pelleLa pelle è il nostro organo di senso più esteso, in un adulto una superficie di circa 6 metri quadrati e circa 4Kg di peso, la pelle ci racchiude e dunque ci da protezione, ci permette di conoscere l’esterno, attraverso il tatto, e di entrarci in relazione, attraverso lo scambio tra esterno ed interno, attraverso la respirazione cellulare, la fuoriuscita di sudore e l’ingresso di creme ed altre sostanze con cui entriamo in contatto.

Proprio perché la pelle può essere vista come un “medium” tra interno ed esterno è necessario, affinché sia in salute, averne cura da entrambi questi punti di vista.

Quando la dieta e lo stile di vita non è conforme al nostro benessere la pelle appare subito spenta, grassa oppure eccessivamente secca e si irrita facilmente. Allo stesso modo se le sollecitazioni esterne sono troppe, per esempio troppo sole, sfregamenti, vestiti non traspiranti, sostanze aggressive, la pelle ne risente tagliandosi, arrossandosi, sviluppando eritema, psoriasi, dermatite e irritazione in generale.

Irritazioni della pelle, le cause

La pelle entra in contatto con l’esterno ed è dunque molto suscettibile all’influenza ambientale.

mare sole
SOLE – Il sole eccessivo può provocare eritemi solari e arrossamenti.
sabbia
MATERIALI ABRASIVI – Per esempio la sabbia e l’acqua salata del mare, sono elementi che producono un forte stress alla pelle, togliendone lo strato protettivo superficiale, disidratandola e arrossandola. Anche il sudore e la pelle non correttamente asciugata possono provocare macerazione della pelle, con conseguenti micosi e arrossamenti.

 

pulizie
SOSTANZE CHIMICHE – Per esempio detersivi e disinfettanti che usiamo nelle faccende domestiche, ma anche detergenti e saponi per il corpo possono essere troppo aggressivi e irritare e arrossare la pelle, in alcuni casi provocando anche allergie.

 

mangiare
DIETA – Una dieta povera di acqua, frutta e verdura non permette una corretta idratazione della pelle, che diventa poco elastica e perciò più soggetta a irritazione.

 

pelle bambino
BAMBINI – La pelle dei bambini è molto delicata e particolarmente soggetta a irritazioni. Per questo è importante scegliere fibre naturali per vestirli, usare detergenti delicati, cambiare spesso il pannolino e tenere la pelle ben asciutta e idratata, per esempio con olio di mandorle dolci spremuto a freddo e biologico.

Eritema e irritazione alla pelle, la visione psicosomatica

La pelle è sicuramente un organo distintivo della nostra individualità e relazione con l’esterno.

Tutte le malattie della pelle  possono essere di origine emotiva, possono essere messaggi per indicare una situazione di forte disagio e squilibrio interiore. Eritemi, esantemi, eczemi, psoriasi, ma anche screpolature, essudazioni, pelle seborroica, acne, colore rossastro o giallastro, edemi, verruche, couperose, possono manifestare un disagio emotivo legato agli aspetti di:

  • Identità – La pelle è il nostro involucro, da forma a ciò che siamo internamente. Un problema alla pelle può significare un “non capisco o non accetto chi sono”
  • Memoria – La pelle rende visibile la nostra storia, se pensiamo alle rughe e alle cicatrici come tracce del nostro passato, in questo caso la pelle potrebbe manifestare la difficoltà ad accettare il tempo che passa, il presente “non riesco a vivere nel presente, mi chiudo al presente”
  • Relazione – La pelle ci mette in contatto con gli altri ma allo stesso tempo ci protegge e ci isola. In questo senso un problema alla pelle potrebbe manifestare un disagio nella relazione e nel contatto: “mi chiudo all’altro, non entro in relazione, ho paura della relazione”

 Irritazioni della pelle, le cure naturali

La pelle andrebbe curata dall’esterno e dall’interno: una dieta bilanciata, ricca di acqua ed alimenti contenenti betacarotene e bioflavonoidi aiutano la pelle a difendersi dall’azione del sole  e mantengono in salute la circolazione dei piccoli vasi sanguigni sottopelle.

carote
BETACAROTENE – Tutta la frutta e la verdura di colore arancio, giallo e rosso contiene betacarotene e bioflavonoidi, che proteggono la salute della pelle. Non fate mancare nella dieta carote, peperoni, pomodori, anguria, meloni, frutti di bosco, limoni, albicocche…

 

Aloe-Vera-oil
ALOE VERA – Grazie ai suoi componenti nutritivi, l’aloe promuove la crescita cellulare e quindi facilità la guarigione.L’ Aloe Vera aiuta a prevenire i danni ai tessuti epiteliali e se già sono danneggiati contribuisce alla loro guarigione. La polpa appena ricavata dalla parte interna della foglia può essere direttamente spalmata sull’ustione che si vuole lenire oppure sulla ferita di cui si vuole favorire la cicatrizzazione. Pulire sempre molto bene la ferita prima di applicare gel di aloe.
patate
AMIDO – Ricavato dalle patate crude tagliate a fette o dal riso bollito, è efficacissimo per ridurre prurito e bruciore. Fate bollire un pugno di riso in acqua senza salarlo, lasciate raffreddare e usatelo sulla pelle applicandolo con spugnature. le fette di patata cruda possono essere applicate direttamente sulla parte infiammata.

 

gocce
TEA TREE – l’olio di tea tree possiede proprietà antisettiche e viene considerato un classico disinfettante della pelle, grazie alla sua riconosciuta attività contro numerosi microrganismi ospiti, abituali ed occasionali, della cute e delle mucose; possiede, inoltre, un ottimo assorbimento e non risulta irritante.

 

argento colloidale
ARGENTO COLLOIDALE – Antibiotico naturale a largo spettro ed aiuta le nostre difese immunitarie. La ricerca biomedica ha dimostrato che batteri, virus e funghi muoiono già dopo qualche minuto in presenza anche di una minuscola traccia di argento. È un rimedio per le infezioni e aiuta a ridurre le infiammazioni. Favorisce un sano risanamento dei tessuti infiammati. Può essere applicato puro all’occorrenza.

 

calendula
CALENDULA – CALENDULA – Recenti studi hanno evidenziato che sono soprattutto le infezioni della pelle causate da stafilococchi a reagire bene all’applicazione di preparati a base di calendula officinalis L’utilizzo di questa pianta per curare le ferite risale al medioevo. Gli studi confermano che la calendula aumenta la velocità di guarigione di ferite, scottature e abrasioni. Per disinfettare utilizzare la Tintura madre di calendula, diluendola con acqua e usandola su garza da applicare alla ferita o abrasione. Per facilitare la cicatrizzazione utilizzare invece la pomata o l’unguento di calendula.

 

more
MORE – Un impiastro di more mature da spalmare sulla pelle è un ottimo sostituto della maschera all’argilla. Le more sono ricche di tannino, quindi hanno un effetto anti-infiammatorio, antibatterico e antiemorragico.
Libri consigliati
La mia pelle
Dermatologia Estetica
Il linguaggio della pelle
Psiche e pelle
Introduzione alla dermatologia psicosomatica
Pelle: Sana e Bella con l'alimentazione
Rimedi naturali e ricette per curare e rendere più bella la propria pelle
Prodotti utili
Sapone naturale al tea tree
Olio essenziale Lavanda bio - demeter
Calendula T.M. uso esterno
Gel Vera Aloe
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/09/pelle.jpg?fit=640%2C426https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/09/pelle.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleRimedi naturaliSliderrimedi naturaliLa pelle è il nostro organo di senso più esteso, in un adulto una superficie di circa 6 metri quadrati e circa 4Kg di peso, la pelle ci racchiude e dunque ci da protezione, ci permette di conoscere l'esterno, attraverso il tatto, e di entrarci in relazione, attraverso lo scambio tra...