“Al momento del concepimento il padre fornisce il seme, che può essere quello di un uomo comune o anche di un criminale, oppure quello di un essere molto evoluto; e durante il periodo della gestazione, la madre, attraverso la propria attività psichica, può favorire oppure neutralizzare le tendenze contenute in quel seme.

Dunque occorre ben distinguere le rispettive funzioni dell’uomo  e della donna: dando il seme, in qualche modo il padre fornisce lo schema, il progetto di ciò che sarà il bambino; mentre la donna, attraverso la qualità dei materiali che apporta, ha il potere di realizzare quel progetto o, al contrario, di opporsi alla sua realizzazione.

Ecco perché il potere della donna è immenso durante tutto il tempo in cui porta con sé il bambino.

 

Da qualche anno si è cominciato a studiare la vita del feto e la sua ricettività alle influenze esterne, vale a dire sia agli stati emozionali della madre, sia agli avvenimenti che si verificano intorno a lei. Ma ai ricercatori è sfuggito un aspetto della questione: l’importanza, per la formazione del bambino, della materia fornita dalla madre, poiché per nove mesi il bambino va formandosi con l’aiuto degli elementi che essa fornisce.

Sicuramente ciò che la madre può sentire e vedere intorno a sé durante la gestazione si riflette sul bambino, ma queste non sono che impronte superficiali; la costituzione e il temperamento del bambino dipendono soprattutto dalla qualità della materia fisica ma anche psichica che egli riceve dalla madre, e la qualità di questa materia dipende dalla vita che ella conduce.

Si può dunque dire che il ruolo della donna incinta è duplice.

Da una parte, essa lavora sul seme che riceve dall’uomo, favorendo lo sviluppo dei caratteri che esso contiene o, al contrario, opponendosi a tale sviluppo; dall’altra parte, è da lai che dipende la materia di cui il bambino sarà formato.”

O. M. Aivanhov, Dizionario del libro della natura. Ed. Prosveta.

Libri consigliati
Dizionario del Libro della Natura
Analogia, immagini, simboli
L'educazione inizia prima della nascita
Il bambino è un'anima sulla quale la madre, quando lo porta ancora in seno, può agire favorevolmente attraverso il suo pensiero, i suoi sentimenti e il suo comportamento armonico.
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2018/03/gravidanza-gestazione-donna.jpg?fit=960%2C640https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2018/03/gravidanza-gestazione-donna.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGravidanza e pueperioSliderscienza iniziatica,teosofia'Al momento del concepimento il padre fornisce il seme, che può essere quello di un uomo comune o anche di un criminale, oppure quello di un essere molto evoluto; e durante il periodo della gestazione, la madre, attraverso la propria attività psichica, può favorire oppure neutralizzare le tendenze contenute...