impetigineL’impetigine colpisce spesso i bambini, soprattutto dai 2 ai 5 di età, e in modo particolare si presenta nei mesi caldi dell’estate. Le lesioni sono costituite da una vescicola o una bolla contenenti acqua che si rompono con facilità e formano croste.

Questa infezione deriva da germi che si introducono sotto la cute a seguito di una lesione della pelle: nei casi estremi occorre intervenire con un antibiotico, ma in generale la miglior cura è l'igiene.

Cos’è l’impetigine

L’impetigine è un’infezione della pelle, causata da germi che si inseriscono nella cute dopo una lesione, per esempio punture di insetti, graffi o tagli. I germi che più facilmente causano questa infezione sono lo stafilococco aureus e le streptococco beta emolitico di gruppo A.

Tipi di impetigine

L’impetigine di manifesta in tre modi diversi.

Impetiginizzazione

Si intende una infezione cutanea che complica un precedente quadro di dermatosi, come per esempio la scabbia o l’eczema.

Impetigine bollosa

Si forma in prossimità di un orifizio naturale, per esempio il naso, con la formazione di una bolla a contenuto all’inizio limpido, poi torbido e purulento.

Impetigine non bollosa

Si tratta della forma più comune di impetigine (circa il 70% dei casi), molto contagiosa. Inizia nel sito di una piccola lesione, come per esempio sulla pelle irritata e tagliuzzata dalla sabbia al mare.

Si manifesta con piccole macchie rosse che diventano facilmente vescichette che si rompono e diventano crosta. In alcuni casi può esserci anche un ingrossamento dei linfonodi.

Cure naturali per l’impetigine

L’impetigine si risolve nella maggioranza dei casi in modo spontaneo e solo quando è molto diffusa richiede una terapia antibiotica.

E’ importante porre grande attenzione agli aspetti igienici: lavarsi sempre le mani prima di toccare la pelle lesionata, pulire e disinfettare con attenzioni le eventuali lesioni cutanee, anche se poco estese. Disinfettare eventualmente gli indumenti a contatto con la pelle lesionata e infettata.

Disinfettare la pelle con gli oli essenziali

La pelle può essere efficacemente disinfettata con gli oli essenziali diluiti in poche gocce con acqua sterile, cioè portata ad ebollizione e poi riportata a temperatura ambiente.

Gli oli essenziali indicati per la disinfezione sono lavanda e tea tree. Per le ferite infette utilizzare invece olio essenziale di garofano o di mirra.

Argento colloidale, antibiotico naturale

L’argento colloidale è una dispersione microscopica di argento elementare in acqua distillata.

L'argento colloidale agisce come un antibiotico a largo spettro contro virus, batteri e funghi, inoltre è antinfiammatorio, accelera la cicatrizzazione e stabilizza il sistema immunitario. Leggi il nostro articolo sull'argento colloidale

Acqua e sale

Il sale è un ottimo disinfettante: bollire dell’acqua con del sale, lasciar raffreddare e successivamente strofinare con un batuffolo di cotone sulla ferita.

Prodotti utili
Silver water
Argento colloidale
Tea tree olio essenziale
Malaleuca alternifolia biologica
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/06/impetigine.jpg?fit=600%2C399https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/06/impetigine.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleNaturopatia infantileSliderrimedi naturaliL'impetigine colpisce spesso i bambini, soprattutto dai 2 ai 5 di età, e in modo particolare si presenta nei mesi caldi dell'estate. Le lesioni sono costituite da una vescicola o una bolla contenenti acqua che si rompono con facilità e formano croste. Questa infezione deriva da germi che si introducono sotto...