Tra i bambini sono sempre più diffusi i problemi respiratori, asma e broncospasmo.

Cos’è il broncospasmo

Da un punto di vista prettamente medico il broncospasmo è la contrazione spastica (ovvero chiusura) dei bronchi, una muscolatura liscia innervata dal sistema nervosa autonomo. Si manifesta con un caratteristico suono a fischietto della persona che arrossisce e aumenta la frequenza del respiro.

Il broncospasmo è la componente fondamentale della sintomatologia asmatica e della bronchite cronica. Nella bronchite cronica si associa alla sintomatologia infiammatoria cronica (ipersecrezione, tosse…); nell’asma si manifesta con attacchi più o meno frequenti e progressivo peggioramento della funzione respiratoria, sorattutto in fase espiratoria in quanto il broncospasmo impedisce il completo svuotamento degli alveoli in espirazione.

Il broncospasmo, in medicina, viene ritenuto il sintomo di qualcos'altro, o asma allergica o bronchite spastica, quindi si lavora con dei medicinali che facciano scomparire il sintomo (broncodilatatori e cortisone).

Il punto di vista naturopatico

Da un punto di vista “olistico” teniamo invece conto non solo dell’aspetto fisico, ma anche dell’aspetto emozionale, fisico, psichico, cercando di non definire una persona solo in base ai sintomi  che presenta.

Il bambino che soffre di broncospasmo cosa ci sta dicendo?

Se pensiamo al momento in cui arriva il mondo, il primo atto che il bambino compie è quello di respirare. E il bambino, nei primi mesi di vita, impara a respirare, ad alternare inspirazione (vita e energia) e espirazione (morte e liberazione). Questo è anche il primo “ritmo” che acquisisce il neonato dopo il battito cardiaco, ai quali ne seguiranno molti altri (veglia-sonno, giorno-notte, attività-riposo, etc.)

Il respiro

Il ritmo cardiaco è un ritmo “interno” all’essere umano, col respiro, invece, siamo ad un altro livello: lo scambio tra interno e esterno. Da qui possiamo vedere come:

– Il respiro ci porta a una dipendenza dall’aria: senza aria non possiamo vivere.

– Il respiro ci porta alla condivisione: questa aria di cui non possiamo fare a meno la dobbiamo condividere con tutti gli altri esseri viventi.

I polmoni sono dunque in rapporto con la condivisione e l’intimità: così come la pelle ci permette di contenere la nostra interiorità ma allo stesso tempo di entrare in contatto con gli altri, il respiro permette uno scambio tra interno ed esterno ad un livello più intimo, perché l’aria entra proprio dentro di noi. Col respiro lasciamo entrare il mondo nella nostra interiorità.

Attraverso il respiro l'interiorità dell'essere umano può esprimersi all'esterno: la voce e la comunicazione vocale esistono solo in correlazione all'espirazione, il riso, il pianto, l'ansia, la rabbia, il dolore, tutte quante le nostre emozioni si esprimono esteriormente grazie al respiro.

Cosa possono rappresentare i problemi e le difficoltà respiratorie

Il rapporto con le figure parentali

Abbiamo parlato di intimità, di contatto con l’esterno. In un bambino piccolo la madre rappresenta in pratica tutto il mondo che conosce e dunque un rapporto conflittuale con la madre è correlato ai problemi respiratori infantili.

Nella maggioranza dei casi il problema non deriva dalla madre di per sé, ma da come la madre vive in rapporto al suo mondo, portando questo eventuale conflitto nel rapporto col suo bambino. In genere si parla di avversione per un ambiente, contesto o relazione conflittuali e obbligati.

polmoni
Secondo gli esperti dell’Università San Raffaele di Milano e del CNR quando i bambini vivono delle difficoltà, come può essere un distacco precoce o obbligato dalla famiglia, si innesca una moltiplicazione del segnale genetico che fa partire le nostre risposte fisiologiche. Sia gli esseri umani sia i topi manifestano risposte respiratorie più forti, iperventilando quando l’aria è lievemente arricchita in anidride carbonica, se hanno vissuto durante l’infanzia delle difficoltà famigliari.

Angoscia di morte

Collegandoci invece al significato di respiro come elemento vitale, i disturbi in questo senso ci parlano di angoscia di morte o paura di essere soffocati (soprattutto da pressioni, richieste, regole del mondo esterno)

Il broncospasmo in questo senso ci racconta la paura di perdere la continuità degli affetti: i bronchi tentano di trattenere il più possibile l’aria al loro interno per reazione al timore di non avere abbastanza aria (libertà? possibilità di scelta?)

feto
Il bambino che ha rischiato di morire in utero, a causa di una minaccia di aborto, o che ha avuto una gravidanza problematica o un parto difficile, può manifestare problemi respiratori durante l’infanzia.

 

respiro asma respirazione bambino
Nel bambino piccolo e nell’adolescente i problemi respiratori ci dicono che, quando il bambino o il ragazzo cercano autonomia scatta l’atavica paura di essere privati dell’aria (dell’affetto, della vita) da parte dell’ambiente in cui vivono (nel caso di bambini piccoli questa paura potrebbe rappresentare la manifestazione di paure e angosce materne, nel caso di adolescenti la paura di essere privati dell’affetto per delle scelte non condivise dal genitore)

I rimedi naturali

 

ribes nero
RIBES NIGRUM – Ha un’azione simile al cortisone, è utile come coadiuvante nel contrastare meccanismi immunitari responsabili delle manifestazioni allergiche. Macerato glicerinato (per bambini, 50 gocce 2 volte al giorno) oppure T.M. (per adulti, 30 gocce 3 volte al giorno lontano dai pasti)

grindelia
GRINDELIA ROBUSTA – Vanta proprietà disinfettanti, mucolitiche e spasmolitiche sulla muscolatura liscia bronchiale. In sciroppo (1 cucchiaio 3 volte al giorno) o T.M. (30 gocce fino a 3 volte al giorno)

 

Viburnum_lantana
VIBURNUM LANTANA – Può essere utile contro disturbi respiratori, bronchiti, asma e otiti. Il viburno è un arbusto che decora i sottoboschi con le sue bacche prima rosse poi nere, e rami straordinariamente flessibili. Il suo messaggio rispecchia questa elasticità che è rivolta a bronchi e orecchio, dove favorisce la fluidificazione delle secrezioni e aiuta a mantenere la distensione. Gemmoderivato, 30 gocce 3 volte al giorno.

CAMELIA SINENSIS TE VERDE
CAMELIA SINENSIS (TE VERDE) – La teofillina ha proprietà spasmolitiche a livello bronchiale. Infuso 3-4 volte al giorno.

 

NIGELLA SATIVA CUMINO NERO
NIGELLA SATIVA (CUMINO NERO) – Lenisce la pressione alta, asma, ulcere, acuto mal di gola e protegge contro le infezioni da MRSA. Olio di nigella sativa, sia per uso esterno da applicare sulla zona polmonare, sia per uso interno 1-2- cucchiai al giorno.

Rimedi omeopatici

granuli omeopatia

Blatta orientalis 7 CH

Per broncospasmo con tosse grassa, 3 granuli anche ogni 5-10 minuti durante l’attacco acuto, oppure 3 volte al dì.

Ipeca 7 CH

per broncospasmo con nausea, catarro e abbondante salivazione, 3 granuli anche ogni 5-10 minuti durante l’attacco acuto, oppure 3 volte al dì.

Kalium carbonicum 7 CH

Per bronscospasmo di notte con tosse secca e catarro, 3 granuli anche ogni 5-10 minuti durante l’attacco acuto, oppure 3 volte al dì.

Antimonium tartaricum 15 CH

Per broncospasmo con catarro, 3 granuli anche ogni 5-10 minuti durante l’attacco acuto, oppure 3 volte al dì.

Hystaminum 9 CH, e Natrum sulfuricum 9 CH 

Per broncospasmo che si verifica con clima umido, 3 granuli anche ogni 5-10 minuti durante l’attacco acuto, oppure 3 volte al dì

La riflessologia e l'agopuntura possono essere strumenti importanti per trattare il bambino e l'adulto con problemi di asma, rivolgetevi a un naturopata specializzato
allergia
BRONCOSPASMO E ALLERGIA – Una reazione allergica può essere la causa del broncospasmo, scopri di più su Allergia: quali sono le cause, i sintomi, gli allergeni più comuni e come intervenire con prodotti naturali.

 

 

Libri consigliati
Guarire dall’asma
Attacco all'asma
Guarire con la psicosomatica
Vincere l'asma. Respirare bene per vivere meglio
Con nuovi ed efficaci esercizi
Prodotti utili

Essenza Respiro

Verde balsamico, aiuto delle vie respiratorie
Propolina in Legno - Diffusore
Per asma bronchiale e allergica
Succo di sambuco biologico
Utile per il sostegno delle naturali difese dell’organismo e la funzionalità delle prime vie respiratorie
Estratto contrato di rosa naturale
Utile in caso di asma
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/pd-article-cough11-e1427813906741.jpg?fit=200%2C125https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/pd-article-cough11-e1427813906741.jpg?resize=150%2C125Redazione BimbonaturaleNaturopatia infantilenaturopatia,psicosomatica,rimedi naturaliTra i bambini sono sempre più diffusi i problemi respiratori, asma e broncospasmo. Cos'è il broncospasmo Da un punto di vista prettamente medico il broncospasmo è la contrazione spastica (ovvero chiusura) dei bronchi, una muscolatura liscia innervata dal sistema nervosa autonomo. Si manifesta con un caratteristico suono a fischietto della persona che...