L’idratazione del corpo è molto importante e per questo è indicato bere nelle giuste quantità.

L’acqua è un elemento fondamentale della nostra dieta, infatti la sua azione si esplica, oltre che a livello di idratazione corporea, a livello depurativo, per eliminare le scorie metaboliche (prodotte dall’inquinamento, dallo stress, ma anche da una dieta troppo ricca di tossine).

Quanto bisogna bere?

QUANTO BISOGNA BERE – Per calcolare il fabbisogno di liquidi giornaliero ideale è sufficiente  moltiplicare ogni chilo del peso corporeo per 30 ml. Questa è una indicazione di massima, perché l’acqua necessaria al nostro organismo dipende non solo dal peso, ma anche dall’età e dalla quantità di esercizio fisico. La quantità può dunque variare dai 25 ai 40 ml per Kg di peso corporeo. Leggi anche Quanto deve bere un bambino? Perché è importante far bere il bambino, come e cosa fargli bere, ma attenzione a quando beve troppo.

Quando è meglio bere?

Il miglior momento per bere è sicuramente a digiuno o comunque lontano dai pasti.

IDEA MATTUTINA – Bere uno o due bicchieri d’acqua a digiuno aiuta a ripulire il nostro tratto digestivo dalle tossine e, allo stesso tempo, rimette in azione l’organismo.  Un bicchierone d’acqua naturale 15 minuti prima della colazione è un ottimo modo per iniziare la giornata. per riattivare nel contempo l’intestino, preferite acqua tiepida col succo di mezzo limone

 

AI PASTI? – Meglio non bere troppo durante i pasti, per non diluire i succhi gastrici rallentando la digestione. Se il nostro pasta è equilibrato l’apporto di liquidi viene comunque garantito da frutta e verdura ( costituite per l’80-90% da acqua). A volte confondiamo la sensazione della fame e quella della sete –  per essere sicuri che sia fame e non sete, ogni volta che sentite fame bevete un bicchiere d’acqua. Se dopo qualche minuto continuate ad avere fame, allora mangiate qualcosa. Vi sorprenderà il fatto che spesso, dopo aver bevuto, la sensazione di fame scomparirà. 
ACQUA CALDA O FREDDA? – In linea di massima è consigliata acqua tiepida o a temperatura ambiente. Meglio evitare l’acqua fredda che può alterare la temperatura abituale del sistema digestivo, bloccandolo. Se avete un problema digestivo, una bella tazza di acqua calda (ma non bollente) vi rimetterà lo stomaco in sesto.
DI SERA E DI NOTTE? – Sarebbe bene terminare la giornata così come l’abbiano iniziata, con un bicchiere d’acqua. Anzi, di sera meglio ancora una tazza di infuso di erbe tiepido. Nel caso di incontinenza, bambini che soffrono di enuresi, o se vi alzate spesso di notte per fare pipì, meglio evitare di bere almeno 2 ore prima di coricarsi. Non è necessario bere durante la notte: durante il sonno, infatti, l’interazione di tre specifici gruppi di cellule nervose, presenti nell’ipotalamo, previene la disidratazione del nostro organismo.  Un ormone antidiuretico, la vasopressina, controlla nel nostro organismo la ritenzione dei liquidi e grazie alla formazione di urine più concentrate, determina il recupero dei fluidi del corpo.

Perché bere troppo non fa bene

Se bere poco è fortemente sconsigliato, anche bere troppo non è consigliabile.

IL FENOMENO DELL’AQUAHOLISM – Se ci sono persone che fanno fatica a bere 1 o 2 bicchieri di acqua al giorno, esistono anche i cosiddetti “bevitori compulsivi“, che bevono continuamente pensando di migliorare il proprio stato di salute. Secondo gli studi, però, bere troppo può alterare l’equilibrio elettrolitico del corpo e “diluire” eccessivamente il sangue, con conseguenze che vanno dalla predisposizione a malattie cardiovascolari alla morte. L’ossessione da “sorso” può portare a vari disturbi, tra i quali un’eccessiva sudorazione e insonnia. Quando si beve troppa acqua diminuisce la concentrazione di sodio nel sangue, così l’acqua in eccesso viene diretta dal sangue ad altri tessuti. Questa condizione è chiamata  iposodiemia, ed è un disturbo elettrolitico che va a colpire in modo particolare il cervello, che può iniziare a gonfiarsi causando confusione, mal di testa e nausea. Nei casi più gravi il cervello può gonfiarsi moltissimo e portare ad una condizione fatale. 
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2017/08/bere-acqua.jpg?fit=960%2C640https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2017/08/bere-acqua.jpg?resize=150%2C150Serena RocchiBenesserealimentazione,benessere,rimedi naturaliL'idratazione del corpo è molto importante e per questo è indicato bere nelle giuste quantità. L'acqua è un elemento fondamentale della nostra dieta, infatti la sua azione si esplica, oltre che a livello di idratazione corporea, a livello depurativo, per eliminare le scorie metaboliche (prodotte dall'inquinamento, dallo stress, ma anche...