erbe partoSiete ormai in dirittura d’arrivo e tra poco abbraccerete il vostro bambino, l’ultimo scoglio da superare è il parto.

Il parto è un evento completamente naturale, in una gravidanza fisiologica. Ogni parto è certamente “a sé” ed ogni donna deve essere libera di poter scegliere, occorre essere informate, assistite amorevolmente, aiutate a conoscere il proprio corpo,  sapere come si svolge il parto, poter scegliere dove partorire, come partorire e da chi essere assistite, insomma essere consapevoli.

Il parto ci coinvolge completamente, perché rappresenta simbolicamente la nostra rinascita, è un’esperienza di grande intensità, di trasformazione, presenta anche aspetti terapeutici: durante il parto si rivivono infatti le esperienza di perdita, dolore, separazione vissute nella propria vita e si rielaborano, si integrano e, se si è preparate, si possono aggiustare e concludere in modo positivo, creativo e competente, lasciandoci grande soddisfazione, energia, autostima, con un’immagine di noi stesse rielaborata e rafforzata, e la consapevolezza di essere capaci e competenti.

Come arrivare al momento del parto preparate fisicamente

Vediamo quali sono le cure e gli accorgimenti che permettono al corpo di arrivare in forma al momento più importante.

sale
ATTENZIONE AL SALE – Soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza ridurre il consumo di sale al minimo: questo permette di avere delle prima contrazioni quasi indolori, accelerando la dilatazione del collo dell’utero e abbreviando la durata del travaglio
salvia
INFUSI DI SALVIA – Nell’ultimo trimestre si possono sostituire le bevande usuali con infusi di salvia (20 g. di foglie di salvia essiccata in un’infusione per litro d’acqua bollente); se siete già al secondo figlio è sufficiente berla l’ultimo mese.

 

chiodi di garofano
CHIODI DI GAROFANO – Un’altra pianta aromatica che ha un’influenza positiva sul parto sono i chiodi di garofano: questa spezia ha la proprietà di dar forza ai tessuti dell’utero. Si possono cuocere nella minestra, oppure spezzatati o polverizzati in diverse preparazioni culinarie.

 

olio tea tree
OLIO DI ENOTERA E DI IPERICO – Per mantenere l’elasticità dei muscoli del perineo e agevolare il parto sono consigliati l’olio di enotera oppure l’olio di iperico, da applicare quotidianamente in loco massaggiando dolcemente fino ad assorbimento. Come usarli: liberare la vescica e mettersi in una posizione comoda, mettere qualche goccia di olio sul dito indice e massaggiare con delicatezza la pelle del perineo e la parte che lo collega alla vagina.  Si consiglia di non utilizzare l’olio di enotera in caso di minaccia di parto prematuro. Leggi il nostro speciale: Olio di enotera, caratteristiche e proprietà, per la bellezza della pelle e favorire fertilità, gravidanza e parto
argilla
IMPACCHI DI ARGILLA – 5- Nell’ultimo trimestre provate a mettere degli impacchi d’argilla sul ventre e sui reni: queste applicazioni sono un’ottima misura preventiva nei confronti della gestosi, perché l’argilla ha la proprietà di assorbire le tossine, e, inoltre, ossigenano il bambino, perché lo scambio di calore accelera la circolazione. COME PREPARARE GLI IMPACCHI: stemperate in acqua fredda l’argilla fino ad ottenere una pasta morbida, da applicare direttamente sulla pelle. Si copre con telo di puro lino o lana vergine. Quando toglierete l’impacco, l’argilla sarà quasi asciutta e si staccherà con facilità; se la pasta non si staccasse bene, mettete un po’ d’acqua tiepida tra l’argilla e la pelle e lavate senza sapone o altri solventi. Le applicazioni vanno fatte preferibilmente di sera e tenute tutta la notte, con cicli di quindici giorni al mese.

Le erbe che agevolano il parto

Molte erbe possono aiutare durante il parto, data la loro azione potente vanno prese solo per agevolare il momento del parto, ma non vanno mai assunte in gravidanza per il loro effetto di stimolanti uterini.

Erbe stimolanti dell’utero

  • Aloe Vera Le sue foglie sono molto purgative, non deve essere utilizzata per uso interno.
  • Arbor vitae (Thuja occidentalis) Stimola l’utero e può danneggiare il feto.
  • Croco autunnale (Colichicum autumnale) Può influire sulla divisione cellulare e portare a difetti di nascita.
  • Crespino (Berberis vulgaris) Stimola le contrazioni uterine.
  • Olio di basilico Stimolante uterino, da usare solo per il parto.
  • Ginestra (Cytisus scoparius) Causa contrazioni uterine; in alcune parti d’Europa viene impiegato dopo il parto per prevenire perdite di sangue.
  • Olio di chiodo di garofano Stimolante uterino, da usare solo per il parto.
  • Consolida (Symphytum officinale) Contiene sostanze tossiche che possono attraversare la placenta; non deve essere utilizzata per uso interno.
  • Radice di cotone (Gossypium herbaceum) Stimolante uterino usato in passato per incentivare le contrazioni in parti difficoltosi.
  • Artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens) Stimolante uterino, accelera il parto.
  • Camomilla di campo (Tanacetum parthenium) Stimolante uterino, può causare contrazioni premature
  • Celidonia (Chelidonium majus) Stimolante uterino; può causare contrazioni premature
  • Ginepro e olio di ginepro (Juniperus communis) Stimolante uterino; usare solo per il parto.
  • Senecione (Senecio aureus) Stimolante uterino contiene sostanze tossiche che possono attraversare la placenta.
  • Vischio (Viscum album) Stimolante uterino; contiene sostanze tossiche che possono attraversare la placenta.
  • Artemisia (Artemesia vulgaris) Stimolante uterino che può causare difetti di nascita; usare solo sotto controllo medico; da evitare anche durante l’allattamento.
  • Menta puleggio americana (Hedeoma pulegioides) E’ considerata uno stimolante uterino, da evitare in gravidanza.
  • Menta puleggio romana (Mentha pulegium) Stimolante uterino che può causare difetti di nascita; usare solo sotto controllo medico; da evitare anche durante l’allattamento.
  • Chinino (Cinchona officinalis) Tossico; l’uso eccessivo può provocare cecità e coma. Era usato per curare la malaria e dato alle gestanti affette da malaria solo sotto controllo medico.
  • Falso ginseng (Panax notoginseng) Può causare difetti di nascita.
  • Pulsatilla (Anemone pulsatilla) Stimolante mestruale, meglio evitarlo durante la gravidanza Da limitare durante l’allattamento.
  • Ruta (Ruta graveolens) Stimolante uterino e mestruale; può causare contrazioni premature.
  • Sassofrasso (Sassafras albidum) Stimolante uterino; può causare difetti di nascita.
  • Borsa di pastore (Capsella bursa-pastoris) Stimolante uterino; da usare solo per il parto.
  • Artemisia (Artemisia abrotanum) Stimolante uterino; può causare difetti di nascita; usare solo sotto controllo medico; da evitare anche durante l’allattamento.
  • Scilla (Urginea maritima) Stimolante uterino; può causare difetti di nascita.
    Tanaceto (Tanacetum vulgare) Stimolante uterino; può causare difetti di nascita.
  • Patata americana selvatica (Diascorea villosa) Stimolante uterino; usare solo sotto controllo medico; sicuro per il parto.
  • Assenzio (Artemisia absinthum) Stimolante uterino; può causare difetti di nascita; usare solo sotto controllo medico; da evitare anche durante l’allattamento.

Erbe aromatiche sicure, di cui si sconsiglia impiego ad alte dosi

Queste sono invece erbe sicure da usare in cucina, ma di cui si sconsiglia l’impiego ad alte dosi:

  • Angelica Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina.
  • Anice e olio di anice Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina. Evitare l’uso dell’olio puro.
  • Arancio amaro Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina e a dosi minime.
  • Cumino Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina.
  • Sedano, semi e olio Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina.
  • Camomilla, olio L’olio è un forte stimolante uterino, da evitare. L’uso moderato della pianta, secca o fresca, è sicuro.
  • Peperoncino Evitare l’uso massiccio, perché può provocare pirosi. Pu dare il suo sapore al latte materno. Sicuro l’uso moderato in cucina.
  • Cannella Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina. Evitare l’uso dell’olio puro.
  • Primula gialla Fortemente purgativa e stimolante uterino ad alte dosi.
  • Finocchio e olio di finocchio Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina. Evitare l’uso dell’olio puro.
  • Fieno greco Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina o durante il parto.
  • Aglio Evitare l’uso massiccio, perché può provocare pirosi. Può dare il suo sapore al latte materno. Sicuro l’uso moderato in cucina.
  • Centella asiatica Possibile stimolante uterino; usare solo occasionalmente per un infuso.
  • Gelsomino, olio Stimolante uterino, può alleviare i dolori del parto.
  • Ginseng Studi clinici indicano che alte dosi in gravidanza possono portare a bimbi androgeni, a causa della iper-stimolazione degli ormoni maschili. Usare solo per brevi periodi.
  • Lavanda Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina e a dosi minime.
  • Liquirizia Alte dosi possono aggravare l’alta pressione arteriosa. Sicura a basse dosi.
  • Levistico Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina.
  • Maggiorana e olio di maggiorana Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina. Evitare l’uso dell’olio puro.
  • Mirra Stimolante uterino che pu portare a contrazioni premature.
  • Noce moscata e olio di noce moscata Inibisce la produzione di prostglandine e contiene allucinogeni che possono danneggiare il feto. Sicuro il normale uso in cucina.
  • Origano e olio di origano Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina. Evitare l’uso dell’olio puro.
  • Prezzemolo Stimolante uterino che può anche irritare il feto ad alte dosi. Sicuro il normale impiego in cucina.
  • Passiflora Stimolante uterino ad alte dosi, sicura a basse dosi.
  • Menta piperita, olio Stimolante uterino; possono essere usate basse dosi della pianta essiccata.
  • Rabarbaro Fortemente purgativo, non usare in alte dosi o per lunghi periodi.
  • Rosmarino e olio di rosmarino Stimolante uterino ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina. Evitare l’uso dell’olio puro.
  • Zafferano Stimolante uterino ad alte dosi. Sicuro il normale impiego in cucina.
  • Senna Fortemente purgativo, non usare in alte dosi o per lunghi periodi.
  • Tè nero Limitare il consumo a 2 tazze al giorno, perché il consumo eccessivo può provocare palpitazioni.
  • Timo, olio Sospettato di essere uno stimolante uterino. Sicuro l’uso della pianta in cucina.
  • Verbena Stimolante uterino ad alte dosi. Meglio usarla le ultime settimane e per il parto.
  • Marrubio bianco Reputato stimolante uterino, è sicuro se presente in caramelle contro la tosse.
  • Achillea Stimolante uterino ad alte dosi. Meglio usarla le ultime settimane e per il parto.
  • Sambuco, corteccia Fortemente purgativo, non usare in alte dosi o per lunghi periodi.
  • Salvia e olio di salvia Stimolante uterino ed ormonale ad alte dosi, sicuro l’impiego in cucina. Evitare l’uso dell’olio puro.
  • Lampone, foglie Stimolante uterino ad alte dosi. Meglio usarlo le ultime settimane e per il parto.
  • Cardiaca (Leonurus cardiaca) Stimolante uterino ad alte dosi. Meglio usarla le ultime settimane e per il parto.
  • Cascara sagrada Fortemente purgativo, non usare in alte dosi o per lunghi periodi.
  • Frangola Fortemente purgativo, non usare in alte dosi o per lunghi periodi.
  • Betonica Stimolante uterino ad alte dosi. Meglio usarla le ultime settimane e per il parto.
Libri consigliati
La tua gravidanza di settimana in settimana
Dal concepimento alla nascita
Preparazione al parto attivo
Travaglio e parto senza paura
Comprendere la funzione del dolore e alleviarlo con i metodi naturali
In Dolce Attesa
Consigli e tecniche naturali di preparazione al parto
Prodotti utili
Borsa per il parto
Provvista di tasche portaoggetti e comode maniglie di trasporto
Slip monouso dopo parto
Fascia regolabile post parto
Assorbenti dopo parto
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/09/erbe-parto.jpg?fit=640%2C448https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/09/erbe-parto.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGravidanza e pueperiogravidanza,rimedi naturaliSiete ormai in dirittura d'arrivo e tra poco abbraccerete il vostro bambino, l'ultimo scoglio da superare è il parto. Il parto è un evento completamente naturale, in una gravidanza fisiologica. Ogni parto è certamente 'a sé' ed ogni donna deve essere libera di poter scegliere, occorre essere informate, assistite amorevolmente, aiutate...