Nomi lettera D bimbonaturale12“Nomina sunt omina”

Così i latini esprimevano la loro convinzione secondo cui ogni nome è un presagio, perché ponte sonoro tra l’uomo e la realtà: ogni nome ci evoca immagini, sensazioni, emozioni, pensieri, che gli sono stati associati nel corso degli anni. Il nome è energia, che l’uomo incanala in un veicolo fonico.

Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare uno spazio alla scelta del nome, perché ogni mamma possa avere uno spunto di riflessione su come immagina il suo bambino, come sente che sarà e su cosa le piacerebbe dirgli tutte le volte che lo chiama.

Nomi con la lettera D

Dafne, Daphne / Dafni

Il nome è portato da Dafne, una ninfa della mitologia greca che, per sfuggire al dio Apollo che si era invaghito di lei, si fece trasformare in una pianta d’alloro. Anche la forma maschile ha tradizione classica, essendo anche Dafni un personaggio mitologico, figlio di Ermes.

Dal greco Daphne = "alloro"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, per la ricorrenza di Ognissanti.

Daisy

È il nome inglese del fiore della margherita[1], e fa quindi parte di quell’ampia schiera di nomi ispirati al mondo floreale, assieme con Viola, Giacinta, Dalia, Mimosa etc.

Dall'inglese antico dægeseage = "occhio del giorno"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, per la ricorrenza di Ognissanti.

Dalia, Dalya, Dahlia, Daliana / Dalio, Daliano

Si tratta di un nome augurale che riprende il fiore, la dalia, il cui nome deriva dal cognome del botanico svedese Anders Dahl che la scoprì nel 1788 in Messico, il fiore è infatti considerato un simbolo di quella nazione.  In lituano dalia significa “fato”, “fortuna”, ed è il nome di una dea della tessitura, del fato e della nascita dei bambini. Inoltre, in ebraico dalia significa “ramo”

Dal nome Dahl, botanico che ha scoperto questo fiore.

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre, giorno di Ognissanti.

Dalila, Dalilah, Delilah, Delila

Dalila è è un personaggio biblico protagonista del capitolo 16 del libro dei Giudici, di cui si innamora Sansone,  eroe dalla forza prodigiosa che deve liberare gli ebrei dal dominio filisteo. I capi dei Filistei promettono a dalila molto denaro affinché, usando le sue arti di seduzione, si faccia rivelare da Sansone il segreto della sua forza. Alla domanda di Dalila, Sansone per tre volte risponde con una motivazione che si rivela sbagliata, finché, dopo molte insistenze, Sansone cede, e le rivela che la sua forza proviene dalla sua condizione di nazireo, cioè dal fatto che non si è mai tagliato i capelli. Così quando Dalila gli fa radere il capo, Sansone perde le forze, e i filistei hanno la meglio su di lui.

Dall'ebraico Delilah = "delicata", "debole", "amorosa"

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre, giorno di Ognissanti.

Damiana / Damiano, Damien, Damjan, Damian

L’origine è incerta; alcune fonti lo riconducono al nome di Damia, una divinità greca della fertilità. La diffusione del nome nell’Europa cristiana è dovuta in particolare al culto verso san Damiano

Dal greco Damao = "domare"

L’onomastico viene festeggiato solitamente il 26 settembre in onore di san Damiano d’Arabia. Altre date: 12 febbraio, san Damiano d’Africa, soldato e martire- 12 febbraio, san Damiano di Roma, martire- 16 marzo, san Damiano di Terracina, diacono e martire – 12 aprile, san Damiano di Pavia, vescovo- 15 aprile, san Damiano de Veuster, missionario.

Daniela, Danila, Danielle, Daniella / Daniele, Danilo, Daniel, Daniello

È un nome di tradizione biblica, portato dal profeta Daniele, autore dell’omonimo libro dell’Antico Testamento. Inoltre Daniele è anche un angelo menzionato nell’apocrifo Libro di Enoch.

Dall'ebraico Daniel = "Dio è il mio giudice"

L’onomastico può essere festeggiato: 3 gennaio, san Daniele di Padova, diacono e martire- 16 febbraio, san Daniele, martire – 4 marzo, san Daniele di Russia – 10 luglio, san Daniele, martire – 21 luglio, san Daniele, profeta – 11 settembre, san Daniele, vescovo – 10 ottobre, san Daniele Comboni, missionario e vescovo – 10 ottobre, san Daniele, religioso e martire -11 dicembre, san Daniele lo Stilita, sacerdote che visse su una colonna a Costantinopoli per trentatré anni.

Dante, Durante, Durando

Del tutto privo di una tradizione classica, il nome è però ben attestato in periodo medievale e si tratta di un nome augurale tipicamente cristiano. Ad oggi la forma originaria del nome, Durante, è del tutto inutilizzata, mentre è molto più diffuao e conosciutala forma abbreviata “Dante”, grazie alla notorietà del poeta Dante Alighieri.

Dal latino Durare = "durare, preservare"

L’onomastico può essere festeggiato il 23 gennaio, giorno di san Durando, vescovo di Liegi.

Daria, Darja / Dario

Deriva dal nome persiano Dārayavahush, nome tradizionale della dinastia dei re Achemenidi. Il nome compare anche nella Bibbia, dove viene citato Dario I di Persia, il sovrano che permise agli ebrei di riedificare il Tempio di Gerusalemme.

Dal persiano Darayavahush = "che mantiene il bene"

L’onomastico si festeggia  il 19 dicembre in ricordo di san Dario, martire a Nicea.

Davida /Davide, David, Dave, Davino

Davide è stato il secondo re d’Israele durante la prima metà del X secolo a.C. Le sue vicende, risalenti all’epoca ebraica, sono raccontate nel primo e nel secondo libro di Samuele, nel primo libro dei Re e nel primo libro delle Cronache.La vita di Davide è di particolare importanza nelle tre religioni abramitiche: l’ebraismo, il cristianesimo e l’islam. Nell’ebraismo, Davide, della tribù di Giuda, è il re di Israele e da lui discenderà il Messia. Nel cristianesimo, da Davide discende Giuseppe, padre putativo di Gesù. Nell’islam, Davide è considerato un profeta. In Italia, secondo l’ISTAT, Davide è stato il decimo nome maschile più utilizzato per i nuovi nati nel 2006.

Dall'ebraico Dawidh = "amato da Dio"

L’onomastico viene festeggiato il 29 dicembre, in ricordo del Re Davide. Si ricordano inoltre: 1º gennaio, san Davide III il Restauratore- 11 gennaio e 24 maggio, san Davide I di Scozia, re- 30 gennaio, san David Galvan Bermudez, martire – 1º marzo, san David del Galles, o “di Menevia”, vescovo e patrono del Galles- 12 aprile, san David Uribe Velasco, martire – 3 giugno, san Davino armeno, o di Lucca, pellegrino- 26 giugno, san Davide di Salonicco, eremita- 15 luglio, san Davide di Svezia, o “di Västerås”, monaco cluniacense, vescovo ed evangelizzatore della Svezia – 28 luglio, beato Davide Carlos- 15 agosto, san David Roldan Lara, martire – 27 agosto, san Davide Enrico Lewis, sacerdote e martire- 15 ottobre, san David, martire.

Debora,Deborah, Debra, Debbie, Depke

Nella Bibbia Debora era una profetessa, l’unica donna a far parte dei giudici ed è anche il nome della balia di Rebecca. Il nome è stato a lungo comune fra gli ebrei, e venne usato per la prima volta in inglese dai Puritani, dopo la Riforma protestante. Si è affermato in Italia soprattutto negli anni dal 1940 al 1960 per la popolarità dei film interpretati dall’attrice Deborah Kerr.

Dall'ebraico deborah = "ape"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, in memoria di Debora, profetessa dell’Antico Testamento.

Deianira, Dejanira, Dejamira, Janira, Jamira

Deianira è una figura della mitologia greca, era figlia di Oineo, re di Calidone, e di Altea. In una versione diversa, era nata dagli amori di quest’ultima e Dioniso, il dio della vite, il quale la concepì durante una sua visita all’amico Oineo. 157 Dejanira è un asteroide della fascia principale del sistema solare.

Dal greco deianira = "colei che infiamma", "colei che illumina"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre per la festa di Ognissanti.

Delia / Delio

Delo è considerata il luogo di nascita del dio Apollo e della dea Artemide. Delo è infatti l’isola dove, secondo la mitologia greca, si rifugiò Latona per partorire lontano dall’ira di Era. L’isola in precedenza si chiamava Ortigia, ma alla nascita dei due figli di Latona fu riempita di luce, ed il suo nome venne cambiato in Delo (mostrata, rivelata).

Dal greco delia = "di Delo"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre per la festa di Ognissanti.

Demetra, Demetria / Demetrio, Dimitri, Dimitr

Antica Dea greca della natura e delle messi, Demetra simboleggia l’energia materna archetipica. Dea di fertilità, presiede al ciclo naturale di morte e rinascita. Figlia di Rea e di Crono, Demetra è descritta da Omero come sorella maggiore di Zeus, con cui concepì l’adorata figlia Persefone-Kore.

Dal latino dameter  = "madre terra" Madre terra è solo uno dei possibili significati del nome di Demetra.

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre per la festa di Ognissanti.

Desiderata, Désirée, Désiré, Desideria / Desiderato, Desiderio

Deriva dal nome latino Desideratus, dal significato evidente, “desiderato”, “atteso”, “voluto”

Dal latino desideratus = "desiderato"

L’onomastico si festeggia l’8 maggio, in memoria di san Desiderato di Bourges, vescovo, oppure il 27 luglio, san Desiderat0.

Diana, Dana, Diane, Daiana, Dijana, Dajana, Dyanna, Deanna

Nome di tradizione classica, richiama la dea romana Diana, signora delle selve, protettrice degli animali selvatici, custode delle fonti e dei torrenti, protettrice delle donne, cui assicurava parti non dolorosi, e dispensatrice della sovranità.

Dal latino diviana = "divina", "celeste", "luminoso", "splendente"

L’onomastico si può festeggiare il 10 giugno in memoria della beata Diana degli Andalò, monaca domenicana.

Diega / Diego, Diago, Diez, Iago

Nome di vasta diffusione in Spagna, ma di non semplice interpretazione: potrebbe infatti derivare dal nome Santiago, letteralmente “San Giacomo”, in questo caso Diego è associato al nome Giacomo.  Alcuni documenti medievali riportano questo nome nella forma Didacus, Diacus, da cui deriva il significato di “istruito”. In Italia Diego si è diffuso innanzitutto a partire dal sud del paese, sin dai tempi della dominazione spagnola dei Borboni, fino ad arrivare a tempi più recenti, in cui la fama di questo nome si è accresciuta grazie alla popolarità di Diego Armando Maradona, il celebre calciatore argentino che militò nel Napoli a cavallo tra gli anni ottanta e novanta.

Dal greco Didachos = "istruito"

L’onomastico viene generalmente festeggiato il 12 novembre in ricordo di san Diego d’Alcalá. Altre date: 15 gennaio, san Diego de Soto, martire- 9 dicembre, san Juan Diego Cuauhtlatoatzin, veggente di Guadalupe.

Diletta / Diletto

È un nome dal chiaro valore affettivo, usato soprattutto nella forma femminile, la forma maschile è utilizzata soprattutto in Toscana.

Dal latino dilecta= "amata, prescelta"

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre, in occasione di Ognissanti.

Dionisia, Denise, Dionigia, Denisa, Denice / Dionisio, Dionigi, Denis, Dennis

Dionisio è un dio della religione greca, che veniva identificato a Roma con il dio Bacco. Il Dioniso originario, legato alla vegetazione, rappresentava quell’energia naturale che, per effetto del calore e dell’umidità, portava i frutti delle piante alla piena maturità.In particolare Dioniso era legato soprattutto alla pianta della vite e all’edera. La forma francese del nome Dionisio,  Denis, era comune in Francia nel Medioevo e venne portata in Inghilterra dai Normanni, in seguito si sparse  in tutto l’occidente, ed è presente anche in Italia, sia nelle forme maschili Denis e Dennis che nella femminile Denise.

Dal greco Dionysos = "giovane figlio di Zeus"

L’onomastico si può festeggiare: 26 febbraio, san Dionigi, vescovo di Augusta- 8 aprile, san Dionisio, vescovo di Alessandria d’Egitto- 8 aprile, san Dionigi, vescovo di Corinto- 9 maggio, san Dionigi, vescovo di Vienne- 25 maggio, san Dionigi Ssebuggwawo, martire – 25 maggio, san Dionigi, vescovo di Milano- 24 agosto san Dionisio, vescovo di Zante – 3 ottobre, san Dionigi l’Areopagita, giudice dell’areopago e vescovo di Atene- 9 ottobre, san Dionigi, primo vescovo di Parigi e martire- 6 dicembre, san Dionisio, papa- 15 maggio, santa Dionisia, martire – 6 dicembre, santa Dionisia, martire- 12 dicembre, santa Dionisa, martire.

Domenica, Dominika, Dominique / Domenico, Domingo, Mimmo, Nino, Dominiko

Venne usato sin dal IV secolo col significato cristiano di “consacrato al Signore”, successivamente il suo uso si ampliò ed andò ad interessare i bambini nati il giorno di domenica.

Dal latino Dominicus = "consacrato al Signore"

L’onomastico può essere festeggiato: 22 gennaio, san Domenico di Sora, abate- 25 febbraio, beato Domenico Lentini, sacerdote – 6 maggio, san Domenico Savio – 25 giugno, san Domenico Henares, vescovo e martire – 8 agosto, san Domenico di Guzmán, fondatore dell’Ordine dei Frati Predicatori – 20 dicembre, san Domenico di Silos, abate.

Donata, Donatella, Donatilla / Donatello, Donato, Donaziano

Il nome ha significato estendibile, in ambienti cristiani, a “donato da Dio” e si è diffuso particolarmente per il suo valore religioso.

Dal latino Donatus = "regalato da Dio"

L’onomastico si può festeggiare: 9 febbraio, san Donato, martire – 30 aprile, san Donato di Evorea – 19 giugno, san Donato di Saint-Dié, vescovo- 7 agosto, san Donato d’Arezzo, vescovo e martire, patrono degli epilettici – 7 agosto, san Donato di Besançon, vescovo- 17 agosto, san Donato da Ripacandida (o Donatello), religioso – 19 agosto, san Donato di Sisteron, eremita- 22 ottobre, san Donato di Fiesole, vescovo- 13 novembre, san Donato di Montevergine, abate  – 10 dicembre, san Donato, martire – 31 dicembre santa Donata, martire – 17 luglio santa Donata, martire – 30 luglio santa Donatilla (o Donatella), martire.

Dorina, Dorinda, Dora, Doris / Dorian, Doriano

È la forma italiana di Dorian, nome usato per la prima volta da Oscar Wilde nel suo romanzo del 1891 Il ritratto di Dorian Gray.

Dal greco doron = "dono"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, per la festa di Ognissanti.

Dorotea, Dorothea, Doroteja, Dorete, Dorthe, Doris, Tea / Doroteo

Originariamente veniva usato per i figli attesi lungamente.

Dal greco Theodoros = "dono di Dio"

L’onomastico si festeggia: 6 febbraio, santa Dorotea vergine e martire , patrona dei fiorai- 6 febbraio, santa Dorotea di Alessandria, vergine- 12 marzo, san Doroteo, martire – 28 marzo, san Doroteo, servo di Diocleziano, martire – 23 maggio, san Doroteo, monaco – 5 giugno, san Doroteo di Gaza, asceta- 5 giugno, san Doroteo di Tiro, vescovo e martire – 25 giugno, santa Dorotea da Montau, vedova, patrona della Prussia.

Drago

E’ un nome proprio di persona slavo maschile, in particolare serbo, croato e sloveno.

Dallo sloveno Drag = "prezioso"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, per la festa di Ognissanti.

Libri consigliati
Nomi & segni zodiacali
Scegliere il nome del tuo bambino in accordo con le caratteristiche del suo segno
Il libro dei nomi
Per lui e per lei
Nomi
Origine, significato, giorno di festa
Il messaggio racchiuso nei nomi
Prodotti utili
Nome adesivo
Decorazione per cameretta personalizzabile
Lettera decorativa per nomi bambini
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/10/Nomi-lettera-D-bimbonaturale.jpg?fit=592%2C331https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/10/Nomi-lettera-D-bimbonaturale.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleNominomi12“Nomina sunt omina” Così i latini esprimevano la loro convinzione secondo cui ogni nome è un presagio, perché ponte sonoro tra l’uomo e la realtà: ogni nome ci evoca immagini, sensazioni, emozioni, pensieri, che gli sono stati associati nel corso degli anni. Il nome è energia, che l’uomo incanala in...