Potreste aver sempre voglia di piangere, oppure di mangiare del cibo che non avete mai amato, scoprirvi improvvisamente paurose o particolarmente aggressive: ebbene sì, la gravidanza influisce molto sugli stati d’animo, le percezioni, le reazioni di ogni donna.

Se in gravidanza ti senti diventata imprevedibile, sappi che per questo c’è una motivazione, scopriamo insieme quale.

Primo trimestre, il periodo dello sconvolgimento

Nel primo trimestre di gravidanza i cambiamenti neuroendocrini sono al top: livelli elevati di estrogeni provocano la liberazione di endorfine, che ci fanno sentire bene e rilassate. L’effetto positivo delle endorfine lascia però presto spazio a una carica di progesterone, che ha la funzione di far annidare l’embrione nell’utero.

pregnancy-thumb-large
LO SCONTRO ORMONALE DEL PRIMO TRIMESTRE – Questa instabilità ormonale influisce significativamente anche da un punto di vista psicologico: nel primo trimestre è comune sentirsi insicure, incerte, strane, a volte quasi irriconoscibili a se stesse. Passare dall’euforia al pianto o non sentire il minimo istinto materno in questo trimestre è del tutto normale.

Secondo trimestre, il periodo d’oro della gravidanza

Passati i primi tre mesi di gravidanza ci lasciamo alle spalle ipersensibilità, ansia, preoccupazioni: normalmente anche i sintomi fisici di malessere, come nausea e vomito, lasciano il posto a buonumore, energia, sicurezza e fiducia in se stesse.

gravidanza cuore
LA PACE DEL SECONDO TRIMESTRE – Nel secondo trimestre il feto è ben annidato nell’utero e la tempesta ormonale lascia spazio a un periodo gioioso e dolcissimo: ormai la pancia comincia a vedersi, il bambino comincia a muoversi e si instaura il primo vincolo affettivo tra mamma e bebè.

Terzo trimestre, apprensioni e suspence finale

Il terzo trimestre, soprattutto quando la data del parto si avvicina, è un periodo in cui l’apprensione per la salute del bambino e l’ansia per il momento del parto si acuiscono. Alcune donne hanno paura che le acque si possano rompere in momenti non opportuni, altre si sentono goffe e sgraziate, altre ancora manifesteranno fatiche fisiche, come sciatica o mal di schiena. Alcune donne sono prese dall’ansia di terminare la gravidanza il prima possibile, altre la vorrebbero ritardare. Alcune, infine, si sentono sopraffatte da una forte responsabilità e ossessionate dalla “sindrome del nido”, ovvero continuare a pulire e ripulire casa per accogliere il bambino nel migliore dei modi, ma per tutte in questo trimestre aumenta il senso di irrequietezza e la tensione per il futuro.

gravidanza ultrasuoni eco
LA SUSPENCE DEL TERZO TRIMESTRE – Nell’ultimo periodo della gravidanza aumentano l’eccitazione e le preoccupazioni, sarà quindi facile che la donna incinta perda la pazienza o si lasci prendere dallo sconforto. Manca ormai poco al grande evento e, oltre alla tensione per il fatidico momento del parto, la futura mamma è presa dall’immaginarsi il suo bambino e dal prepararsi psicologicamente, praticamente e fisicamente ad accoglierlo per tutta la vita.
La tua gravidanza di settimana in settimana
Dal concepimento alla nascita
Preparazione al parto attivo
La Mia Gravidanza
I cambiamenti fisici, le emozioni, i controlli medici, la dieta, la ginnastica preparatoria
Yoga in Gravidanza
Per arrivare al parto in serenità e in piena forma
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/09/gravidanza-cuore.jpg?fit=960%2C640https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/09/gravidanza-cuore.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGravidanza e pueperioSlidergravidanzaPotreste aver sempre voglia di piangere, oppure di mangiare del cibo che non avete mai amato, scoprirvi improvvisamente paurose o particolarmente aggressive: ebbene sì, la gravidanza influisce molto sugli stati d'animo, le percezioni, le reazioni di ogni donna. Se in gravidanza ti senti diventata imprevedibile, sappi che per questo c'è una...