L’interesse verso la Griffonia è relativamente recente e conseguente alla continua ricerca in campo medico-fitoterapico di precursori della serotonina sicuri e senza effetti collaterali.

30-40 anni fa si utilizzava il triptofano sintetico come antidepressivo e contro l’insonnia, ma, dopo essersi verificate gravi reazioni avverse negli stati Uniti, questo fu vietato dall’FDA (Food and Drug Administration), nel periodo concomitante all’immissione del Prozac sul mercato.

In seguito le indagini stabilirono che le reazioni avverse erano dipese non dal triptofano sintetico ma da sostanze estranee contaminanti contenute in una fornitura di triptofano di sintesi, ma nonostante ciò il triptofano sintetico è rimasto bandito.

Da qui la ricerca ebbe una spinta a trovare fonti naturali di questo aminoacido, alternative ai prodotti di sintesi, e fu così che si scoprirono le virtù della Griffonia.

TRIPTOFANO, COS’È E DOVE LO TROVIAMO – Il Triptofano è un amminoacido essenziale che viene assimilato naturalmente dal nostro corpo attraverso gli alimenti che ingeriamo. Il Triptofano è precursore della produzione di serotonina, un neurotrasmettitore coinvolto in: stati d’umore, aggressività, dolore, memoria, sonno, ansia, comportamento alimentare, controllo della temperatura, reazione agli stati di dipendenza, capacità motorie e regolazione del sistema endocrino. Inoltre viene utilizzato dall’organismo per produrre melatonina, un neurormone sfruttato dall’organismo per regolare il sonno e per produrre niacina (una vitamina del gruppo B). Fonti alimentari di triptofano sono:  Barbabietola, spinaci, alghe kelp, patate, mango, datteri, banane, avena, soia, grano, riso, fagioli, lenticchie, ceci, semi di zucca, latte, uova, carne di pollo e di tacchino, pesce, alghe e selvaggina.

Griffonia simplicifolia

La Griffonia (Griffonia simplicifolia, Bandeiraea simplicifolia, Simplicifolia schotia) è un arbusto legnoso di grandi dimensioni (può raggiungere i 3 metri di altezza)  originario delle regioni tropicali dell’Africa centro-occidentale ed appartenente alla famiglia delle Leguminosae.

GRIFFONIA – Pianta che predilige le zone umide, produce fiori con il calice e la corolla verdognoli, riuniti in infiorescenze a grappolo, e, essendo una leguminosa, i suoi semi sono simili a fagioli racchiusi in baccelli, per questo viene detta anche “fagiolo africano”.  la parte della pianta utilizzata ricca di principio attivo sono proprio i semi contenuti nei baccelli.

Le proprietà della griffonia

La Griffonia è ricca di 5-Hidrossitriptofano (5-HTP), un aminoacido essenziale precursore diretto della serotonina, importante neurotrasmettitore del sistema nervoso, implicato in particolare nella regolazione dell’umore, del senso di fame e del sonno: la serotonina è a sua volta un precursore della melatonina, la cui concentrazione è determinante per la fisiologia del sonno e per la regolazione del ciclo sonno-veglia.

Esistono ormai numerosi studi che confermano l’attività rasserenante e naturalmente antidepressiva della Griffonia, la sua azione sulla regolazione del tono dell’umore e sulla fame nervosa, soprattutto sul craving (il desiderio compulsivo) di carboidrati.

SEMI DI GRIFFONIA – Il 5-HTP viene estratto dai semi di griffonia. I disturbi dell’umore, l’insonnia e i disturbi alimentari possono essere causati da un difetto di funzionamento nella trasmissione degli impulsi nervosi fra i neuroni; questo difetto è spesso originato da carenza di serotonina, quindi l’integrazione con Griffonia favorisce la produzione endogena di questo neurotrasmettitore, ripristinando una condizione di normalità. Il nostro organismo sintetizza il neurotrasmettitore serotonina partendo dall’aminoacido essenziale triptofano. Il 5-HTP è un passaggio intermedio di questa sintesi perciò, mediante l’assunzione di Griffonia, ricca di 5-HTP, è possibile incrementare in modo naturale i livelli di serotonina nell’organismo.

L’efficacia dell’estratto dei semi di Griffonia simplicifolia è stata provata da diverse ricerche:

  • FAVORISCE IL BUON UMORE – La Griffonia è infatti utilizzata con buoni risultati per il trattamento di depressioni lievi o moderate, anche associate ad ansia, nelle depressioni stagionali e nelle alterazioni del tono dell’umore.
  • FAVORISCE UN SONNO RISTORATORE – Alcuni studi in particolare hanno evidenziato che la Griffonia migliora la qualità del sonno incrementando la “fase REM”, quella in cui si sogna, è quindi consigliata in caso di insonnia e nei disturbi del sonno.
  • CONTRASTA LA FAME COMPULSIVA – L’uso della Griffonia si è rivelato utile anche nel contrastare la cosiddetta “fame compulsiva” o “fame nervosa”, che provoca spesso un desiderio incoercibile di cibo, in particolare carboidrati e zuccheri semplici.

Come si trova in commercio la griffonia

GRIFFONIA 5-HTP – In commercio è possibile trovare la griffonia come estratto secco titolato in 5 – HTP sotto forma di capsule. A volte viene citato solo il 5 – HTP, trovando la griffonia tra i componenti dell’integratore. La Griffonia è spesso associata ad altre piante contenenti principi attivi ad azione rilassante, sedativa, antidepressiva, come Melissa, Passiflora, Rodiola, Iperico. Si consiglia l’uso di 2 capsule da 450 mg al giorno.

Effetti collaterali della griffonia

Ad oggi tutti gli studi concordano nel rilevare che il 5-HTP fornito dalla Griffonia non ha evidenziato, anche a dosaggi elevati, manifestazioni negative e reazioni avverse. La Griffonia presenta inoltre l’indubbio vantaggio di non indurre assuefazione o dipendenza.

Prodotti utili
5-Htp 20% - estratto standardizzato
GRIFFONIA 170 mg / 90 capsule Vegetali
Alta titolazione al 30% in 5HTP
Neuro Rest 5HTPGriffonia
Integratore naturale contro insonnia ed ansia,
5-HTP, L-triptofano, L-taurina, camomilla, biotina, magnesio e estratti di frutta
Magnesio B6 + Griffonia + Rodiola Rosea - 60 Capsule
Magnesio marino con Vitamina B6, Griffonia e Rodiola Rosea
http://blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2017/05/semi-griffonia.jpghttp://blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2017/05/semi-griffonia-150x150.jpgSerena RocchiRimedi naturaliSlidernaturopatia,rimedi naturaliL'interesse verso la Griffonia è relativamente recente e conseguente alla continua ricerca in campo medico-fitoterapico di precursori della serotonina sicuri e senza effetti collaterali. 30-40 anni fa si utilizzava il triptofano sintetico come antidepressivo e contro l'insonnia, ma, dopo essersi verificate gravi reazioni avverse negli stati Uniti, questo fu vietato dall'FDA...