ferite e abrasioni rimedi naturaliPer chi ha bambini è all’ordine del giorno avere a che fare con piccole ferite, taglietti, abrasioni più o meno estese, escoriazioni.

Le mamme, alle prese con graffi e sbucciature su ogni parte del corpo, sanno che la cui cura più efficace è l’immediatezza dell’intervento per risolvere il problema senza provocare infezioni.

Si usa spesso alcol e cotone per disinfettare le ferite, ma in realtà il potere antisettico dell’alcol è inferiore a quello di altri prodotti, mentre il cotone può attaccarsi alla pelle e lasciare residui che non favoriscono una corretta cicatrizzazione.

Ecco come prendersi cura delle sbucciature e piccole ferite in modo semplice e naturale.

Cos’è una ferita e quali sono i tipi di ferita della pelle

La ferita è una lesione dello strato superficiale della pelle, a volte con relativa perdita di sangue. Ci sono diversi tipi di ferite.

Abrasione

E’ una lesione superficiale della pelle o della mucosa causata da un trauma che colpisce di striscio la superficie del corpo, senza fuoriuscita di sangue.

Escoriazione 

E’ una lesione superficiale della pelle con fuoriuscita di sangue.

Ferita da punta

E’ una ferita provocata da oggetti appuntiti.

Taglio

E’ una ferita provocata da oggetti taglienti, con bordi regolari.

Lacerazione

E’ una ferita provocata da oggetti taglienti, con bordi irregolari, anche scollati.

Lacero-contusione

E’ una ferita provocata da oggetti taglienti, con bordi irregolari e con sottostante contusione.

Se le ferite non sono troppo profonde e/o estese e non c’è una forte perdita di sangue così da richiedere l’intervento di un medico, esistono numerosi metodi per trattarle in autonomia.

Come comportarsi in caso di ferita

1 – Pulizia immediata

La prima cosa da fare è pulire accuratamente la ferita.

La ferita va sciacquata con acqua, per eliminare le eventuali impurità presenti al suo interno. Stesso discorso anche per le mani che andranno a effettuare le medicazioni (in questo caso utilizzare acqua e sapone disinfettante, per esempio sapone al tea tree o alla lavanda).

2 – Disinfezione

Il secondo passo è disinfettare della ferita.

In questo caso, oltre ai numerosi prodotti in commercio, è possibile avvalersi di prodotti naturali, per esempio tea tree, argento colloidale, lavanda.

Il tea tree è considerato un antibatterico naturale dalle proprietà curative e disinfettanti, la lavanda viene impiegata come antisettico e l’argento colloidale è un antibiotico naturale a largo spettro.

3 – Medicazione

In seguito si può procedere alla medicazione della ferita.

Fasciare le ferite è importante, soprattutto inizialmente, per impedire a fattori esterni di venire a contatto con la lesione e dare luogo a infezioni. La fasciatura, però, non deve essere occlusiva ma permettere il passaggio dell’ossigeno, pur mantenendo la sua funzione di barriera. È consigliabile cambiarla con frequenza costante per monitorare l’andamento del processo di guarigione.

Per una buona medicazione è necessario: evitare la contaminazione dei germi, lavarsi con cura le mani prima di cominciare la medicazione, non toccare con le mani la parte della benda o del cerotto che andranno a contatto con la ferita, non toccare con le mani la ferita, la garza tende ad aderire alla ferita e all’abrasione, quindi, togliendola, è necessario prestare attenzione per non danneggiare la nuova pelle in formazione.

La medicazione può essere mantenuta, cambiandola con frequenza, anche per 2-3 giorni. Quando comincerà a formarsi una prima crosta, lasciare qualche ora la ferita all’aria aperta per favorirne l’indurimento.

Per favorire la cicatrizzazione e la crescita della nuova pelle, è utile porre poco gel di aloe vera tra la garza e la ferita: la pelle sarà protetta e la garza non si attaccherà alla ferita.

I prodotti naturali per la disinfezione

Calendula

calendula
CALENDULA – Recenti studi hanno evidenziato che sono soprattutto le infezioni della pelle causate da stafilococchi a reagire bene all’applicazione di preparati a base di calendula officinalis. L’utilizzo di questa pianta per curare le ferite risale al medioevo. Gli studi confermano che la calendula aumenta la velocità di guarigione di ferite, scottature e abrasioni. Per disinfettare utilizzare la Tintura madre di calendula, diluendola con acqua e usandola su garza da applicare alla ferita o abrasione.  Per facilitare la cicatrizzazione utilizzare invece la pomata o l’unguento di calendula.

Aglio

aglio
AGLIO – La buccia d’aglio è un ottimo disinfettante e cicatrizzante per le piccole ferite da taglio. Il risultato è immediato. Se non avete nient’altro a disposizione la pelle d’aglio si attacca alla ferita col sangue e la chiude immediatamente, in più l’aglio è antibiotico.

Urina

Ottimo cicatrizzante, se applicata sulla ferita o abrasione o scottatura mediante una garza imbevuta, la ferita non lascia segni.

Se si è fuori casa e non si ha proprio nulla a disposizione, l’urina è molto efficace.

Tea tree

olio tea tree
TEA TREE – l’olio di tea tree possiede proprietà antisettiche e viene considerato un classico disinfettante della pelle, grazie alla sua riconosciuta attività contro numerosi microrganismi ospiti, abituali ed occasionali, della cute e delle mucose; possiede, inoltre, un ottimo assorbimento e non risulta irritante. L’olio essenziale di tree tea è considerato un antibatterico naturale dalle proprietà curative e disinfettanti. Bastano poche gocce di tea tree diluite in acqua o olio di mandole dolci da passare delicatamente sulla ferita. Scopri di più su Tea tree, proprietà e utilizzi

Argento colloidale

argento colloidale
ARGENTO COLLOIDALE – Antibiotico naturale a largo spettro ed aiuta le nostre difese immunitarie. La ricerca biomedica ha dimostrato che batteri, virus e funghi muoiono già dopo qualche minuto in presenza anche di una minuscola traccia di argento. È un rimedio per le infezioni e aiuta a ridurre le infiammazioni. Favorisce un sano risanamento dei tessuti infiammati. Può essere applicato puro all’occorrenza. Scopri di più su Argento colloidale, antibiotico naturale. Cos’è e come usarlo

Lavanda

lavanda
LAVANDA – L’olio essenziale è impiegato come antisettico. Bastano poche gocce di olio essenziale su una garza imbevuta di acqua per disinfettare le ferite. Scopri di più su Lavanda, proprietà e usi

Aloe vera

aloe
ALOE VERA – Grazie ai suoi componenti nutritivi, l’aloe promuove la crescita cellulare e quindi facilità la guarigione. L’ Aloe Vera aiuta a prevenire i danni ai tessuti epiteliali e se già sono danneggiati contribuisce alla loro guarigione. La polpa appena ricavata dalla parte interna della foglia può essere direttamente spalmata sull’ustione che si vuole lenire oppure sulla ferita di cui si vuole favorire la cicatrizzazione. Pulire sempre molto bene la ferita prima di applicare gel di aloe. Scopri di più su Aloe vera, le virtù, gli studi e gli usi
Libri consigliati
La mia pelle
Dermatologia Estetica
Il linguaggio della pelle
Psiche e pelle
Introduzione alla dermatologia psicosomatica
Pelle: Sana e Bella con l'alimentazione
Rimedi naturali e ricette per curare e rendere più bella la propria pelle
Prodotti utili
Sapone naturale al tea tree
Olio essenziale Lavanda bio - demeter
Calendula T.M. uso esterno
Gel Vera Aloe
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/ferite-e-abrasioni-rimedi-naturali.jpg?fit=640%2C480https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/08/ferite-e-abrasioni-rimedi-naturali.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleRimedi naturaliSliderrimedi naturaliPer chi ha bambini è all'ordine del giorno avere a che fare con piccole ferite, taglietti, abrasioni più o meno estese, escoriazioni. Le mamme, alle prese con graffi e sbucciature su ogni parte del corpo, sanno che la cui cura più efficace è l’immediatezza dell’intervento per risolvere il problema senza provocare...