allergiaLa reazione allergica può essere definita una reazione difensiva anticorpale del nostro organismo

  • alterata,
  • esagerata,
  • inappropriata,
  • dannosa,

scatenata dal sistema immunitario verso sostanze, dette allergeni,  normalmente presenti nell’ambiente e che per la maggior parte dei soggetti sani sono completamente innocue.

Cause dell’allergia

Le cause dell’allergia sono molteplici quali:

  • predisposizione genetica ( Atopia),
  • fattori ereditari ed ambientali,
  • inquinamento, cibi raffinati,
  • vasta gamma di sostanze dette allergeni.

Gli allergeni

Gli allergeni possono essere ricondotti  a 4 gruppi fondamentali:

  • I pollini: I più comuni e noti sono i pollini delle piante e delle erbe presenti nell’aria da metà gennaio a fine settembre. I pollini che possono determinare allergia sono quelli che sfruttano il vento per fecondare altre piante.
  • I cosiddetti acari della polvere: potenti allergeni che causano l’asma. Si adattano molto bene alla vita nelle nostre case, dimorando essenzialmente nel letto e si nutre delle scaglie di pelle umana perse con la fisiologica desquamazione.
  • I derivati epiteliali degli animali.
  • Le muffe.
Gli allergeni entrano in contatto con l’organismo soprattutto attraverso l’aria respirata

Come si sviluppa l’allergia

In un soggetto predisposto  l’allergia si sviluppa in tre tappe :

  1. Sensibilizzazione: tappa fondamentale per lo sviluppo delle allergie e si ha quando l’allergene entra in contatto per la prima volta con l’organismo Questa prima fase è silente dunque l’individuo non si accorge di niente .
  2. Reazione allergica : in seguito alla fase di sensibilizzazione, quando la sostanza estranea penetra di nuovo nell’organismo, viene riconosciuta dalle IgE che provocano la liberazione di piccole vescicole che contengono  istamina e numerose sostanze chimiche attive. L’informazione di questo secondo contatto viene estesa all’organismo, creando una amplificazione del fenomeno.
  3. Cronicizzazione: avviene, se questa reazione si ripete più e più volte se non c’è interruzione, all’infiammazione immediata può seguire un’infiammazione cronica del tessuto coinvolto, naso, trachea o bronchi. Da qui le manifestazioni cliniche croniche, la rinite cronica o l’asma.

Come si manifesta l’allergia

La reazione allergica si manifesta soltanto in soggetti sensibili a particolari molecole che determinano la liberazione massiccia di istamina a livello dei vari organi bersaglio dove indurranno la fastidiosa sintomatologia.

  • Pelle : prurito, gonfiori, arrossamenti, ponfi
  • Occhi: prurito, arrossamento, gonfiore, lacrimazione, fastidio alla luce
  • Prime vie aeree : starnuti ripetuti, secrezioni acquose nasali, naso chiuso, prurito
  • Apparato gastro intestinale: stomatite, dolori addominali, vomito e diarrea
  • Sintomi frequenti in tutti la stanchezza e l’irritabilità
Tutti i sintomi possono presentarsi singolarmente o variamente associati. La reazione allergica può manifestarsi con diversi gradi di sintomatologia e  pericolosità

Almeno dal dieci al quindici per cento della popolazione italiana è colpita da fenomeni allergici e si calcola che nel nostro Paese circa sette milioni di persone soffrano di questo fastidiosissimo disturbo. L’allergia può interessare tutte  le persone a qualsiasi età e senza  differenze di sesso.

Come  possiamo intervenire

La prevenzione

L’intervento si può effettuare in due fasi successive: la prima in prevenzione, infatti non potendo impedire al soggetto allergico il contatto con l’allergene, prezioso si rivela l’intervento che consente di effettuare un programma personalizzato di desensibilizzazione al fine di indurre un miglioramento delle manifestazioni allergiche.

Una strada percorribile appare quella di intervenire sul Sistema Immunitario,  attraverso un’induzione controllata della tolleranza verso gli allergeni. Le medicine naturali, ci vengono in aiuto per poter effettuare un programma valido di prevenzione cercando di abbassare i livelli di reattività fisiologica nei confronti degli allergeni.

Si effettua dunque un buon drenaggio, una desensibilizzazione aspecifica che mira a ridurre la liberazione di istamina al fine di modulare la reazione allergica per poi effettuare un intervento di desensibilizzazione su ogni allargene o su un mix di allergeni per cercare di ridurre i sintomi.

I rimedi naturali

 In seconda fase si agisce sui sintomi e, tra  i prodotti naturali  che possono essere utilizzati,  ne ricordo alcuni:

  • Ribes Nigrum M.G : ottimo prodotto ad azione simil-cortisonica utilizzabile per la terapia in generale.
  • Fagus sylvatica G : frena la degradazione mastocitaria e quindi liberazione di istamina.
  • Carpinus betulus G. per rinite acuta.
  • Viburnum lantana G. per asma bronchiale.
  • Ulmus campestris G. per eczema atopico.

Non è facile prevedere come si svilupperà un’allergia. L’intensità della reazione allergica può variare nel corso della vita ma è ben chiaro a chi ne soffre che è meglio cercare di arginare e ridurre la sintomatologia ringraziando la natura che ce ne offre l’opportunità .

https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/allergia.jpg?fit=426%2C292https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/04/allergia.jpg?resize=150%2C150Viviana VaccaroNaturopatianaturopatia,psicosomatica,rimedi naturaliLa reazione allergica può essere definita una reazione difensiva anticorpale del nostro organismo alterata, esagerata, inappropriata, dannosa, scatenata dal sistema immunitario verso sostanze, dette allergeni,  normalmente presenti nell’ambiente e che per la maggior parte dei soggetti sani sono completamente innocue. Cause dell'allergia Le cause dell’allergia sono molteplici quali: predisposizione genetica ( Atopia), fattori ereditari ed ambientali, inquinamento, cibi raffinati, vasta...