini, TV e tecnologia  e  La TV e la programmazione mentale

Lo studio sullo sviluppo emotivo mancato

La ricerca condotta da Radesky e colleghi, comparsa in una nota sulla rivista Pediatrics nel febbraio 2015, ha rilevato che non esiste alcun beneficio educativo associato all’uso dei media digitali, inclusi tablet ed eBook, per i bambini in età prescolare. Per i bambini più grandi, questi media potrebbero mostrare qualche vantaggio solo se utilizzati in compagnia di un adulto.

In generale tablet, IPad, cellulari, etc. fanno più male che bene; soprattutto è pericoloso l’uso comune che viene fatto di questi dispositivi per distrarre i bambini dalle emozioni negative, inclusa la noia e la frustrazione.

IPAD E DISPOSITIVI INFORMATICI INTERFERISCONO CON LO SVILUPPO EMOTIVO – Secondo Radesky l’uso quotidiano di dispositivi mobili durante l’infanzia può interferire con lo sviluppo dell’empatia, delle abilità sociali e di risoluzione dei problemi che generalmente derivano dall’esplorazione, dal gioco non strutturato e dall’interazione con i pari. Gli studi suggeriscono anche che un uso estensivo del’iPad può ostacolare lo sviluppo motorio e la coordinazione mano-occhio, così molti bambini arrivano a scuola incapaci di svolgere compiti semplici come impilare i blocchi e, in seguito, l’apprendimento della scrittura risulta compromesso. Leggi anche I bambini non sanno più muoversi, l’allarme lanciato da uno studio dell’istituto educativo del Lazio

Troppi schermi e ADHD

Lo sviluppo psicosociale ostacolato dall’uso eccessivo degli schermi potrebbe anche contribuire all’incremento dei casi di ADHD, segnala Sue Palmer, autrice di Toxic Childhood (“Infanzia tossica”, ).

Libri consigliati
I bambini e la TV
Bambini psico-programmati
Essere consapevoli dell'influenza della pubblicità, della TV, dei videogiochi
I Migliori Giochi della Nostra Infanzia
Divertimenti senza tempo per bambini da 0 a 99 anni
Genitori in Gioco
300 attività per crescere con i bambini da 0 a 8 anni senza la tv
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2018/08/bambino-ipad.jpg?fit=770%2C492https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2018/08/bambino-ipad.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleSliderStudi e notizieeducazione,infanzia,psicologiaPer un bambino affrontare quotidianamente le difficoltà relative alle proprie emozioni e del subire la frustrazione, per esempio di dover aspettare o di non riuscire immediatamente a fare qualcosa, è fondamentale per un adeguato sviluppo emotivo. Purtroppo oggi assistiamo molte volte a comportamenti genitoriali che non aiutano, per esempio offrire...