Nomi lettera C bimbonaturale“Nomina sunt omina”

Così i latini esprimevano la loro convinzione secondo cui ogni nome è un presagio, perché ponte sonoro tra l’uomo e la realtà: ogni nome ci evoca immagini, sensazioni, emozioni, pensieri, che gli sono stati associati nel corso degli anni. Il nome è energia, che l’uomo incanala in un veicolo fonico.

Per questo motivo abbiamo deciso di dedicare uno spazio alla scelta del nome, perché ogni mamma possa avere uno spunto di riflessione su come immagina il suo bambino, come sente che sarà e su cosa le piacerebbe dirgli tutte le volte che lo chiama.

Nomi con la lettera C

Camelia, Camellia, Kamelia

Fa parte di quella serie di nomi con valore augurale-affettivo ispirati ai fiori, quali ad esempio Margherita, Iris, Rosa, Viola.

 La camelia deve il suo nome a Linneo, che la chiamò così in onore di colui che la portò in Europa dal Giappone, il botanico Georg Joseph Kamel (Camellius in latino)

L’onomastico ricorre pertanto il 1º novembre, giorno di Ognissanti.

Camilla, Camila, Camile / Camillo

Presso i romani, il camillus era il fanciullo che assisteva il sacerdote durante i riti sacri. Il termine, divenuto più tardi cognomen, cioè soprannome, di un ramo della gens Furia (molto noto Furio Camillo), deriva a sua volta dall’etrusco: Camillus (alla greca Kadmîlos) era il corrispondente del dio romano Mercurio. Alla diffusione del nome può aver contribuito in parte la figura di Camilla, vergine guerriera che guidò i Volsci nei combattimenti contro i Latini, le cui vicende sono descritte nell’Eneide di Virgilio. Nel poema si afferma che il nome della fanciulla deriva da quello di sua madre, Casmilla, in parte mutato. Ma la sua popolarità è legata soprattutto al culto di san Camillo de Lellis, fondatore di un ordine religioso per l’assistenza degli infermi (i Camilliani) e patrono di malati, ospedali e dell’Abruzzo.

Dal latino camillus = "fanciullo"

L’onomastico può essere festeggiato: 3 marzo, santa Camilla di Auxerre, vergine – 31 maggio, santa Camilla Battista da Varano – 14 luglio San Camillo de Lellis.

Candida / Candido

Continua il nome latino imperiale Candidus e Candida, derivati da candidus, corispondente al nostro “candido”, nel significato di bianchissimo ma anche di innocente e puro.

Dal latino candidus = "candido"

L’onomastico si può festeggiare: 20 maggio, santa Candida, martire- 6 giugno, santa Candida, martire – 19 giugno, santa Candida, martire- 9 agosto, santa Candida Maria di Gesù- 29 agosto, santa Candida, martire- 29 agosto, santa Candida, martire – 4 settembre, santa Candida la Vecchia, martire a Napoli – 10 settembre, santa Candida la Giovane, vergine e martire a Napoli – 20 settembre, santa Candida, vergine e martire – 22 settembre, san Candido, martire – 3 ottobre, santa Candida di Roma, martire.

Canio

Nome ispirato al personaggio di Canio nell’opera di Leoncavallo Pagliacci.

Dal latino canus ="canuto", "dai capelli bianchi"

L’onomastico viene festeggiato il 25 maggio in onore di san Canio o Canione, vescovo di Acerenza e martire.

Cara, Carina, Carissima / Caro, Carino, Carissimo

Nome augurale dal chiaro significato e di scarsissima diffusione, usato in epoca romana nelle forme Carus e Cara (venne portato da un imperatore, Marco Aurelio Caro)

Dal latino carus = “caro”, “amato” “prezioso”

L’onomastico può essere festeggiato: 3 marzo, san Carissimo, martire- 26 luglio, san Caro, eremita – 7 settembre, santa Carissima, anacoreta.

Carla, Carola, Carole, Carlotta, Carolina, Karola, Charlize, Carly / Carlo, Karl, Karol, Charles, Charlie

Nome di origine medioevale da Carolus, che rappresenta la latinizzazione del tedesco Karl il cui significato, dal primitivo “uomo” passò a indicare l’uomo libero. La grande diffusione del nome nell’Europa continentale è dovuta ai sovrani franchi che l’hanno portato, Carlo Martello, Carlo il Calvo e soprattutto Carlo Magno, che pose sotto il suo dominio gran parte dei paesi europei. In Italia ha contribuito molto alla diffusione anche la devozione verso san Carlo Borromeo. In Inghilterra si diffuse solo nel XVII secolo, allorché salì al trono re Carlo I, della famiglia Stuart.

Dal germanico karl = "uomo", "maschio", "marito"

L’onomastico si festeggia: 4 novembre in memoria di san Carlo Borromeo, arcivescovo di Milano e cardinale – 6 gennaio, san Carlo da Sezze- 3 giugno, san Carlo Lwanga- 22 ottobre, san Giovanni Paolo II, al secolo Karol Józef Wojtyła, 264º Papa della Chiesa cattolica –  7 dicembre, san Carlo Garnier, gesuita e martire.

Carmela, Carmina, Carmen, Mela, Melina /Carmelo, Carmine, Carmino, Carminio, Carmenio

Si tratta di un nome devozionale in onore della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, l’apparizione mariana del 1251 a san Simone Stock in Palestina. La variante Carmen è una forma spagnola medievale che è stata influenzata dal termine latino carmen, “canzone”. È nota anche per essere portata dalla protagonista della celebre opera omonima di Bizet del 1875, a cui deve la sua ampia diffusione.

Dall'ebraico Karmel = "giardino"

L’onomastico si festeggia: 16 luglio, in onore della Vergine del Carmelo – 2 marzo, san Carmelo, vescovo, veggente e mercedario.

Cassandra, Cassandre, Kassandra / Cassandro, Cassandre

Cassandra è una figura della mitologia greca. È ricordata da Omero, Apollodoro e Igino. Gemella di Eleno, figlia di Ecuba e di Priamo re di Troia, fu sacerdotessa nel tempio diApollo da cui ebbe la facoltà della preveggenza, prevedeva terribili sventure ed era pertanto invisa a molti.

Dal greco Kassandros = "uomo che eccelle"

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre, giorno di Ognissanti.

Cassidy, Cassie, Cass

Riprende un cognome irlandese, derivato da Ó Caiside

Dall'irlandese cas = "dai capelli ricci"

L’onomastico si può festeggiare il 1º novembre, giorno di Ognissanti.

Caterina, Caty, Kate, Katia, Chaterine, Karen, Karin, Cathryn, Caitlin / Caterino, Catterino, Catrino, Catalino, Cattalino

La prima attestazione di questo nome si ha nel VII secolo, con i primi documenti che parlano di santa Caterina d’Alessandria, una martire cristiana vissuta nel IV secolo: il suo culto, originatosi in Egitto e giunto in Siria, venne di lì portato in Europa occidentale dai crociati nel X secolo dove grazie alla santa, particolarmente amata, il nome conobbe un’eccezionale diffusione.

Dal greco katharos = "puro"

L’onomastico viene festeggiato: 29 aprile santa Caterina da Siena, dottore della Chiesa e patrona d’Italia – 25 novembre santa Caterina d’Alessandria, martire- 2 febbraio, santa Caterina de’ Ricci- 3 marzo, santa Katharine Mary Drexel- 9 marzo, santa Caterina da Bologna- 24 marzo, santa Caterina di Svezia, religiosa- 17 aprile, santa Caterina Tekakwitha, vergine- 27 aprile, beata Caterina da Montenegro- 5 maggio, beata Caterina Cittadini, fondatrice delle suore orsoline di San Girolamo- 31 dicembre, santa Catherine Labouré, religiosa.

Cecilia, Cécile, Cecilie, Cecylia, Lia / Cecilio, Cecili

Nome portato da una gens romana, la gens Caecilia, che si considerava discendente da Caeculus, leggendario fondatore di Preneste. La maggiore popolarità del femminile rispetto al maschile è dovuta alla grande venerazione verso santa Cecilia, grazie alla quale il nome divenne comune negli ambienti cristiani durante il Medioevo. Ad oggi è attestato soprattutto in Lombardia.

Dal latino Caecilius, di significato ignoto, ma spesso spiegato come un derivato da Caecus = "cieco"

L’onomastico si festeggia: 22 novembre, santa Cecilia, martire a Roma e patrona dei musicisti – 15 maggio, san Cecilio, vescovo – 3 giugno, san Cecilio, sacerdote – 12 agosto, santa Cecilia, badessa a Remiremont – 23 novembre, santa Cecilia Yu So-sa, vedova e martire a Seoul.

Celeste, Celesta, Celestia, Celia, Celina / Celeste, Celestino, Celio

Questo nome esprime quindi l’augurio del cielo e per questo si diffuse in anche ambiente cristiano, dove viene usato anche in riferimento alla Madonna, invocata come Regina o Madre celeste. San Celeste viene invocato contro le malattie genitali. Il Monte Celio è uno dei Sette Colli di Roma.

Dal latino caelestis = "celeste"

L’onomastico si festeggia il 14 ottobre in ricordo di san Celeste, vescovo di Metz.

Celso

Nome maschile che deriva dal latino o forse dal greco kello = “eccellente”

Dal latino Celsus = "alto, eccelso"

L’onomastico si festeggia: 21 novembre, san Celso, martire a Roma – 9 gennaio, san Celso, martire ad Antiochia – 23 febbraio, san Celso, vescovo – 1º aprile, san Celso (o Cellach), vescovo di Armagh- 28 luglio (o 10 maggio), san Celso martire a Milano – 5 novembre, san Celso, abate a Pozzuoli.

Cesara, Cesarea, Cesaria, Cesira / Cesare, Cesario, Cesareo, Cezar

Il nome Caesar in età imperiale del nome si riadattò in Caesarius, da cui derivano molte delle forme alterate. Caesar divenne in seguito appellativo di tutti gli imperatori romani e dalla sua stessa etimologia derivano anche le parole Kaisere Zar.

Dall'etrusco alsar = "grande"

L’onomastico si può festeggiare: 29 gennaio, san Cesario di Angoulême, diacono- 25 febbraio, san Cesario di Nazianzio-  15 maggio, santa Cesarea, eremita- 27 agosto, san Cesario di Arles, vescovo -1º novembre, san Cesario, martire – 1º novembre, san Cesario di Terracina, diacono e martire – 10 dicembre, san Cesare, vescovo di Durazzo- 28 dicembre, san Cesario d’Armenia, martire.

Chantal, Chantel, Chantelle

Proviene da un cognome francese,  in seguito è stato associato alla parola francese chant, “canzone”. Era in origine dato in onore di santa Jeanne-Françoise Frémiot de Chantal, fondatrice dell’Ordine della Visitazione.

Dal francese Chantal = "sassoso"

L’onomastico si può festeggiare il 12 agosto, santa Giovanna Francesca di Chantal.

Chiara, Clara, Clarissa, Claire / Chiaro, Claro

Portato al maschile da alcuni fra i primi santi, si diffuse al femminile grazie alla devozione verso santa Chiara d’Assisi e  santa Chiara da Montefalco. Chiara è, secondo l’ISTAT, uno dei nomi più diffusi tra le nuove nate nei primi anni del XXI secolo in Italia, essendo il terzo nome più scelto dai neo-genitori nel 2004 e il quinto nel 2006.

Dal latino Clarus = "luminoso, chiaro"

L’onomastico si festeggia: 11 agosto  santa Chiara d’Assisi, seguace di san Francesco e fondatrice delle clarisse – 1º gennaio, san Chiaro, abate – 4 gennaio, beata Chiara da Ugarte, vergine – 10 febbraio, beata Chiara da Rimini, suora clarissa – 9 luglio, santa Maria Chiara, suora francescana, martire – 17 agosto, santa Chiara da Montefalco, badessa dell’Ordine degli Eremitani di Sant’Agostino –  10 ottobre, san Chiaro di Nantes, vescovo- 4 novembre, san Chiaro, martire- 8 novembre, san Chiaro di Tours, discepolo di san Martino.

Cinzia, Cinthia, Cynthia, Cynthie, Cindy / Cinto, Cinzio

Deriva dagli epiteti greci di Apollo e Artemide,  Cynthius e Cynthia, basati sul nome del monte Cinto (Kynthos), sull’isola di Delo, luogo dove i due dei sarebbero nati. Divenuto nome proprio in epoca romana, venne usato da Properzio per elogiare la sua donna amata.

Dal greco Kynthia = "nativo di Cinto"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, in occasione di Ognissanti.

Cira, Cirina / Ciro, Cirino

Il nome venne portato da numerosi sovrani della Persia fra cui Ciro il Grande, conquistatore di Babilonia e liberatore del popolo ebraico.

Dal persiano Kurush = "signore, padrone"

L’onomastico si festeggia: 31 gennaio, san Ciro di Alessandria, medico, eremita e martire – 7 gennaio, san Ciro, patriarca di Costantinopoli- 25 marzo, san Quirino di Roma, chiamato anche Cirino, martire – 10 maggio, san Cirino, martire – 14 luglio, san Ciro di Cartagine, vescovo e martire.

Claudia, Claudiana, Clodia / Claudio, Claudiano, Clodio

Molto in uso nel periodo romano. Nella Roma repubblicana il termine indicava una famiglia patrizia (la cosiddetta Gens Claudia), ed era quindi un nome abbastanza diffuso. Secondo la tradizione questa gens, originaria della città sabina di Cures, era emigrata a Roma guidata dal capostipite Attus Clausus (latinizzato in Appius Claudius).

È opinione diffusa che Claudio derivi dall'antico sabino claudus, successivamente latinizzato in claudius con il significato di "zoppo" (da cui anche l'italiano "claudicante"). Alcune teorie fanno derivare Claudio da clausus (termine sempre sabino) che significa "chiuso".

L’onomastico si può festeggiare: 31 gennaio, san Claudio, martire – 15 febbraio, san Claudio de la Colombière- 18 febbraio, san Claudio, martire – 6 giugno, san Claudio, vescovo di Besançon – 23 agosto, san Claudio, martire- 30 ottobre, san Claudio, martire – 8 novembre, san Claudio, uno dei Santi Quattro Coronati, martiri – 3 dicembre, san Claudio, martire – 2 gennaio, santa Claudia, martire – 3 febbraio, santa Claudine Thévenet, fondatrice delle Religiose di Gesù-Maria- 20 marzo, santa Claudia, martire – 29 marzo, santa Gladys, chiamata anche Claudia- 18 maggio, santa Claudia, religiosa, martire – 7 agosto, santa Claudia, figlia di re Carataco dei Britanni, madre delle sante Prassede e Pudenziana.

Clelia, Cloelia

Clelia è una figura della mitologia romana, presa in ostaggio da Porsenna,  lucumone etrusco di Chiusi, alleato dei Tarquini che la catturò nel 507 a.C. al termine dell’assedio di Roma. Clelia fuggì dal campo etrusco, attraversò il Tevere a nuoto e raggiunse Roma. Porsenna pretese la sua restituzione e fu accontentato, ma, ammirando il suo coraggio, la liberò insieme ad alcuni suoi compagni.

Dal latino Cloelia = "avere fama"

L’onomastico viene festeggiato il 3 settembre in onore di santa Clelia Barbieri, fondatrice delle Suore Minime dell’Addolorata e patrona dei catechisti dell’Emilia-Romagna.. Si ricorda anche santa Clelia Nanetti, suora e martire in Cina, commemorata il 9 luglio.

Clementina, Clemenza / Clemente, Clemenzio, Clementino

È presente nella Bibbia, dove un Clemente è citato da Paolo nella sua lettera ai Filippesi. Era un nome molto diffuso in epoca romana, si diffuse nell’Europa cristiana sia dai primi tempi per via del culto di numerosi santi così chiamati, e venne portato da quattordici papi.

Dal latino clemens = "clemente, benigno"

L’onomastico viene festeggiato: 23 novembre, san Clemente I, papa e martire- 23 gennaio, san Clemente, vescovo di Ancira e martire – 15 marzo, san Clemente Maria Hofbauer, sacerdote – 27 luglio, san Clemente di Ocrida, detto “apostolo della Bulgaria” – 1º novembre, san Clemente Kyuemon, martire – 21 novembre, san Clemente, martire a Roma – 23 novembre, san Clemente, primo vescovo di Metz – 21 ottobre,  Santa Clementina martire.

Cleopatra, Cleo / Cleopas, Cleopa

Deve la sua popolarità a Cleopatra VII, la regina d’Egitto amante di Giulio Cesare e poi di Marco Antonio, sulla cui storia si basano molte opere artistiche e letterarie. Il nome è presente anche nella mitologia greca, dove Cleopatra è figlia di Borea e di Orizia e moglie di Fineo, e Cleopatra Alcione è figlia di Idas e moglie di Meleagro. La forma maschile Cleopatro è stata troncata dalla lingua ebraica, divenendo Cleopa. Il nome Cleopa appare nel Nuovo Testamento, portata da uno dei discepoli che vide Gesù a Emmaus dopo la sua resurrezione.

Dal greco Kleopatros = "gloria del padre"

L’onomastico si festeggia il 19 ottobre in memoria di santa Cleopatra, vedova egiziana.

Clio

Clio è un personaggio della mitologia greca. Musa della Storia, figlia di Zeus e Mnemosine, viene rappresentata con una tromba nella mano destra e una pergamena nella sinistra. Il mito narra che, dopo un alterco con Afrodite, quest’ultima l’abbia punita facendola innamorare di Pierio (re di Macedonia). Dalla loro unione discenderebbero Giacinto, Imene e Ialemo.

Dal greco Kleio = "dare celebrità"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, giorno di Ognissanti.

Cloe, Chloé, Clori, Clorinda

Era un epiteto di Demetra, la dea dei raccolti.  Dalla stessa radice chloe derivano i nomi Clorinda e Clori.

Dal greco chloè= "erba tenera"

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, giorno di Ognissanti.

Clotilda, Clotilde, Ilde, Tilde / Clotildo

La sua diffusione è dovuta al culto di santa Clotilde, regina dei Franchi, e in parte al fatto di essere un omaggio alla casa Savoia, in cui il nome era tradizionale.

Dal tedesco Hluda = "illustre" e da Hildjo = "battaglia" quindi "illustre in battaglia"

L’onomastico si festeggia:  3 giugno, santa Clotilde, regina dei Franchi, che convertì al cristianesimo suo marito Clodoveo I – 23 ottobre, Maria Clotilde Angela di San Francesco Borgia, una dei martiri di Valenciennes – 24 marzo, Maria Serafina del S. Cuore, al secolo Clotilde Micheli.

Concetta, Concepita, Concettina / Concetto, Concettino

Si tratta di un nome tipico dell’Italia meridionale, che fa riferimento al dogma cristiano dell’Immacolata Concezione della Vergine Maria.

Dal latino Conceptus = "concepito"

L’onomastico si festeggia l’8 dicembre, in onore dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria.

Consuelo

Nome spagnolo, si è diffuso grazie alla devozione verso la Vergine della Consolazione, in spagnolo Nuestra Señora del Consuelo, uno dei titoli della Madonna.

Dal latino Consolatus = "consolazione"

L’onomastico ricade il giorno della festa della Madonna della Consolazione, che viene celebrata il 20 giugno.

Cora, Corinna, Coretta, Corina, Corinne / Corinno, Corino

Il nome era portato da Corinna, una poetessa dell’antica Grecia, e venne poi adoperato da Ovidio che battezzò così la protagonista femminile delle sue Amores.

Dal greco Kore = “fanciulla”

L’onomastico può essere festeggiato il 1º novembre, giorno di Ognissanti.

Corrada, Corradina / Corrado, Konrad, Kurt, Dino, Conrad

Documentato dal X secolo nelle forme latine Conradus e Corradus, è un nome di origine germanica, di tradizione francone e poi tedesca.

Dal tedesco Kuoni = "audace" e da Radha = "assemblea" quindi "audace nel decidere"

L’onomastico può essere festeggiato: 17 marzo, san Corrado di Baviera o di Chiaravalle – 21 aprile, san Corrado da Parzham, cappuccino- 26 novembre, san Corrado, vescovo di Costanza.

Costanza, Tina / Costante, Costantino, Costanzo

Trae origine dal cognomen latino Constans, divenuto nome personale in età imperiale. Le forma Costantino e Costanzo derivano dalle varianti latine Constantinus e Constantius.

Dal latino Constans ="fermo, immobile, risoluto".

L’onomastico ricorre: 18 febbraio, Santa Costanza di Vercelli – 25 febbraio, Santa Costanza, figlia di Costantino I – 19 settembre,  Santa Costanza martire di Nocera – 29 gennaio, san Costanzo, vescovo di Perugia e martire- 12 febbraio, san Costanzo di Niardo, eremita – 14 maggio, san Costanzo, vescovo di Capri- 14 maggio, san Costanzo, vescovo di Vercelli – 26 agosto, san Costanzo, martire- 1º settembre, san Costanzo, vescovo di Aquino- 18 settembre, san Costanzo, soldato della legione tebea, martire – 23 settembre, san Costanzo di Ancona.

Cristiana, Cristina / Cristiano, Christian

Il nome, originatosi nel latino medievale Christianus, si basa sull’aggettivo omonimo che significa letteralmente “cristiano”, “seguace di Cristo”.

Christina/Cristina/Cristino derivano da Christos = "Unto, purificato"
 Cristiana e Cristiano derivano dal latino christianus = "che vive secondo la legge di Cristo".

L’onomastico può essere festeggiato: 21 marzo, san Cristiano, monaco – 7 aprile, san Cristiano, sacerdote – 12 giugno, san Cristiano O’Morgair – 12 novembre, san Cristiano, monaco, eremita e martire – 22 novembre, san Cristiano, vescovo di Auxerre -4 dicembre, san Cristiano, monaco cistercense, vescovo ed evangelizzatore della Prussia.

Libri consigliati
Nomi & segni zodiacali
Scegliere il nome del tuo bambino in accordo con le caratteristiche del suo segno
Il libro dei nomi
Per lui e per lei
Nomi
Origine, significato, giorno di festa
Il messaggio racchiuso nei nomi
Prodotti utili
Nome adesivo
Decorazione per cameretta personalizzabile
Lettera decorativa per nomi bambini
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/10/Nomi-lettera-C-bimbonaturale.jpg?fit=592%2C331https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/10/Nomi-lettera-C-bimbonaturale.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleNominomi“Nomina sunt omina” Così i latini esprimevano la loro convinzione secondo cui ogni nome è un presagio, perché ponte sonoro tra l’uomo e la realtà: ogni nome ci evoca immagini, sensazioni, emozioni, pensieri, che gli sono stati associati nel corso degli anni. Il nome è energia, che l’uomo incanala in...