aloeTutti ne parlano come di una pianta miracolosa, vediamo nel dettaglio quali sono le sue proprietà, gli usi, ma anche le sue controindicazioni.

L' aloe è una pianta grassa originaria dell'Africa centrale, ma la troviamo sia nel bacino del Mediterraneo, nei Paesi orientali come l'India, nelle isole dell'Oceano indiano, negli Stati Uniti e nel Messico fino ad arrivare in Venezuela e in Oceania.

Tipi di Aloe

Sotto il nome Aloe sono elencate numerose specie (circa 250) tutte appartenenti al genere Liliaceae. Le tipologie di Aloe maggiormente conosciute e utilizzate, dagli effetti benefici molto simili, sono 2.

Come riconoscerle?

Aloe arborescens

aloe arborescens
ALOE ARBORESCENS – Aloe arborescens ha la foglia più piccola e più seghettata

Aloe vera

Aloe_Vera
ALOE VERA – Aloe vera ha la foglia più grande e carnosa

La storia

L’ aloe vera è nota da millenni per le sue proprietà  medicinali ed è notevole il fatto che gli usi antichi di questa pianta siano gli stessi di oggi, essa infatti era conosciuta e utilizzata da molti popoli, in Occidente come in Oriente, tra cui Egiziani, Assiri, Indiani.

Etimologia del nome

Il nome dell’aloe potrebbe derivare dall’arabo alua, vale a dire amaro, oppure dall’ebraico halat, con lo stesso significato, chiara allusione al suo sapore amaro.

Usi storici

Gli antichi egizi, secondo una tradizione che si è tramandata fino a oggi, erano soliti piantare dell’aloe all’ingresso di una nuova casa, così da potersi assicurare lunga vita e felicità.

Citazioni circa le virtù terapeutiche dell’aloe vera si ritrovano anche nella cultura cinese e pare che anche Nefertiti e Cleopatra usassero la sua polpa sul viso come crema idratante per mantenere la pelle giovane.

In Grecia il suo succo si mescolava alla mirra per disinfettare il cavo orale, e Cristoforo Colombo annotava nei suoi diari come l’estratto di aloe vera fosse una specie di medicina tuttofare per curare i naviganti durante le lunghe traversate oceaniche.

Le proprietà dell’aloe

Le proprietà attribuite all’aloe sono tutte nel gel contenuto all’interno delle sue foglie carnose.

Differenze tra aloe vera e aloe arborescens

  • Per ottenere la stessa quantità di gel d’aloe occorre aprire più foglie di Aloe arborescens, piuttosto che di Aloe vera. Questo favorisce la possibile presenza accidentale di Antrachinoni nel gel.
  • Aloe arborescens è molto più povera d’acqua rispetto all’Aloe vera, pertanto ha una maggior concentrazione di principi attivi, e quindi il suo succo è di qualità superiore.

Principi attivi

  • 20 minerali, inclusi calcio, cromo, ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio, sodio, zinco.
  • 18 amminoacidi sui 20 necessari all’uomo
  • 12 vitamine, incluse A, C, D, E e il gruppo B
  • enzimi, necessari a tutti i processi vitali
  • saccaridi , saponine e steroli vegetali

Proprietà

  • Depurative L’aloe è in grado di disintossicare l’organismo dalle tossine. Non solo, i suoi saccaridi aderiscono alle pareti dell’intestino formando una barriera protettiva che impedisce l’assorbimento di sostanze dannose.
  • Lassative L’aloe è un’alleata del sistema digestivo: stimola la flora batterica e l’eliminazione dei rifiuti, migliorando al contempol’assorbimento delle sostanze nutritive (ma non degli elementi dannosi). Per questo motivo riduce gli effetti collaterali dei farmaci sull’apparato digerente come acidità di stomaco, crampi e stitichezza.
  • Stimola il sistema immunitario. L’aloe contiene acemannano, uno zucchero dalle proprietà antivirali, antinfiammatorie e soprattutto antitumorali: infatti stimola la produzione di macrofagi, globuli bianchi che distruggono le cellule tumorali.
  • Antitumorale. Come abbiamo appena visto l’Aloe è particolarmente efficace nel prevenire differenti tipi di cancro (colon, prostata, seno, polmonni, ovaie e cervello). Non solo, questa pianta è un valido supporto a radioterapia e chemioterapia, in quanto ne limita gli effetti negativi come perdita di capelli, nausea, bruciature.
  • Lenitivo. L’aloe offre un sollievo immediato alle punture di zanzare ed altri insetti, di meduse e perfino di ortica. Il suo potere lenitivo si estende anche alle scottature (sia quelle in cucina sia quelle dovute al troppo sole)
  • Coagulante. L’aloe è in grado di riparare rapidamente tessuti e membrane, perciò viene utilizzata non solo sulle ustioni ma anche su ferite, eczemi e vesciche, per accelerare la guarigione.
  • Cura della pelle. L’aloe ha un’azione dermoprotettiva, idratante ed emolliente. Per questo motivo tale pianta viene abbondantemente utilizzata dall’industria della bellezza in saponi, creme e bagnoschiuma.
  • Cura dei capelli. L’aloe è un eccezionale balsamo in quanto rende i capelli lucidi, e protegge il cuoio capelluto. Inoltre può essere usata contro la forfora e la calvizie.
  • Cura dei Denti. L’aloe è un efficace battericida. Per questo può essere utilizzata all’interno di una corretta igiene dentale: pulisce i canali e contrasta la placca. Inoltre la sua azione coagulante è efficace anche sull’afte, e sulle ferite interne al cavo orale.

Gli studi sull’aloe

Proprietà digestive

Secondo gli studi effettuati dal professor Danhof, noto consulente per i maggiori istituti di ricerca farmacologica del mondo e della Food and Drug Administration americana, sostiene che l’aloe vera grazie al suo contenuto di lattato di magnesio è in grado di essere efficace sotto vari aspetti  nei problemi digestivi, migliora la digestione senza causare diarrea, svolge azione compensatrice nel normalizzare il ph, riduce il contenuto di fermenti e favorisce un maggiore equilibrio dei batteri simbiotici gastrointestinali.

Proprietà cicatrizzanti

Negli articoli pubblicati nel 1937 del 1939 il dottor Crewe riferisce di diversi casi fra cui quello di un uomo che cade in un deposito contenente acqua bollente. Le scottature che subì furono tanto gravi che nello sfilargli pantaloni la pelle, in alcuni punti, venne via insieme al tessuto. Grazie al trattamento con una crema a base di aloe per ustioni rimedi naturali il dolore diminuì rapidamente, non si presentò alcun tipo di infezione e 19 giorni dopo paziente era guarito totalmente poteva riprendere a lavorare.

Secondo il centro di ustioni dell’università Americana di Chicago l’aloe vera è molto più potente della penicillina per la cura della pelle danneggiata da ustione grazie all'azione antinfiammatoria sui tessuti è inoltre considerato un valido ausilio nella guarigione, velocizzando il processo di cicatrizzazione della pelle perché aumenta la produzione dei fibroblasti in maniera superiore alle 6 volte rispetto al normale cosi i tessuti danneggiati vengono riparati velocemente.

Proprietà lenitive per tutti i problemi di pelle

Secondo l’opinione dei dottori Robson e Heggers, gli effetti benefici dell’aloe sulle bruciature sono principalmente dovuti alla sua azione antinfiammatoria quanto più breve è il tempo in cui tessuti rimangono infiammati tanto minori sono le deformazioni che riportano, oltre alla sua qualità antimicrobica che evita le infezioni e alle sue proprietà anticoagulanti che favoriscono la circolazione sanguigna ragione infettata, neutralizzando l’azione della prostaglandine e del tromboxano che generano la vasocostrizione.
In uno studio realizzato negli anni 80 da ricercatori dell'Università di Chicaco,  l’aloe dimostrò di essere molto più efficace della penicillina per la cura di eritemi, prurito e deformazioni causate dalle cicatrici.

Azione sul sistema immunitario

L’acemannano è uno zucchero complesso polisaccaride che costituisce principalmente il gel contenuto all’interno delle foglie mature di aloe vera ne è composto. E’ stato ed è attualmente al centro di numerosi studi da parte della comunità scientifica mondiale, in quanto è stato dimostrato che riesce ad attivare il sistema immunitario degli esseri umani e rafforzare sistema immunitario senza nessun effetto collaterale, stimolando la produzione di macrofagi (globuli bianchi) a distruggere le cellule “cattive” come ad esempio malattie del sistema immunitario come il cancro o HIV.

Proprietà anti-cancro

L’Università di Padova attraverso la sua equipe di ricerca costituito dal direttore del Dipartimento di Microbiologia Giorgio Palù, dall’oncologo pediatra Modesto Carli e da Teresa Pecere, ricercatrice in biologia molecolare, hanno fatto un importante studio sul gel di aloe vera ed ha evidenziato che dalle foglie si può estrarre una molecola chiamata l’aloe-emodina che sottoposta a test di laboratorio  ha manifestato proprietà anticancro altamente selettiva e specifica per alcune tipologie di cancri pediatrici, riuscendo a garantire un livello molto basso di tossicità.

Controindicazioni

L’aloe contiene Antrachinoni: fitonutrienti con proprietà antimicrobiotiche e antidolorifiche. Inoltre gli antrachinoni favoriscono l’assimilazione a livello intestinale, e fungono da lassativi. Proprio per il timore che possano indurre diarrea e dolori addominali, il limite degli Antrachinoni è fissato per legge a 50 ppm (ppm = parti per milione)

Per via esterna non esistono controindicazioni gravi, a parte la sensibilità soggettiva ai suoi componenti.

Occorre prestare più attenzione nel caso di assunzione di aloe per via interna: un sovra-dosaggio può portare a disidratazione, spasmi allo stomaco e crampi intestinali. Pertanto è sconsigliato un utilizzo a lungo termine, è preferibile fare dei cicli di trattamento.

L'aloe non deve essere utilizzata da bambini al di sotto dei 12 anni e da donne in gravidanza e allattamento, ma anche durante il ciclo mestruale. Inoltre l'aloe può interagire con farmaci diuretici, digitalici, antiaritmici e cortisonici.

Come assumere l’aloe

Sono moltissimi i prodotti a base di aloe, scopriamone alcuni e come utilizzarli al meglio:

Succo di aloe

Indicato a chi soffre di disturbi all’apparato digerente e vuole ripristinare naturalmente la flora batterica, a chi vuole depurare l’organismo e a chi vuole rimettersi in forma dopo cure antibiotiche.
1 cucchiaio di succo di Aloe prima dei due pasti principali 2 volte al giorno, puro o diluito in acqua o succo di frutta.

Gel di aloe

Ideale per proteggere, riparare, idratare e lenire anche la pelle più sensibile, arrossata e scottata, favorendo il ripristino delle sue condizioni ottimali. Il gel di aloe si può usare:

  • Come dopo-sole
  • Punture di insetti
  • Infiammazioni alle gengive
  • Irritazioni da fonti di calore
  • Irritazioni da depilazione o rasatura
  • Mani screpolate da freddo o da lavori pesanti
  • Arrossamenti da sudore o da contatto
  • Irritazioni da pannolini
  • Piedi secchi o disidratati

Cuscino con aloe

Per dormire il salute esiste il cuscino con micro-capsule, applicate al tessuto, contenenti l’essenza dell’Aloe Vera: il contatto con la pelle rilascia delle sostanze benefiche che sono assorbite dal corpo umano andando ad influenzare positivamente alcune funzioni importanti come il sonno, il risveglio, l’attenzione, le capacita’ di memoria, svolgendo un’azione lenitiva e idratante sull’epidermide.

 

Hai una pianta di aloe in casa? Ecco come utilizzarla!

Aloe-Vera-oilPer prima cosa  verifichiamo che la nostra pianta non sia ammalata o contaminata da pasticidi o sostanze chimiche. Se siamo sicuri di poterla utilizzare ecco alcuni suggerimenti:

Direttamente dalla pianta

Per qualsiasi problema alla pelle è possibile utilizzare il gel direttamente dalla pianta. Tagliarne un pezzettino e strofinare sulla parte interessata.

Succo fai da te

Cogli una foglia di aloe e lavala accuratamente sotto l’acqua corrente. Aprila tagliando con un coltello per la parte lunga della foglia. La foglia svelerà al suo interno una gran quantità di gel: toglilo aiutandoti un cucchiaio e metti nel frullatore. Unisci frutta a piacere (mela, banana, pera…) e frulla tutto insieme. Ottimo per iniziare la giornata.

La ricetta di Padre Romano Zago

– Mezzo chilo di miele d’api.
– 45 gr. all’ incirca 6 cucchiai di distillato che può essere Grappa o Cognac a scelta.
– 350 gr. di gel di foglie mature (almeno 5 anni) della pianta Aloe Arborescens.

Frullare insieme tutti gli ingredienti e bere il succo ottenuto circa mezzora prima dei pasti (si può conservare in frigorifero)

 

Libri consigliati
Aloe non è una medicina, eppur... guarisce
Testo originale di Padre Zago
La Vera Aloe. Il segreto del benessere
L'uso corretto della Pianta Medicinale più utilizzata dall'uomo nei secoli
Prodotti utili
Aloe Arborescens
Pianta di 3 anni
Succo Vera Aloe
1000 ml
https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/aloe1.jpg?fit=1024%2C687https://i2.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/aloe1.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGli indispensabilirimedi naturaliTutti ne parlano come di una pianta miracolosa, vediamo nel dettaglio quali sono le sue proprietà, gli usi, ma anche le sue controindicazioni. L' aloe è una pianta grassa originaria dell'Africa centrale, ma la troviamo sia nel bacino del Mediterraneo, nei Paesi orientali come l'India, nelle isole dell'Oceano indiano, negli Stati Uniti...