Se pensavate che il grasso corporeo fosse uno solo, vi sbagliate.

In base agli studi condotti dal professor Jan Nedergaard del Dipartimento di Bioscienze Molecolari, Wenner-Gren Institute, Stoccolma, esiste un tipo di grasso, il grasso marrone o bruno, che è a metà tra muscolo e grasso e si trova in specifiche zone del corpo.

IL GRASSO BRUNO – È presente nei neonati e il suo ruolo è quello di mantenere la giusta temperatura in modo da tenerli al caldo.

Il grasso non è tutto uguale

A differenza del grasso bianco che si accumula come riserva di energia, il grasso marrone o bruno si trova localizzato vicino al collo e lungo la spina dorsale.

Un grasso che brucia le calorie

Il grasso marrone brucia i trigliceridi, un tipo di grasso che si trova nel sangue in particolare dopo avere consumato pasti fastosi, e il glucosio nella forma di zucchero nel sangue. Rimuovendo i livelli aumentati dello zucchero e dei trigliceridi nel sangue fa sì che il grasso non si consolidi come grasso corporeo e aiuta a migliorare la sensibilità all’insulina e a prevenire il diabete di tipo 2.

Il normale grasso corporeo non brucia calorie, solo i muscoli o il tessuto magro possono farlo.

Le persone obese e gli anziani hanno meno grasso marrone delle persone di peso normale. Il professore Nedergaard e i suoi collaboratori si chiedono se la funzione del grasso marrone sia coinvolta nella incidenza dell’obesità in aumento tra le persone giovani. 

Gli ultimi sviluppi della ricerca sul grasso bruno

La scoperta dell’esistenza del “grasso bruno” risale al 2009, ma la ricerca da quel momento non si è mai fermata, con l’obiettivo di capire come riuscire ad attivarlo per consumare i chili in eccesso.

 

IL FREDDO PER ATTIVARE IL GRASSO BRUNO – Presso la Harvard Medical School e il Joslin Diabetes Center di Boston i ricercatori Ronald Kahn e Aaron Cypess, hanno scoperto che un buon modo per attivare il grasso bruno è stare a temperature più basse lasciando che a riscaldarci sia il nostro grasso. I ricercatori di Boston hanno tenuto al freddo un gruppo di volontari (19 gradi solo con una divisa da infermiere di cotone per un paio di ore consecutive) hanno misurato una forte attivazione di questo tessuto, la cui funzione principale è proprio quella di aumentare la temperatura del corpo bruciando calorie. “Il grasso bruno – spiega Kahn – è presente in grandi percentuali nei neonati e li aiuta a combattere il freddo. Gli adulti ne conservano alcune decine di grammi tra le scapole e il collo. Se è continuamente attivato, questo tessuto riesce a bruciare tra le 300 e le 400 calorie al giorno”. Perché la “centrale termica” del nostro corpo funzioni a dovere, però, è necessario esporsi a temperature fresche senza vestiti pesanti. “Uno studio giapponese – prosegue il ricercatore di Boston – ha dimostrato che negli anni ’50 il consumo di calorie era molto più alto in inverno rispetto all’estate. Lo stesso esperimento, ripetuto vent’anni più tardi, ha dato differenze meno nette tra una stagione e l’altra. La discrepanza può essere spiegata con la diffusione del riscaldamento oggi rispetto agli anni del dopoguerra”.

Persone obese e grasso bruno

Purtroppo nelle persone obese il freddo non riesce ad attivare il grasso bruno.

Al momento secondo i ricercatori non è possibile stabilire se nelle persone obese questo grasso sia del tutto assente e quindi impossibile da attivare oppure stabilire se l’obesità sia la causa o al contrario la conseguenza della mancata attività del grasso bruno.

Libri consigliati
Grassi buoni, grassi cattivi
Scegliere i cibi giusti per mantenere in forma corpo e mente
Mangia grasso e vivi bene
Tutte le risposte alle domande sui grassi
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2018/10/GRASSO.jpg?fit=960%2C640https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2018/10/GRASSO.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleSliderStudi e notiziealimentazione,benessere,medicinaSe pensavate che il grasso corporeo fosse uno solo, vi sbagliate. In base agli studi condotti dal professor Jan Nedergaard del Dipartimento di Bioscienze Molecolari, Wenner-Gren Institute, Stoccolma, esiste un tipo di grasso, il grasso marrone o bruno, che è a metà tra muscolo e grasso e si trova in...