Situazioni di stress prolungato nel quotidiano, traumi fisici o psicologici, scarsa attività fisica e poco contatto con l’aria aperta, eccessive aspettative che sentiamo verso noi stessi e gli altri, un utilizzo costante del telefono e del computer, un abuso di caffè, alcolici, farmaci che distruggono alcune vitamine…  Sono solo alcune delle più comuni cause che portano all’ ansia.

Un atteggiamento frenetico e multitasking non permette al cervello di portare a termine un compito in modo lineare e questo continuo stoppare e ritentare prolunga gli sforzi necessari e indebolisce la concentrazione, producendo stress e insoddisfazione. (Ad esempio: telefonare mentre si fa altro)

Per  ridurre l’ansia serve impegno su più fronti, lo stile di vita incide molto sulla qualità delle nostre emozioni. Possiamo tuttavia iniziare a cambiare la nostra alimentazione, inserendo più frequentemente alcuni cibi in grado di portare beneficio alla nostra mente e al nostro corpo.

Noteremo, proseguendo nella lettura dell’articolo, che come comune denominatore della nostra alimentazione emergono in particolare i cereali integrali, i legumi, la frutta arancione, la verdura a di colore verde, la frutta secca e il tuorlo d’uovo.

I cibi che ti aiutano a combattere ansia e stanchezza

 

CEREALI INTEGRALI PER AUMENTARE I LIVELLI DI SEROTONINA –  La serotonina è un importante neurotrasmettitore che regola l’umore, la fame e il sonno: i carboidrati in generale ne alzano i livelli, quelli integrali uniscono l’azione delle vitamine del complesso B che proteggono gli impulsi nervosi e aumentano il senso di sazietà, gratificazione ed euforia. Anche il latte contiene triptofano, un aminoacido che stimola la produzione di serotonina.

 

VITAMINE DEL GRUPPO B PER PROTEGGERE IL SISTEMA NERVOSO – ad esempio la vitamina B1 (tiamina) impedisce all’ossigeno di combinarsi con sostanze di scarto e formare composti dannosi (combatte nausea, problemi intestinali, infiammazioni al nervo sciatico, depressione e favorisce la memoria e la digestione dei carboidrati) e si trova in cereali integrali, legumi, frutta secca, germe di grano, lievito di birra, tuorlo dell’uovo, frutti di mare e pollame. Meno conosciuta la vitamina B7 (inositolo) impedisce l’accumulo di grassi sulle pareti arteriose e ha un effetto leggermente sedativo, migliorando il funzionamento del cervello e il tono dell’umore: si trova nei cereali integrali, nel germe di grano, nel melone, nei legumi, nella frutta secca  e nel pesce. La biotina fa parte del complesso B e protegge le ghiandole sebacee, la pelle, il midollo spinale e le ghiandole sessuali, viene sintetizzata nella flora batterica intestinale e si trova nel tuorlo d’uovo, nel germe di grano, nel lievito di birra, nel latte e nel pesce. Il cobalto è un elemento che il nostro corpo non è in grado di produrre da solo e che sostiene la produzione della vitamina B12 (molto importante per combattere depressione, ansia e insonnia), si trova in verdura a foglia verde, fichi, grano saraceno, ma anche in carne, molluschi e latticini. L’acido folico, composto del gruppo B, è indispensabile a produrre la metionina che diminuisce l’irritabilità, la carenza di energie, la sonnolenza cronica e la depressione, si trova nella soia e nella verdura a foglia verde (soprattutto spinaci e carciofi), ma anche nel lievito di birra.

 

CALCIO, MAGNESIO E POTASSIO PER RESISTERE ALLO STRESS – il calcio previene insonnia, crampi, gli eritemi solari e gli attacchi di ansia, viene distrutto dallo stress e dal poco movimento, è contenuto in latticini, legumi, tuorlo d’uovo, pesce, legumi, verdura a foglia verde,mandorle e lievito di birra. Il magnesio aumenta la resistenza delle cellule allo stress, previene insonnia, sindrome premestruale, crampi, ansia e cattivo umore ed è contenuto nel cioccolato amaro, nei cereali integrali, frutta secca, legumi e semi, latticini e pesce. Il potassio sostiene la trasmissione degli impulsi nervosi e ne favorisce l’ossigenazione, contrastando la disattenzione e la stanchezza: si trova nei pomodori, nelle banane, nelle patate, nelle albicocche, nelle pesche e nelle mandorle.

 

BETACAROTENE – dal forte potere antiossidante che si trasforma in vitamina A e neutralizza i radicali liberi, contrastando le malattie cronico- degenerative. La troviamo nel colore arancione e verde di verdura: zucca, carota, albicocche, spinaci, broccoli …
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2017/11/telefono-donna-lavora.jpg?fit=960%2C637https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2017/11/telefono-donna-lavora.jpg?resize=150%2C150Giulia SchiavonRimedi naturaliSliderrimedi naturaliSituazioni di stress prolungato nel quotidiano, traumi fisici o psicologici, scarsa attività fisica e poco contatto con l’aria aperta, eccessive aspettative che sentiamo verso noi stessi e gli altri, un utilizzo costante del telefono e del computer, un abuso di caffè, alcolici, farmaci che distruggono alcune vitamine…  Sono solo...