amaro-svedese1L’amaro svedese risulta essere utilissimo per molti disturbi. Il fatto che il suo gusto sia deciso e amaro è forse la causa della sua scarsa diffusione, ecco quindi alcuni suggerimenti per utilizzarlo e per ovviare al suo sapore forte.

E' possibile berlo insieme al succo di frutta oppure con una tisana dolcificata con miele. L'alcol presente nell'amaro è indispensabile alla sua corretta conservazione, se però abbiamo bisogno di un amaro privo di alcol (es. per bambini o diabetici) possiamo portarlo ad ebollizione e aspettare che si raffreddi un poco prima di bere.

Vediamo ora come utilizzarlo praticamente nei disturbi più comuni.

Uso interno

Secondo Maria Treben si può usare come prevenzione un cucchiaino  di amaro svedese (anche diluito) mattino e sera. Contro qualsiasi disturbo descritto nell’Antico Manoscritto prendere 3 cucchiaini al giorno (o puri o diluiti in 1/8 di litro di tisana o succo – metà prima, metà dopo i pasti.

Uso esterno

(Per contusioni, botte, distorsioni, strappi, scottature, disturbi della pelle, etc.)

Potete utilizzare un cataplasma da tenere sulla parte interessata per almeno 2 ore (meglio ancora se 1 notte intera). Come preparare un cataplasma: prendere una garza ben spessa (o utilizzare più garza sovrapposte) e impregnarla di amaro svedese. Applicarla alla parte interessata e coprire con una benda. Volendo si può trattare la parte interessata  con crema di calendula prima di applicare il cataplasma.

Applicazioni e utilizzi dell’amaro svedese

Disturbi gastro-intestinali

  • Pesantezza di stomaco: 1 cucchiaino di amaro in 1/2 bicchiere d’acqua o tisana.
  • Acidità di stomaco: come sopra ma in meno liquido possibile (1/4 di bicchiere)
  • Dolori e gonfiore addominale: preparare una tisana di finocchio e anice con l’aggiunta di 1 cucchiaio e mezzo di amaro svedese, bere tiepida. Per aumentare l’effetto effettuare un cataplasma sulla parte dolente.
  • Intestino pigro: 3 cucchiai di amaro svedese in 3 dita di tisana o acqua.
  • Colite: 1 cucchiaio di amaro svedese in 3 dita d’acqua o tisana 3 volte al dì.

Affezioni delle vie respiratorie

  • Sintomi influenzali: ai primi sintomi assumere 1 cucchiaio di amaro svedese, in poca acqua tiepida o tisana, 3 volte al dì 2 ore prima dei pasti.
  • Sinusiti e costipazione: applicare una garza imbevuta di amaro svedese sulla fronte. Inumidire con l’amaro svedese la nuca, la gola, le tempie e la zona polmonare.
  • Naso chiuso: 2 volte al giorno suffumigi con 1 lt e 1/2 di acqua bollente con aggiunta di 4 cucchiai di amaro svedese. Inalare coperti con una salvietta per 10 minuti circa.
  • Gola irritata: riempire un bicchiere per 3/4 con acqua tiepida e aggiungere 2 cucchiai di amaro svedese. Eseguire gargarismi diverse volte al giorno.
  • Tosse: suffumigi con 1 lt e 1/2 di acqua bollente con l’aggiunta di 4 cucchiai di amaro svedese, 3 volte al dì. Assumere inoltre l’amaro al mattino e alla sera in tisana calda di salvia e timo. In caso di forte infiammazione applicare una garza imbevuta di amaro su petto e bronchi (per almeno 1 ora)
Libri consigliati
La Salute dalla Farmacia del Signore
Erbe medicinali: consigli ed esperienze
Prodotti utili
Amaro svedese di Maria Treben
Goccia Amara Svedese della Vecchietta
Amaro alcoolico per la digestione e la depurazione
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/amaro-svedese1.jpg?fit=498%2C313https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/amaro-svedese1.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGli indispensabilinaturopatia,rimedi naturaliL'amaro svedese risulta essere utilissimo per molti disturbi. Il fatto che il suo gusto sia deciso e amaro è forse la causa della sua scarsa diffusione, ecco quindi alcuni suggerimenti per utilizzarlo e per ovviare al suo sapore forte. E' possibile berlo insieme al succo di frutta oppure con una...