Il modo di alimentarsi dell’essere umano si è molto modificato nel corso dell’ultimo secolo: la sempre più ampia disponibilità di alimenti, insieme a una loro maggiore e costante raffinazione, ha portato l’organismo umano ad appesantirsi e a soffrire di patologie prima inusuali.

Il risultato di questa dieta ricca di grassi animali, carne, latticini, zuccheri semplici e prodotti chimici (come conservanti, coloranti, addensanti, etc.) porta l’apparato digerente a un superlavoro, di cui la conseguenza sono difficoltà digestive, ulcere, stipsi, meteorismo, etc.

pancia
LA STIPSI – La stipsi, o stitichezza, è un problema diffuso quasi esclusivamente nel mondo occidentale e questo ci fa ben comprendere come le cause siano da ricercare prevalentemente nello stile di vita e alimentazione tipico della nostra cultura. Approfondisci su Stitichezza: cause, lettura psicosomatica e rimedi naturali.

Intestino crasso e colon

L’intestino crasso o grande intestino svolge la funzione di assorbire l’acqua contenuta negli alimenti che a lui arrivano dal resto del sistema digerente, compattandoli nelle feci.

intestino immagine
INTESTINO CRASSO – L’intestino crasso necessita di più di 30 ore per terminare i processi rimanenti del sistema digestivo: deve assorbire acqua ed elettroliti, circa 1,5 litri al giorno, vitamine, come la vitamina B, vitamina K, cobalamina, tiamina e riboflavina e infine compattare le feci, che poi verranno scaricate attraverso l’ano con la defecazione.

Per quanto riguarda nello specifico il colon, il problema principale dello stile di vita moderno è la presenza di residui fecali che non riescono ad essere smaltiti e restano all’interno delle anse intestinali per lungo tempo, provocandone l’infiammazione e il prolificare di parassiti e batteri che, oltre a colpire l’intestino, a lungo andare si ripercuotono su tutti gli organi del corpo, dai reni, al fegato, fino ad arrivare all’apparato riproduttivo e al cuore.

Praticamente tutti soffriamo di intestino in disordine e dobbiamo imparare a prendercene cura, attraverso una costante pulizia e disintossicazione. Qualsiasi tipo di pulizia organica, dalla pulizia dei reni alla pulizia del fegato, può essere eseguita solo dopo una sana pulizia del colon. Per una corretta disintossicazione dobbiamo quindi iniziare da una corretta pulizia intestinale.

La pulizia del colon nella storia

Sebbene in passato l’alimentazione fosse più sana rispetto ai nostri giorni, l’abitudine di pulire il colon era già conosciuta e utilizzata.

Gli antichi guaritori egizi, 3500 anni, avevano descritto sui papiri la tecnica della pulizia del colon sotto forma di irrigazione con acqua.

Il padre dell’idroterapia odierna è però Priessnitz, che riteneva la pulizia del colon parte integrante delle sue cure con l’acqua, trattando con successo oltre 40.000 pazienti.

Anche Kneipp, conosciuto per le sue terapie a base d’acqua, consigliava la pulizia del colon.

parassiti intestinali intestino
PULIZIA DEL COLON NELLA STORIA – Nella storia della medicina l’abitudine di pulire l’intestino nei passaggi di stagione, o in caso di patologia, era assai frequente. Il lavaggio del colon era considerato dai medici un vero e proprio strumento terapeutico. Successivamente la medicina si è orientata alla farmacologia, ed oggi i medici considerano la pulizia del colon alla stregua di un semplice lassativo. Il dr. J.E.G. Waddington scrive: “Nonostante i lavaggi intestinali abbiano origine nei tempi biblici, sembra che ancora ci sia una grande ignoranza riguardo ai benefici terapeutici di questo rimedio”.

Quando la pulizia del colon è consigliata

La pulizia del colon è consigliata soprattutto in caso di: Stipsi, meteorismo, alitosi, colon irritabile, diverticolite, parassitosi, micosi intestinali (candida), colon atonico, prostatite, cistite cronica, diabete, obesità, cellulite, malattie della pelle, psoriasi, asma bronchiale, allergie, intolleranze alimentari, caduta dei capelli, autointossicazione, astenia, depressione, deficit della concentrazione, cefalee, artrite, artrosi, come supporto nelle diete, come preparazione per uno studio diagnostico, preparazione prima di un intervento chirurgico, rieducazione del transito intestinale.

Quando la pulizia del colon è sconsigliata

In alcuni casi la pulizia del colon, oltre a non essere efficace, è sconsigliata: blocco fecale acuto, parassitosi, diverticolosi e diverticolite, colite, morbo di Crohn o altre patologie emorragiche i cui si denota perdita di sangue con le feci, gravidanza, emorroidi o ragadi o fistole anali, poliposi, cancro del colon retto, grave malattia cardiaca o cardiopatia, ipertensione, anemia, perforazioni, emorragie, patologie o infezioni del tratto intestinale, ernie addominali, insufficienza renale.

I benefici della pulizia del colon

Sono molti i benefici di una corretta pulizia intestinale:

  • Riduzione della costipazione e gonfiore addominale
  • Eliminazione di muco, gas intestinale, tossine, particelle alimentari non digerite
  • Miglioramento dei disturbi digestivi, riduzione dell’alitosi e del reflusso gastrico
  • Migliore assimilazione dei nutrienti
  • Miglioramento delle funzioni epatiche e renali
  • Miglioramento dello stato della pelle
  • Migliore idratazione generale
  • Rafforzamento del sistema immunitario
  • Diminuzione delle patologie legate all’accumulo di tossine
  • Diminuzione della stanchezza e debolezza
  • Miglioramento di vista e udito
  • Miglioramento di patologia quali asma, allergie, problemi respiratori
  • Disintossicazione generale dell’organismo
  • Miglioramento di malattie ginecologiche, come vaginite, leucorrea e candidosi, oppure ciclo mestruale doloroso
  • Migliorano le malattie alle vie urinarie, per esempio cistite e infiammazioni
  • Miglioramento dei disturbi all’apparato osteoarticolare, come reumatismi e artrosi
  • Perdita di peso e minor desiderio di mangiare zuccheri semplici e prodotti raffinati, ma allo stesso tempo maggiore idratazione tonicità per chi è già magro
  • Effetto drenante e anticellulite
  • Aumento delle difese immunitarie
  • Maggiore vitalità

 

 

 

Come praticare la pulizia del colon fai-da-te

enteroclisma clistere camomilla
ENTEROCLISMA – Un colon pulito e sano è la base per la salute di tutti gli organi e dei tessuti del corpo: le tossine d’origine intestinale, trasportate nel corpo dal flusso sanguigno, vanno a fissarsi preferibilmente in luoghi dove è meno la resistenza organica, intossicando progressivamente tutto l’organismo. Scopri di più su Pulizia del colon fai-da-te, come fare un clistere.

 

sale himalaya
PULIZIA DELL’INTESTINO DALL’INTERNO – Il modo più efficace ed economico per effettuare un lavaggio intestinale per via interna è attraverso acqua e sale. Il sale, disciolto in una soluzione specifica con l’acqua, ha la funzione non far assorbire l’acqua e di farla passare così com’è per tutto l’intestino, ripulendolo dalle scorie. Scopri di più su Pulizia dell’intestino dall’interno: rimedi sostitutivi ed efficaci del clistere.
Libri consigliati
Intestino libero
Curarsi e purificarsi con l'igiene intestinale
Il Benessere dell'intestino
L'intestino felice
I segreti dell'organo meno conosciuto del nostro corpo
Proteggi l'intestino
E' il custode della tua salute e della tua linea
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/01/intestino-immagine.jpg?fit=1024%2C725https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/01/intestino-immagine.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleRimedi naturaliSlideralimentazione,naturopatia,rimedi naturaliIl modo di alimentarsi dell'essere umano si è molto modificato nel corso dell'ultimo secolo: la sempre più ampia disponibilità di alimenti, insieme a una loro maggiore e costante raffinazione, ha portato l'organismo umano ad appesantirsi e a soffrire di patologie prima inusuali. Il risultato di questa dieta ricca di grassi...