Quando guardiamo un bambino piccolo ci rivolgiamo a lui dicendo: ora è un germoglio, aspettiamo di vedere che pianta sarà quando finalmente sbocceranno i primi fiori…

La personalità umana viene spesso collegata alle caratteristiche di piante e fiori, come se vegetale e umano fossero intimamente legati. Questo è anche il principio su cui si basano le cure naturali a base di vegetali, già da Paracelso: “Ciò che è in basso è come ciò che è in alto”, cioè “dentro di noi si specchia il grande e nel grande ci specchiamo noi piccoli”.

Da qui la “teoria della signature“: gli alchimisti chiamavano signatura rerum il tipo di forze cosmiche che determinano le forme della pianta, questa teoria si fonda dunque sull’osservazione delle analogie, in cui ogni pianta è “segnata” nel proprio aspetto dalla sua funzione, per esempio il frutto della noce che ricorda un cervello in miniatura.

Nell’Ottocento si sviluppò una nuova disciplina, la florigrafia, che si occupava di studiare ed elaborare dei codici di significato per ogni fiore e colore, dando vita ad un vero e proprio linguaggio, il cosiddetto “linguaggio dei fiori”.

Vediamo come la scelta del fiore preferito possa fornirci indicazioni sul temperamento e personalità della persona che lo sceglie e anche come, in base alle caratteristiche di una persona, scegliere un fiore per lei.

colori arcobaleno
I COLORI – Così come i fiori anche i colori possono fornirci indicazioni sul temperamento di una persona o sul momento particolare che sta vivendo. Scopri di più su Di che colore sei? Scopri qual è il tuo colore e perché ti rappresenta

Rosa

Partiamo con la regina dei fiori, cioè la rosa. La rosa porta in sé una gran raffinatezza, bellezza, quasi perfezione. Questo fiore rappresenta fortemente la femminilità ed è legato al pianeta Venere. E’ simbolicamente l’espressione dell’amore più puro (l’olio essenziale di rosa è uno dei pochi consigliati nella cura del neonato), che può virare, a seconda del colore, dalla passionalità del rosso, al candore del bianco.

rosa
ROSA – Chi sceglie la rosa ha un forte lato “femminile”, è il fiore dell’innamoramento, dell’amore, della cura e della passione. La rosa è particolarmente apprezzata dalle persone premurose, romantiche, che vogliono prendersi cura dell’altro, a volte esagerando (e qui vengono fuori le spine). La rosa rossa è simbolo di passionalità, scelta da chi è volitivo e tenace, la rosa bianca è simbolo di purezza e amore puro, la rosa rosa simboleggia la premura, l’amore materno e l’ottimismo, la rosa gialla simboleggia un amore che si tinge di gelosia.

Peonia

Molto simile alla rosa nel suo fiore, la pianta della peonia non ha invece le spine della rosa, viene infatti definita “la rosa senza spine”. Il fiore della peonia è bellissimo, quasi più delicato ed effimero della rosa, simboleggia salute, stile, carattere e forte personalità. Il fiore della peonia è tra i più venerati in Oriente ed è ritenuto portatore di fortuna e di un matrimonio felice

peonia
PEONIA – Chi sceglie la peonia ha una personalità “stilosa”, molto femminile, ma anche molto decisa, di grande valore, onore e nobiltà d’animo. I suoi fiori, sebbene siano simbolo di immortalità per la tradizione cinese, richiamano la fugacità, perché sono poco durevoli. Il fiore bianco di peonia simboleggia la purezza, mentre quello di colore rosso è simbolo di passionalità ed erotismo.

Giglio

Il giglio è un fiore, secondo gli antichi greci, che nasce dal latte late della divina Hera, la regina degli dei. Uno dei più antichi fiori conosciuti a scopo ornamentale, già gli antichi egizi lo ritenevano emblema della sovranità reale e dell’innocenza verginale delle fanciulle.

giglio
GIGLIO – Chi sceglie il giglio è una persona molto dignitosa e regale, dotata di forte carisma ma allo stesso tempo bontà d’animo. Il suo colore bianco rimanda alla purezza e castità, anche secondo la simbologia cristiana. Il giglio può essere regalato a una donna orgogliosa, onesta e di animo nobile, così che possa essere considerata come una regina.

Orchidea

L’orchidea è un fiore dalla bellezza e particolarità uniche, un fiore che non cresce ovunque e una pianta che necessita delle giuste condizioni per fiorire. In oriente, la sua perfezione è simbolo di purezza ed è il tipico fiore che viene regalato ai bambini, in occidente è sempre stato correlato all’amore:  streghe e stregoni lo utilizzavano nei loro elisir d’amore e di eterna giovinezza, artisti come scrittori e pittori la utilizzavano come simbolo di bellezza passionale.

orchidea
ORCHIDEA – Chi sceglie l’orchidea è una persona sensuale, elegante, sofisticata, che ama il lusso. Le sue radici intricate rappresentano l’amore per il mistero e il far entrare nella propria cerchia ristretta solo le persone ritenute adatte. Si dice che se si osserva il fiore dell’orchidea si può intravedere un piccolo viso che assume l’espressione, allegra o contrariata, della persona che l’ha coltivata. L’orchidea simboleggia l’amore sensuale, è quindi adatta da regalare alla persona amata: l’orchidea rosa viene spesso regalata al 14° anniversario di matrimonio, mentre quella gialla o color crema è adatta per il 28°

Ortensia

Conosciuta in Cina come il “Fiori degli otto immortali”, la pianta di Ortensia veniva coltivata in oriente già in epoca Ming, viene chiamata anche “rosa del Giappone”. L’ortensia è una pianta molto depurativa, usata in passato contro le sbronze e gli eccessi, viene oggi considerata una pianta tossica. Nei tempi antichi veniva utilizzato e servito il decotto in occasione di funerali e matrimoni, questo permetteva di cadere nel torpore e nel distacco dalla realtà utili per poter entrare in contatto con gli spiriti.

ortensia
ORTENSIA – L’ortensia è un fiore davvero bellissimo, ma che ha esigenze specifiche e non cresce bene dappertutto. Forse per questo motivo viene considerata il fiore della superbia, amato da persone considerate fredde e altezzose, oltre che umorali, così come il fiore dell’ortensia cambia a seconda del terreno in cui è messa a dimora. L’ortensia indica delicatezza d’animo e coscienziosità, che possono essere scambiate per distacco e superbia. Regalare un’ortensia significa aver bisogno di evadere e fuggire da una relazione divenuta troppo stretta. L’ortensia però non ha solo connotazioni negative, viene infatti regalata per rivelare la nascita di un primo amore e in caso di ritorno di un amore passato. L’ortensia bianca è augurio di amore sincero, l’ortensia blu significa che, nonostante il carattere capriccioso dell’amata, l’amore è sempre vivo. Regalare un mazzo di ortensie rosa significa che la persona che lo riceve è la sola e unica che amiamo oltre che invito esplicito ad approfittare delle gioie dell’amore.

Girasole

Il girasole mette allegria al solo pensiero: è un fiore solare e gioioso. Il girasole è collegato alla divinità di Apollo,  probabilmente per la sua caratteristiche di seguire sempre il sole. Nella mitologia greca si narra la storia della ninfa Clizia, innamorata, che seguiva Apollo con lo sguardo mentre attraversava il cielo col suo carro infuocato il cielo. Apollo, che non ricambiava la ninfa, la  trasformò in un girasole.

girasole
GIRASOLE – Il girasole si erge forte e senza paura, è amato dalle persone allegre, calde ed espansive, capaci di portare a tutti gioia e positività. Regalare un girasole può rappresentare  il  profondo attaccamento, costanza, dedizione e fedeltà assoluta, ma anche un amore non ricambiato, oppure una fissazione o ossessione per una persona.

Margherita

Chi non hai mai provato a fare il “mi ama o non mi ama”, coi petali della margherita? La margherita simboleggia questo aspetto dell’amore innocente, quasi bambinesco e privo di senso di colpa o peccato: secondo la tradizione è infatti il fiore che simboleggia la purezza e la semplicità. Il suo nome inglese”daisy”, da “day’s eye”, significa “occhio del giorno” e simboleggia la capacità di portare il sole nella vita.

margherita
MARGHERITA – La margherita è considerata un simbolo di giovinezza, spensieratezza e serenità. Le persone che la scelgono sono semplici, gioviali e gioiose, sempre pronte al riso e circondate da amici. Regalare una margherita significa elogiare le innumerevoli virtù di quella persona, ma anche essere pegno di amore eterno.

 Viola

La viola è un fiore bellissimo e profumato, però molto piccolo. Forse per questo il significato principale legato a questo fiore è la modestia. La storia di questo fiore ci viene narrata nella mitologia greca: Zeus, il Padre degli Dei, innamorato di Ion (Viola in greco), la trasformò in una giovenca bianca per proteggerla dall’ira di sua moglie. Le lacrime della ninfa vennero trasformate da Zeus in violette profumate, che solo lei aveva il permesso di mangiare.

viola
VIOLA – La viola è il fiore preferito dalle persone semplici e riservate, timide e modeste, ma dotate di grande personalità e generosità. Le sue foglie a forma di cuore richiamano un animo delicato e amorevole, sensibile e pudico. Regalare viole significa augurare fortuna, ma è anche simbolo di amore puro e romantico.

Narciso

Il narciso è il fiore contrapposto alla viola: quanto la viola è timida e modesta, il narciso si innalza fiero e vanitoso. Ovidio ci racconta la storia di Narciso, ragazzo di estrema vanità, che passava la giornata perdendosi nella sua bellezza incapace di ricambiare e comprendere il sentimento che suscitava la sua bellezza nelle fanciulle.  Un giorno Narciso vide la sua immagine riflessa in uno specchio d’acqua e se ne innamorò: quando capì che non avrebbe mai potuto ottenere l’amore di quella immagine decise di lasciarsi morire. Da quel momento comparve un fiore di narciso, col capo chino sullo specchio acquatico intento a cercare il proprio riflesso.

narciso
NARCISO – Da una parte il narciso simboleggia una personalità con forte autostima, per persone forti e sicure di se stesse. Dall’altra ha un’accezione negativa, rappresentando vanità e incapacità di donarsi e amare. In oriente è di buon auspicio regalare fiori di narciso durante i festeggiamenti del capodanno. Nella antica cultura ebraica il narciso è invece simbolo di bellezza e fertilità femminile e, grazie alla sua caratteristica di essere uno dei primi fiori di primavera, è un simbolo cristiano di resurrezione. Regalare un narciso può essere una richiesta di perdono o un segno di apprezzamento per la propria onestà.

Tulipano

Il tulipano contende alla rosa il primato di “fiore dell’amore”: la sua forma perfetta lo rende simbolo di dichiarazione d’amore, si narra infatti che il tulipano sia nato dal sangue di un giovane morto suicida per amore.

tulipano
TULIPANO – Il tulipano è uno dei fiori presenti in quasi tutte le gradazioni colore ed è perciò collegato a una personalità variegata, curiosa, amante delle novità, sempre alla ricerca di nuove esperienze. Regalare un tulipano bianco significa chiedere perdono, il tulipano rosa è amore affettuoso, mentre il rosso amore forte e intenso. Il tulipano giallo è simbolo di allegria, mentre il tulipano variegato è un complimento alle qualità estetiche della persona a cui viene regalato.

Garofano

Il suo nome botanico è Dianthus, che deriva dal greco e significa “fiore degli dei”. Fiore presente in moltissime varietà e antichissimo, nella mitologia è il fiore sacro alla Dea della caccia, Diana.

garofano
GAROFANO – Il garofano rappresenta una personalità talentuosa, amante della cultura, della storia e della filosofia. Chi ama il garofano ha una predilezione per le lingue e la ricchezza delle culture antiche. Il garofano simboleggia la virtù e la nobiltà, il garofano bianco è simbolo di fedeltà eterna, il garofano rosa tenerezza e affetto, il garofano giallo indecisione e l’incertezza dei propri sentimenti, il garofano rosso è l’amore appassionato e ardente. I garofani variegati simboleggiano la gentilezza, mentre il garofano verde è divenuto simbolo di amore omosessuale.

Iris

Il nome iris deriva dal greco antico e significa “colore dell’arcobaleno”: è un fiore antichissimo, di cui si trovano tracce già nel 15esimo secolo a.C. in Siria. Secondo la mitologia greca Iris, messaggera degli dei, volava in cielo con la sua veste di veli multicolori portando agli uomini il messaggio degli dei: deriva proprio forse da questo mito la simbologia dell’iris come di portatore di buone novelle e di fortuna. In Giappone si ritiene che l’iris possa purificare il corpo e proteggere da malattie e negatività, mentre in Cinal’iris viene associato alle farfalle, a causa dei suoi petali colorati e leggeri che ne ricordano le ali.

iris
IRIS – L’iris è il fiore prescelto da chi è ottimista, energico e dotato di grande spiritualità. L’iris rappresenta la saggezza e la sapienza, ma anche la fede e la speranza. Regalare degli iris è un modo per esprimere incoraggiamento, ammirazione, conforto, ma anche simpatia. L’iris bianco rappresenta la purezza e la gentilezza, quello viola la saggezza ed è il fiore ideale da regalare a un neo-laureato, come simbolo della sapienza acquisita e l’augurio di proseguire con successo il proprio cammino. 
Libri consigliati
Il linguaggio dei fiori
Linguaggio e significato dei fiori
Margherita
Il linguaggio dei fiori
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/06/rosa.jpg?fit=960%2C640https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/06/rosa.jpg?resize=150%2C150Serena RocchiBenessereSliderdonna,psicologiaQuando guardiamo un bambino piccolo ci rivolgiamo a lui dicendo: ora è un germoglio, aspettiamo di vedere che pianta sarà quando finalmente sbocceranno i primi fiori... La personalità umana viene spesso collegata alle caratteristiche di piante e fiori, come se vegetale e umano fossero intimamente legati. Questo è anche il...