baby-84686_640Le statistiche rivelano che le persone che scelgono di seguire una dieta a base vegetale sono in continuo aumento.  I dati Eurispes 2014 testimoniano che il numero di vegetariani e vegani è in continuo aumento: il 7,1% della popolazione italiana (circa 4,3 milioni di persone) ha scelto per ragioni etiche o di salute di seguire questa dieta, che nella realtà diventa un vero e proprio stile di vita.

Una tendenza che si sta confermando negli anni come testimoniato anche dalla sempre maggior disponibilità di prodotti ad hoc per vegani nella grande distribuzione.

E i bambini? Si discute molto sulla possibilità di allargare questo stile di vita a tutta la famiglia, piccoli inclusi, ma le opinioni sono spesso discordanti.

La posizione della Società Scientifica di nutrizione Vegetariana

La Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana ha un’opinione assolutamente positiva in merito. 

“Le ricerche confermano che una dieta a base vegetale non influenza il quoziente intellettivo e lo sviluppo del bambino. Il fabbisogno di proteine, poi, tema che preoccupa spesso i genitori che stanno valutando la possibilità di allevare i propri figli secondo questa dieta, può essere completamente soddisfatto dai giusti alimenti di origine vegetale. L’importante è informarsi e fare le scelte giuste.”

Se a livello nutrizionale una dieta vegetariana o addirittura vegana, attenta e bilanciata, non presenta alcun tipo di controindicazione, altro discorso deve essere fatto per l’aspetto della socializzazione.

Essere d’esempio è più importante che imporre la propria scelta

I genitori non dovrebbero imporre le proprie credenze ma insegnare il valore che questa scelta porta con sé, lasciando i bambini liberi di provare i diversi alimenti senza limitazioni, prendendo poi le proprie decisioni in maniera autonoma.

piatto verdure
Ogni bambini devo avere la possibilità di sperimentare sapori e odori e non deve mai avere la sensazione di essere tagliato fuori dal gruppo: è importante non essere eccessivamente rigidi e permettere al bambino che lo desidera, quando è fuori casa, di provare quello che gli viene proposto.

Come convincere i bambini a mangiare frutta e verdura senza capricci

La posizione dell’American Dietetic Association

L’American Dietetic Association, ha preso posizione in materia di dieta vegetariana con una sorta di dichiarazione ufficiale sul tema.

 «Diete vegetariane accuratamente pianificate possono essere salutari, nutrizionalmente equilibrate e in grado di offrire benefici per la prevenzione e il trattamento di malattie come cancro, obesità, diabete e patologie cardiovascolari. Se vengono ben studiate, sono appropriate in ogni età della vita e possono essere adatte anche a donne in gravidanza, bambini e adolescenti».

Carlo Cannella, presidente dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, commenta:  «Se ben condotte, le diete vegetariane non sono pericolose. Il rischio di carenze è marginale e riguarda soprattutto nutrienti come la vitamina B12 che è difficile trovare negli alimenti permessi: c’è ad esempio nel tofu o nei funghi coltivati, ma è abbastanza inusuale consumare grosse quantità di questi cibi».

I benefici della dieta vegetariana

Via libera dunque, se ci si fa seguire da un esperto che ci spieghi cosa e quanto introdurre nell’alimentazione quotidiana. I vantaggi non sono pochi, come spiega il documento dell’American Dietetic Association.

I vegetariani hanno un indice di massa corporea mediamente inferiore, un rischio più basso di ipercolesterolemia, ipertensione, malattie cardiovascolari e diabete. La loro dieta contiene bassi livelli di colesterolo e grassi saturi e apporta invece grosse quantità di fibre, vitamine C ed E, magnesio e potassio, flavonoidi, carotenoidi, folati. Queste differenze nutrizionali possono spiegare alcuni dei benefici dell’alimentazione vegetariana variata e bilanciata, a cui è associata anche una minor probabilità di tumori.

10 motivi per diventare vegetariani

I vegetali rafforzano la muscolatura come la carne

Una delle obiezioni più comuni a una mamma che voglia svezzare e nutrire suo figlio seguendo la dieta vegetariana è proprio quella che il fisico non possa crescere forte e robusto senza la carne.

Uno sudio condotto in uno dei centri mondiali più famosi per le ricerche nel campo di salute e alimentazione, il Karolinska Institutet di Stoccolma, ha dimostrato che alcuni vegetali sono in grado di fortificare la muscolatura al pari della carne.

Questi vegetali sono bietole, lattuga, broccoli e barbabietole rosse che, con una porzione di 600 gr. alla settimana, garantiscono un apporto di nitrati sufficiente a incrementare alcune proteine. Inoltre, queste come molte altre verdure (meglio se coltivate in modo biologico e biodinamico), contengono vitamina C e acido folico utile per garantire benessere cellulare e un sistema immunitario efficiente.

Un altro buon motivo e rassicurazione per promuovere la dieta vegetariana: un eccesso di carne porta a diversi inconvenienti tra cui l’aumento del colesterolo, responsabile di problemi circolatori, e il ridotto funzionamento dell’intestino.
frutta e verdura
FRUTTA E VERDURA – La carne non è l’unico alimento che contiene proteine, infatti anche negli alimenti vegetali quali frutta e verdura troviamo le proteine: per esempio 200 grammi di albicocche disidratate contengono fino a 5 grammi di proteine, oppure 100 grammi di spinaci lessati contengono circa 5 grammi di proteine, 100 grammi di cavoli lessati contengono dai 2 ai 3 grammi di proteine. Scopri tutte le fonti di proteine vegetali VEG35IT

Mamme vegetariane

Nel documento americano ci sono sezioni dedicate ai benefici specifici della dieta senza carne sull’osteoporosi, il cancro, le malattie cardiovascolari e una parte dedicata a rassicurare le future mamme vegetariane: «La loro alimentazione può essere nutrizionalmente adeguata e non pericolosa per loro stesse e per il bambino», scrivono gli autori.

medico
È fondamentale affidarsi a nutrizionisti esperti, che possano dare consigli e informazioni appropriate sui nutrienti essenziali e come garantirseli, sulle modifiche da fare per venire incontro a restrizioni alimentari imposte da allergie, malattie o, semplicemente, per affrontare le diverse età della vita.

 

piatto bambino cibo
La dieta vegetariana (e anche vegana) per i bambini è assolutamente consigliabile, occorre però molta attenzione ed evitare il fai da te, a causa del rischio di carenza di vitamina B12, cialcio, vitamina D e ferro. Se la scegliete per i vostri bambini parlatene con il pediatra di fiducia. Leggi il nostro articolo Integratori alimentari: quando i bambini ne hanno bisogno e perché
Libri consigliati
Svezzamento in allegria: Consigli, ricette e strategie per uno svezzamento semplice e naturale
di Serena Rocchi
VegPyramid Junior
La dieta vegetariana per i bambini e gli adolescenti
Figli vegetariani
Come allevare i figli dall'infanzia all'adolescenza con la dieta vegetariana e vegana
Svezzare senza carne
Una dieta vegetariana per i piccolissimi: perché, quali alimenti, le ricette più gustose
Svezzamento secondo natura
Come e quando introdurre alimenti sani e biologici nella dieta del tuo bambino, evitando il cibo industriale e preconfezionato
Il cucchiaio verde
Oltre 700 ricette vegetariane
Prodotti utili
Polpa di pera bio
Tapioca biologica per prime pappe
Ceci bio italiani
Fonte vegetale di proteine
Semi di chia
Fonte vegetale di proteine
Tempeh
Fonte vegetale di proteine a base di soia fermentata
Quinoa bio
Fonte vegetale di proteine
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/baby-84686_640-e1427104833511.jpg?fit=425%2C267https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/baby-84686_640-e1427104833511.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleAlimentazionevegetarianesimoLe statistiche rivelano che le persone che scelgono di seguire una dieta a base vegetale sono in continuo aumento.  I dati Eurispes 2014 testimoniano che il numero di vegetariani e vegani è in continuo aumento: il 7,1% della popolazione italiana (circa 4,3 milioni di persone) ha scelto per ragioni...