Se fino ad oggi la responsabilità della balbuzie veniva data a fattori genetici, una ricerca svolta condotta su un centinaio di persone, adulti e bambini,  potrebbe aver portato alla luce altri fattori.

L’1,7 % della popolazione che ne soffre è in buona compagnia, ne soffrivano infatti Aristotele, Churchill, Marylin Monroe e molte altre persone famose e meno famose.
La balbuzie è un disordine della parola, la cui fluidità è interrotta da ripetizioni involontarie e prolungamenti di suoni, sillabe, parole o frasi, oppure da involontarie pause o blocchi per i quali la persona che balbetta non riesce a produrre suoni. Scopri di più su La balbuzie e le disfluenze verbali, cause e trattamento

La ricerca sulla balbuzie

La ricerca, condotta su 47 adulti e 47 bambini (sia affetti da balbuzie sia no) presso il Children’s Hospital di Chicago, ha esaminato cosa succede nelle zone del cervello deputate all’elaborazione del linguaggio (area del Broca del lobo frontale e lobo posteriore) quando si soffre di balbuzie.

Mediante l’osservazione dei neuroni, attraverso un esame chiamato “spettroscopia protonica di risonanza magnetica”, si è osservato come nelle persone affette da balbuzie queste zone del cervello sono meno irrorate di sangue rispetto alle persone che non ne soffrono.

Sembrerebbe anche che il flusso sanguigno sia inversamente proporzionale all’intensità della balbuzie, cioè meno l’area cerebrale deputata alle funzioni linguistiche è irrorata dal flusso sanguigno, più la balbuzie è severa.

A MIO FIGLIO SERVE IL LOGOPEDISTA? – Lo sviluppo del linguaggio comincia fin dalla nascita, attraverso l’ascolto e l’imitazione, ben prima che il bambino pronunci la prima parola. Dopo i 3 anni possiamo dire che un bambino ha un disturbo del linguaggio quando ha difficoltà a capire cosa gli diciamo, conosce solo un numero di parole limitato, compie errori legati alla forma (dire ad esempio “cimena” al posto di “cinema”) o all’accordo nome-articolo e nome-verbo (es. “i bambino correre”) oppure omette alcune parti delle frasi. A mio figlio serve il logopedista? Scopriamo quando è consigliabile rivolgersi a questo specialista
La balbuzie
Prevenzione e terapia
Balbuzie
Il trattamento cognitivo-comportamentale
Manuale per la valutazione ed il trattamento intensivo della balbuzie
Scacco alla balbuzie in 7 mosse
Manuale di autoterapia e homework
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/07/naso-bambino.jpg?fit=554%2C360https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/07/naso-bambino.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleSliderStudi e notiziebenessere,infanzia,medicinaSe fino ad oggi la responsabilità della balbuzie veniva data a fattori genetici, una ricerca svolta condotta su un centinaio di persone, adulti e bambini,  potrebbe aver portato alla luce altri fattori. La ricerca sulla balbuzie La ricerca, condotta su 47 adulti e 47 bambini (sia affetti da balbuzie sia no)...