salumi

La carne rossa e i salumi sono stati inseriti dall’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, tra i cibi cancerogeni.

Le carni rosse e trattate vengono dunque inserite tra le sostanze più cancerogene esistenti, così come il fumo.

Ma, anche se noi sosteniamo una dieta di tipo vegetariano, è necessario non creare allarmismi sul consumo di carne e soprattutto conoscere e analizzare i dati con cura.

Leggi il nostro articolo 10 motivi per diventare vegetariani

OMS e carne rossa e insaccati, i dati

 Secondo i dati dell’OMS, mangiare carne rossa fresca in quantità di 100 grammi al giorno, farebbe aumentare del 17% la possibilità di sviluppo del cancro.

Mentre basterebbero 50 grammi al giorno di carne trattata per vedere aumentare del 18% la possibilità di ammalarsi di tumore al colon-retto.

A rendere pericolose le carni lavorate sarebbe, però, non tanto la carne in sé, bensì i conservanti, nitriti e nitrati che vengono aggiunti in fase di lavorazione a garantire la conservabilità del prodotto. Tra gli altri trattamenti favoriscono l’insorgenza di forme tumorali anche l’eccesso di sale, i grassi e l’affumicatura.

salumi bresaola
Il pericolo non è tanto da attribuire alla fetta di salame mangiata di tanto in tanto, ma a un consumo eccessivo in termini di tempo e modo.

Consumo di carne, quale scegliere per stare sicuri

Tra i salumi sono da preferire bresaola e prosciutto, cotto e crudo, in quantità di 50 grammi alla settimana scegliendo un prodotto biologico o Dop, in cui i processi di lavorazione riducono il contenuto di sale, grassi e conservanti. Nei prodotti bio nitrati e nitriti sono assenti.

Salame, mortadella, pancetta, coppa e culatello sono sconsigliati perché contengono grassi e conservanti in qualità maggiore, meglio non includerli nella dieta quotidiana ma riservarli solo alle giornate di festa.

salumi taglio
NO ALLE VASCHETTE PRECONFEZIONATE, SI’ AL TAGLIO FRESCO – Sarebbe da preferire l’affettato tagliato al momento in negozio, evitando le vaschette preconfezionate. Attenzione all’etichetta, potrebbe comunque essere che anche nei salumi delle vaschette non ci siano aggiunte.

 

wurstel
NO A WURSTEL E HOT DOG – Polpettoni, wurstel, ripieni di carne è difficile vengano prodotti con carne di prima qualità, inoltre per la loro produzione si utilizzano conservanti in quantità, sono perciò sconsigliati.

 

SUGO RAGU
NO AL RAGU’ PRONTO IN SCATOLA – I sughi che contengono carne andrebbero preparati in casa, scegliendo accuratamente la carne da utilizzare. Nei sughi pronti la carne è in genere di scarsa qualità e la quantità di conservanti è alta.

 

barbecue
NO A BARBECUE E FRITTURA – Tra i metodi di cottura della carne, sono altamente sconsigliati le cotture ad altissime temperature o a diretto contatto con la fiamma, come barbecue e frittura. Da questo tipo di cottura si possono sprigionare sostanze chimiche cancerogene, come gli idrocarburi policiclici aromatici e le ammine aromatiche eterocicliche.

 

carne tacchino
CARNE DA PREFERIRE – L’OMS ha escluso dalle sostanze cancerogene le carni bianche, quindi, per esempio, pollo e tacchino sono ammessi nella dieta. L’importante, per qualsiasi tipo di alimento, verdure incluse, è scegliere bene dove acquistare: scegliamo produttori locali di cui possiamo visitare campi e allevamenti per poter essere certi di quali siano i loro metodi di coltivazione e allevamento. Il pericolo infatti anche delle carni bianche è la presenza di ormoni che favoriscono la crescita rapida degli animali e gli antibiotici dati per non farli ammalare.

 

verdure
SI ALLA DIETA MEDITERRANEA E ALLA MODERAZIONE – La nostra dieta mediterranea è copiata in tutto il mondo per il gusto e la salubrità: cereali, legumi, tante verdure e frutta, olio extravergine, semi oleosi, pesce e carne con moderazione sono il segreto della longevità degli italiani. Leggi il nostro articolo: Come vivere fino a 100 anni, la piramide alimentare della longevità.

Quali sono gli agenti cancerogeni secondo l’OMS

L’OMS ha stilato una lista di agenti certamente e probabilmente cancerogeni. La carne lavorata fa parte del gruppo 1 (agenti certamente cancerogeni, in cui troviamo fumo, alcol, raggi X e gas di scarico) la carne rossa nel gruppo 2 (agenti probabilmente cancerogeni, insieme a insetticidi e steroidi). Quali sono tutti gli agenti cancerogeni elencati dall’OMS?  Scoprili tutti sul sito IARC (International Agency for Research on Cancer).

agenti cancerogeni bimbonaturale

 

Le 6 regole per una vita in salute

Le ha elaborate l’Imperial College di Londra, basandosi sui dati del World Cancer Research Fund e American Institute for Cancer Research che hanno condotto uno studio su circa 380mila persone distribuite in 9 Paesi europei.

  1. PESO CORPOREO NELLA NORMA: è stato dimostrato che le cellule tumorali si sviluppano con più facilità in presenza di grasso corporeo.
  2. ATTIVITÀ FISICA REGOLARE: 30 minuti al giorno aiutano a contenere i radicali liberi e a far restare le cellule in salute.
  3. NO A FUMO E ALCOLICI: sono consentiti 2 bicchieri di vino al giorno per gli uomini e 1 per le donne.
  4. NO A GRASSI E ZUCCHERI: da evitare bevande zuccherate, zuccheri raffinati e alimenti grassi e fritti.
  5. SI A FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE: le famose 5 porzioni di frutta e verdura, solo se di stagione e coltivata in modo responsabile.
  6. SI ALL’ALLATTAMENTO ESCLUSIVO AL SENO: fa bene al bambino e protegge le mamme dal rischio di tumore al seno (-10%) e rischi cardiocircolatori (-17%)
 6 regole per una vita in salute
Libri consigliati
Svezzamento in allegria: Consigli, ricette e strategie per uno svezzamento semplice e naturale
di Serena Rocchi
VegPyramid Junior
La dieta vegetariana per i bambini e gli adolescenti
Figli vegetariani
Come allevare i figli dall'infanzia all'adolescenza con la dieta vegetariana e vegana
Svezzare senza carne
Una dieta vegetariana per i piccolissimi: perché, quali alimenti, le ricette più gustose
Svezzamento secondo natura
Come e quando introdurre alimenti sani e biologici nella dieta del tuo bambino, evitando il cibo industriale e preconfezionato
Il cucchiaio verde
Oltre 700 ricette vegetariane
Prodotti utili
Polpa di pera bio
Tapioca biologica per prime pappe
Ceci bio italiani
Fonte vegetale di proteine
Semi di chia
Fonte vegetale di proteine
Tempeh
Fonte vegetale di proteine a base di soia fermentata
Quinoa bio
Fonte vegetale di proteine
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/11/salumi-bresaola.jpg?fit=640%2C420https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/11/salumi-bresaola.jpg?resize=150%2C150Serena RocchiAlimentazioneSlideralimentazione,naturopatia,vegetarianesimoLa carne rossa e i salumi sono stati inseriti dall'OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, tra i cibi cancerogeni. Le carni rosse e trattate vengono dunque inserite tra le sostanze più cancerogene esistenti, così come il fumo. Ma, anche se noi sosteniamo una dieta di tipo vegetariano, è necessario non creare allarmismi sul consumo...