nomi lettera L bimbonaturale“Nomina sunt omina”

Così i latini esprimevano la loro convinzione secondo cui ogni nome è un presagio, perché ponte sonoro tra l’uomo e la realtà: ogni nome ci evoca immagini, sensazioni, emozioni, pensieri, che gli sono stati associati nel corso degli anni. Il nome è energia, che l’uomo incanala in un veicolo fonico.

Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare uno spazio alla scelta del nome, perché ogni mamma possa avere uno spunto di riflessione su come immagina il suo bambino, come sente che sarà e su cosa le piacerebbe dirgli tutte le volte che lo chiama.

Nomi con la lettera L

Laerta, Laerzia / Laerte, Laerzio

È un nome di tradizione classica, portato nell’Odissea da Laerte, re di Itaca e padre di Ulisse, in parte popolarizzato anche da un personaggio così chiamato nell’Amleto di Shakespeare, Laerte, fratello di Ofelia.

Dal greco Laertes = "che unisce il popolo"

È un nome adespota, cioè non è portato da alcun santo. L’onomastico ricorre quindi il 1º novembre, in occasione di Ognissanti.

Laila, leila, Leyla, Leilah, Lela, Lila

Layla bint Mahdi ibn Saʿd è un personaggio di una storia romantica che fu molto popolare nella Persia e nell’Arabia medievali, quella di Layla e Majnun. Questo nome si diffuse nell’Ottocento per vie letterarie, prima tramite alcuni romanzi di lord Byron ( Il Giaurro e Don Giovanni), e poi grazie all’opera di Bizet del 1863 “I pescatori di perle”. In italiano giunse nel 1910, con il romanzo di Antonio Fogazzaro “Leila”.

Dall'arabo Laylah = "scura come la notte"

È un nome adespota, cioè non è portato da alcun santo. L’onomastico ricorre quindi il 1º novembre, in occasione di Ognissanti.

Lamberta / Lamberto, Lambert,  Lambertus

La sua diffusione in Inghilterra dal XII secolo era dovuta probabilmente all’immigrazione di gente dalle Fiandre, dove era molto venerato san Lamberto di Maastricht. San Lamberto è protettore dei dentisti.

Dal longobardo Landoberht = "illustre nel paese"

Onomastico: 14 aprile, san Lamberto di Lione, vescovo – 26 maggio, san Lamberto di Vence, vescovo – 19 giugno, san Lamberto di Saragozza, martire- 25 giugno, san Lamberto Begue – 22 agosto, san Lamberto, abate – 19 settembre, san Lamberto di Frisinga, vescovo – 9 ottobre, san Lamberto, monaco – 17 settembre, san Lamberto di Maastricht.

Landa / Lando

Per significato e onomastico vai a Orlando.

Lara, Larissa, Larisse, Larunda, Laronda / Laro

Lara deriva dal russo: è l’abbrevazione del più diffuso nome femminile Larissa. Esso è attestato però anche più indietro nel tempo, nella cultura latina. Nel secondo libro dei Fasti di Ovidio, ai versi 583-616, è raccontata la storia di una ninfa di nome Lara (in altri testi denominata Larissa) che venne punita da Giove per non averlo aiutato a tendere un’insidia alla ninfa Giuturna. Ovidio sembra qui rimaneggiare leggende provenienti dal substrato etrusco della religione e del folklore romani, in quanto Lasa sembra essere un nome di divinità nella religione etrusca. In altre versioni si afferma che Lara rivelò a Giunone di un adulterio di Giove, ed egli per questo le tagliò la lingua; in seguito si unì con Mercurio dando origine alla popolazione dei Lari.

Può derivare dal al latino lār ="casa", dal greco laros, un tipo di uccello acquatico, o dal greco laleo = "parlare"

È un nome adespota, cioè non è portato da alcun santo. L’onomastico ricorre quindi il 1º novembre, in occasione di Ognissanti.

Laura, Loretta, Laren, Lauren, Lora, Lauria / Lauro

Per estensione, indica colei che porta l’alloro, in riferimento alla corona di alloro che veniva posta sul capo dei poeti e dei generali vittoriosi. L’etimologia quindi lega questo nome a Lorenzo. Il nome latino Laurea, trasformatosi successivamente in Laura, si affermò in epoca imperiale sul modello del greco Dafne, rafforzandosi nel Medioevo con la formazione di numerosi alterati e derivati. La grande diffusione è dovuta alla Laura cantata da Francesco Petrarca nel suo Canzoniere e nei Trionfi.

Nome latino connesso con laurum, l’alloro, albero sacro ad Apollo e simbolo di sapienza e saggezza. Un’altra possibile derivazione è dall’antico celtico Laur che significava sufficiente, bastante, soddisfacente.

L’onomastico si festeggia il 19 ottobre in ricordo di santa Laura, vedova e martire a Cordova nell’anno 864, oppure:22 gennaio, beata Laura Vicuña, vergine – 29 maggio, santa Laura- 20 agosto, santa Laura- 21 ottobre, santa Laura di Santa Caterina da Siena.

Lavinia, Lavina, Lavena/ Lavinio, Lavino

Lavinia leggendaria principessa italica, figlia del re Latino e della regina Amata. Secondo la tradizione epica latina fu sposa di Enea, al quale diede un figlio Silvio, che successe come Re di Alba Longa al fratellastro Ascanio o Iulo, figlio di Enea e di Creusa.

Dall'etrusco, con significato incerto, forse significa  "purezza"

In quanto nome adespota, cioè che non è portato da alcuna santa, l’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre per la festa di Ognissanti.

Lena

Per significato e onomastico vai a Maddalena.

Leonarda / Leonardo, Leonard, Lennar

Venne portato da un santo franco del V secolo, Leonardo di Noblac, che fu molto popolare durante il Medioevo

Dal longobardo Leon= "Leone" e hard = "valoroso", "coraggioso"

L’onomastico si festeggia  il 6 novembre, in memoria di san Leonardo di Noblac, ma anche: 30 marzo, san Leonardo Murialdo, sacerdote- 9 luglio, san Leonardo Wechel – 23 luglio, beato Leonardo da Recanati- 18 agosto, beato Leonardo, abate di Cava- 15 ottobre, san Leonardo di Vandoeuvre- 23 ottobre, beato Leonardo Olivera Buera- 18 novembre, san Leonardo Chimura, martire – 26 novembre, san Leonardo da Porto Maurizio.

Leona, Lea, Leonarda, Leonne, Leonia / Leo,  Leone, Lionello

In periodo medievale, il nome era molto popolare nella comunità ebraica inglese. Oltre a Leo e Lev, hanno lo stesso significato di Leone anche i nomi Osama e Ari.

Dal longobardo Leon= "Leone"

L’onomastico si festeggia generalmente in memoria di san Leone Magno, papa e Dottore della Chiesa, il 10 novembre, si ricorda anche: 20 febbraio, san Leone II il Taumaturgo – 1º marzo, san Leone di Bayonne, vescovo e martire – 14 marzo, san Leone, vescovo e martire a Roma – 19 aprile, san Leone IX, papa – 22 aprile, san Leone di Sens, vescovo – 2 maggio, san Leone, confessore, patrono di di San Martino in Pensilis – 12 giugno, san Leone III, papa – 3 luglio, san Leone II, papa – 12 luglio, san Leone I, abate di Cava – 17 luglio, san Leone IV, papa – 20 luglio, san Leone Ignazio Mangin, sacerdote gesuita e martire a Zhujiahe, Cina -10 ottobre, beato Leon Wetmański, vescovo e martire – 31 ottobre, beato Leon Nowakowski, sacerdote e martire a Piotrków Kujawski.

Leda /Ledo

Nella mitologia greca Leda era una donna, figlia di Testio e moglie di Tindaro, dominatore e re di Sparta. La leggenda narra che Zeus, innamoratosi di lei, si trasformò in un cigno e si accoppiò con Leda sulle rive del fiume Eurota, e la donna generò due uova. Il marito di Leda, Tindaro, si giacque con la stessa nel corso della medesima notte per cui da un uovo sarebbero usciti i Dioscuri, Castore e Polluce, mentre dall’altro Elena e Clitennestra.

Dal latino Lada="sposa", "donna" oppure Lede=”che ingiuria”

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre per la festa di Ognissanti, in quanto non esistono sante con questo nome che è quindi adespota.

Leonora, Leonor

Per significato e onomastico vai a Eleonora.

Leopolda / Leopoldo, Leopold, Liutbald

Era un nome molto comune fra le casate nobili tedesche. Il suo uso in inglese prese il via sostanzialmente nel XIX secolo, in onore di Leopoldo I del Belgio, zio della regina Vittoria, dal quale prese il nome anche suo figlio Leopoldo.

Dal tedesco Liutbald = "valoroso fra il popolo"

L’onomastico viene festeggiato il 15 novembre in ricordo di san Leopoldo il Pio, altre date: 9 febbraio, beato Leopoldo da Alpandeire Marquez Sanchez- 2 aprile, beato Leopoldo da Gaiche, francescano, detto “apostolo dell’Umbria”- 30 luglio (o 12 maggio), san Leopoldo da Castelnuovo.

Letizia,  Laetitia, Ledicia,  Letícia, Lettice, Letice, Lettyce, Lettys / Letizio

Nome augurale, era portato, nella mitologia romana, dalla dea dell’abbondanza, della fertilità e della gioia. In Inghilterra cominciò ad essere usato in epoca medievale,In Italia  la sua diffusione potrebbe essere in parte dovuta al fatto di essere stato portato dalla madre di Napoleone, Letizia Ramolino, il cui nome Carducci commentò con le parole: Bel nome italico, che ormai sventura suona nei secoli. La sua ripresa sul finire del Novecento è stata aiutata da “Donna Letizia”, uno pseudonimo con cui Colette Rosselli teneva una serie di rubriche di galateo su alcuni settimanali.

Dal latino Laetitia = "gioia", "felicità", "allegria"

L’onomastico si festeggia in memoria di santa Letizia, festeggiata, a seconda delle fonti, il 13 marzo, il 9 luglio o il 21 ottobre.

Lia, Lietta, Lea, Leah / Lio

Nome di tradizione biblica, in quanto portato da Lia, la prima moglie di Giacobbe. La variante Leah era comune tra gli ebrei durante il Medioevo. Lia potrebbe anche derivare da altri nomi quali Amalia, Rosalia, Eulalia…

Dall'ebraico leah = "mucca", secondo altre origini viene tradotto come "laboriosa" o "signora"

L’onomastico viene festeggiato il 1º giugno in ricordo di santa Lia, martire.

Libera, Liberia / Libero, Liberio

Rappresenta un nome ideologico riferito al valore della “libertà”. In parte il femminile può riferirsi alla devozione per la Madonna, libera dal peccato originale.

Dal latino Liber = "libero"

L’onomastico si festeggia il 23 settembre.

Licia / Licio

Diffusosi in epoca rinascimentale come ripresa colta del nome classico greco, nel Novecento è stato riscoperto in seguito alle fortune del romanzo Quo vadis? di Henryk Sienkiewicz, di cui Licia è l’eroina cristiana. Il successo del romanzo fu amplificato dai numerosi film prodotti successivamente, tanto che molti genitori, soprattutto dell’Italia settentrionale, adottarono il nome della principessa orientale per le loro figlie.

Deriva dal greco Lykios e Lykia, nomi etnici adoperati per indicare i Lici, gli abitanti della Licia, regione dell'Asia anteriore.

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre per la festa di Ognissanti, in quanto non esistono sante con questo nome che è quindi adespota.

Lidia, Lydia, Lidiana / Lidio, Lidiano

Il nome è portato, nel Nuovo Testamento, da una donna di Thyatira convertita da san Paolo, citata come esempio di donna cristiana e venerata come santa dalla maggioranza delle Chiese.

Dal greco Lydia = "abitante della Lidia" (regione dell'Asia Minore)

L’onomastico viene festeggiato il 20 maggio in ricordo di santa Lidia di Thyatira.

Liliana, Liliosa, Lilian, Liana, Lilia, Lilliana / Liliano, Lilliano

Riprende il nome inglese Lillian, originatosi probabilmente come ipocoristico di Elizabeth e che è in uso sin dal XVI secolo

Viene considerato come derivato dal latino lilium = "giglio"

Onomastico il  27 luglio, in memoria di santa Liliosa, vergine e martire.

Lilith

Lilith è il demone femminile della religione mesopotamica, associato alla tempesta, ritenuto portatore di disgrazia, malattia e morte. La figura di Lilith appare inizialmente in un insieme di demoni e spiriti legati al vento e alla tempesta, come è il caso nella religiosità sumerica di Lilitu, circa nel 3000 a.C. Qualcuno ha osservato che Lilith sembra essere il corrispondente pagano della Madonna, ma, mentre questa schiaccerà il serpente e lo dominerà, Lilith ne è attratta, quasi inconsapevole, e ne è avvolta, quasi connivente nello scoprire i segreti della natura umana.

Dall'ebraico Lilith = "notte"

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre per la festa di Ognissanti, in quanto non esistono sante con questo nome che è quindi adespota.

Lina /Lino

Diminutivo di diversi nomi, quali Adelina – Adelino, Paolina- Paolino, Carolina, Evelina, Angelina – Angelino, Messalina, Guendalina, Marcellina, Rosalina…

Linda, Lynd, Lindie, Linta, Linzia / Lindo, Linto, Linzio

Rappresenta la forma abbreviata di numerosi nomi di origine germanica come Adelinda, Ermelinda, Gelinda, Rosalinda, Teodolinda, Zelinda. È popolarmente accostato all’italiano “lindo”, ossia pulito, oppure allo spagnolo linda cioè graziosa.

Etimologicamente può essere ricondotto all'italiano "linda" = "pulita", "splendente" oppure allo spagnolo linda = "graziosa", "bella"

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre per la festa di Ognissanti, in quanto non esistono sante con questo nome che è quindi adespota.

Lisa

Per significato e onomastico vai a Elisa.

Liù

Nome di matrice teatrale, reso celebre dalla famosa opera lirica di Puccini “Turandot”

Dal tedesco Liut = “popolo”

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre per la festa di Ognissanti, in quanto non esistono sante con questo nome che è quindi adespota.

Livia, Liv, Liviana / Livio, Libius

Era portato da una gens romana, la Livia, tra cui spicca soprattutto lo storico Tito Livio.

Dal latino Livius = "di colore pallido"

L’onomastico si festeggia il 23 febbraio in ricordo di san Livio.

Lodovica, Ludovica / Lodovico, Ludovico, Ludvig

È un nome di origine germanica e di tradizione francone. Deriva dalle forme medioevali Clodovicus e Clodoveo, adattati poi come Lodovicus e Ludovicus.

Dal tedesco Hlodowig = "combattente valoroso"

L’onomastico si festeggia il 25 agosto in ricordo di san Ludovico IX (o Luigi), re dei Franchi.

Loredana, Oredana, Lory, Lorediana / Loredano

Il nome è stato reso popolare, in epoca moderna, da alcune opere letterarie: George Sand, Mattea (1833) e Luciano Zuccoli, L’amore di Loredana (1908).

Sono state proposte due etimologie:1) Variante di Lauretana, epiteto (Vergine Lauretana) della statua mariana del XIV secolo venerata nel Santuario della Santa Casa di Loreto. 2)Il nome, diffuso nell'area veneta, potrebbe derivare da Loredan (identica etimologia dal latino Laurentum), cognome di una famiglia dogale veneziana.

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre per la festa di Ognissanti, in quanto non esistono sante con questo nome che è quindi adespota.

Lora, Lorella, Lora, Lorina, Lorisa / Loris, Lorio, Lorino, Lores

Rappresenta il diminutivo di vari nomi tra cui Eleonora, Laura, Lorenza, Loredana e, in particolare per la forma Loretta, Loreta.

Etimologicamente può essere associato al nome Laura, dal latino laurus ="alloro"

Onomastico: 27 dicembre

Lorena,  Lorraine, Laraine, Lauraine, Loraine, Lorainne, Lorayne

Riprende il toponimo della Lorena, una regione della Francia orientale, in francese Lorraine

Dal latino medievale Lotharingia (Lothari regnum) ="regno di Lotario"

Il nome è adespota, cioè non esiste alcuna santa che lo porti, quindi l’onomastico ricorre il 1º novembre, festa di Tutti i Santi.

Lorenza, Renza, Enza / Lorenzo, Renzo, Enzo, Laurenzio, Loris

La sua iniziale diffusione negli ambienti cristiani è dovuta alla devozione verso san Lorenzo, il diacono che venne arso vivo sulla graticola.  La sua diffusione è avvenuta grazie al celebre personaggio de “I Promessi Sposi” di Manzoni, Renzo Tramaglino

Dal latino Laurentius = "cittadino di Laurentum"

L’onomastico viene festeggiato principalmente il 10 agosto in ricordo di san Lorenzo, martire, patrono di bibliotecari, cuochi, librai, pasticcieri, vermicellai, pompieri, rosticcieri e lavoratori del vetro. Altre date: 8 gennaio, san Lorenzo Giustiniani, primo patriarca di Venezia- 2 febbraio, san Lorenzo di Canterbury- 7 febbraio, san Lorenzo Maiorano- 25 febbraio, san Lorenzo Bai Xiaoman- 30 aprile, san Lorenzo di Novara- 6 giugno, beato Lorenzo da Villamagna, francescano- 12 giugno, beato Lorenzo Maria di San Francesco Saverio- 21 luglio, san Lorenzo da Brindisi- 25 luglio, san Lorenzo I Litta- 21 settembre, san Lorenzo Imbert- 27 settembre, beato Lorenzo da Ripafratta – 28 settembre, san Lorenzo Ruiz- 14 novembre, san Lorenzo O’Toole- 20 dicembre, san Lorenzo Company- 30 dicembre, san Lorenzo da Frazzanò.

Luana, Luanna / Luano

Il nome è ripreso dal film di King Vidor del 1932 Luana, la vergine sacra, interpretato da Dolores del Río e ambientato in Polinesia.

Dall’hawaiano Lua Nuu,appellativo di un Noè polinesiano che si è salvato dal diluvio universale.

Non esistono sante che portano questo nome, quindi è adespota. L’onomastico può essere festeggiato in occasione di Ognissanti, il 1º novembre.

Luchina / Luca, Lukas, Luc, Luko

La prima occorrenza che si ha del nome è nell’Eneide di Virgilio, dove Lucas è uno dei condottieri dell’esercito di Turno. Venne in seguito portato da san Luca, un dottore che accompagnò san Paolo nei suoi viaggi; grazie a lui, il nome ebbe facile diffusione in tutta la cristianità. Nel Duecento Luca si trovava anche scritto Luco e Lucho, in particolare a Siena.

Dal greco Lukas = "della Lucania"

L’onomastico è festeggiato il 18 ottobre in ricordo di san Luca, autore del Vangelo di Luca e degli Atti degli Apostoli, patrono di medici e artisti. Si ricordano anche: 13 gennaio, san Luca Thin- 5 febbraio, san Luca di Demenna – 7 febbraio, san Luca il Giovane- 17 febbraio, beato Luca Belludi- 27 febbraio, san Luca di Messina- 1º marzo, san Leone Luca di Corleone- 2 marzo, san Luca Casali da Nicosia- 4 maggio, beato Luca da Toro- 30 maggio, san Luca Kirby- 5 giugno, san Luca Vu Ba Loan- 10 ottobre, san Luca di Melicuccà detto “il Grammatico”- 19 ottobre, san Luca Alonso Gorda.

Luce, Lucia, Luciana, Lucilla / Luciano, Lucio

Nell’antichità venivano chiamati con tale nome i bambini nati di giorno San Lucio, protettore dei caseari. Lucia è stato uno dei nomi più popolari in Italia, risultando il settimo nome femminile per diffusione nel XX secolo. La sua diffusione può essere ricondotta in primo luogo al culto della martire siracusana Lucia, assai venerata durante il Medioevo e grazie alla quale si diffuse in tutta l’Europa cristiana; in seguito, si è mantenuto vivo grazie alla popolarità di due personaggi, Lucia Ashton, protagonista dell’opera lirica Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti e Lucia Mondella, eroina del romanzo I promessi sposi di Alessandro Manzoni.

Dal latino Lux = "luce"

Onomastico: 13 dicembre in memoria di santa Lucia, vergine e martire a Siracusa, patrona della vista- 31 ottobre in ricordo di santa Lucilla – 18 gennaio, san Lucio, vescovo e martire.

Lucrezia, Lucretia / Lucrezio, Lucretio

Deriva dal gentilizio Lucretia, forma femminile di Lucretius, portato da una gens romana.

Dal latino Lucretia = "abitante della Lucretia"

L’onomastico può essere festeggiato: 13 febbraio, beata Lucrezia Bellini – 15 marzo, santa Lucrezia o Leocrizia, martire – 23 luglio, beata Lucrecia García Solanas- 11 settembre o 24 dicembre, beata Lucrezia Cadamosto- 23 novembre, santa Lucrezia, vergine e martire.

Ludmilla, Ludmila

Ludmilla di Boemia, o Ludmila, nonna di san Venceslao, duchessa di Boemia, è venerata come santa e martire dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa.

Dallo slavo Ludmila = "amata dal popolo"

L’onomastico si festeggia il 16 settembre in onore di santa Ludmilla, duchessa di Boemia e martire.

Luisa, Luigia, Luisella, Louise / Luigi

Deriva dall’antico francone Hlodowig, composto dalle parole hlod, “glorioso” e wig, “battaglia”. Il nome venne tradotto poi nel latino Clodovicus (da cui derivano anche i nomi Clodoveo, Ludovico e Aloisio), attraverso l’antico francese Looïs e successivamente Louis, divenne infine l’italiano Luigi. Il significato complessivo è “valoroso in battaglia” e dunque anche “uomo illustre”. La sua diffusione è avvenuta grazie all’opera lirica di Verdi “Luisa Miller” San Luigi è il patrono degli studenti

Dal tedesco Hlodwig = "combattente valoroso"

Luisa si festeggia il 15 marzo in ricordo di Santa Luisa de Marillac, vedova Le Gras, fondatrice, insieme a San Vincenzo de’ Paoli, delle figlie della carità -Luigia si festeggia il 17 ottobre in onore di santa Luigia – Luigi si festeggia il 21 giugno in onore di Luigi Gonzaga e il 25 agosto in memoria di Luigi IX.

Luna, Lunella, Lunina

Deriva dal latino, col significato proprio di “Luna”,  lo stesso significato di Selene e Chandra; nel 1400 il nome era usato in alchimia per indicare l’argento. Nella mitologia romana, Luna era il nome di una divinità corrispondente a Selene.

Dal latino Luna = "luna"

L’onomastico viene festeggiato il 1º novembre, festa di Ognissanti, poiché il nome è adespota, cioè non è portato da alcuna santa.

Lupo, Lupus, Lope, Lupicino

Continua il nome latino Lupus, che significa “lupo”, con lo stesso significato dei nomi Boris, Bleddyn, Ulf, Wolf e Farkas.

Dal latino Lupus = "lupo"

L’onomastico si festeggia generalmente il 29 luglio in memoria di san Lupo di Troyes, vescovo del V secolo che, secondo la leggenda, convinse Attila a risparmiare la città. Oppure il 3 febbraio, san Lupicino di Lione, vescovo.

Libri consigliati
Nomi & segni zodiacali
Scegliere il nome del tuo bambino in accordo con le caratteristiche del suo segno
Il libro dei nomi
Per lui e per lei
Nomi
Origine, significato, giorno di festa
Il messaggio racchiuso nei nomi
Prodotti utili
Nome adesivo
Decorazione per cameretta personalizzabile
Lettera decorativa per nomi bambini
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/09/nomi-lettera-L-bimbonaturale.jpg?fit=875%2C527https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/09/nomi-lettera-L-bimbonaturale.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleNomiSlidernomi“Nomina sunt omina” Così i latini esprimevano la loro convinzione secondo cui ogni nome è un presagio, perché ponte sonoro tra l’uomo e la realtà: ogni nome ci evoca immagini, sensazioni, emozioni, pensieri, che gli sono stati associati nel corso degli anni. Il nome è energia, che l’uomo incanala in...