L’acido folico (folacina) è una vitamina del gruppo B, in particolare si chiama vitamina B9.

Famoso per essere una delle vitamine più importanti da integrare per avere bambini sani e per prevenire la spina bifida, forse si sa meno che svolge un ruolo importante anche per aumentare la fertilità e quindi per aumentare le probabilità di fecondazione.

Scopriamo cos’è l’acido folico e come garantire il giusto apporto nella nostra dieta, attraverso l’alimentazione o l’integrazione alimentare.

Acido folico o vitamina B9, cos’è e quale ruolo ha nell’organismo

L’acido folico, detto anche folacina, acido pteroil(mono) glutammico è la vitamina B9 (o vitamina M).

pianta foglia
CURIOSITÀ – Il nome “folico” deriva dal latino “folium”, ovvero “foglia”: l’acido folico si trova infatti in abbondanza nelle verdure a foglia verde come spinaci, broccoli, asparagi, lattuga.

Si sa che l’acido folico svolge un ruolo importantissimo nell’organismo, anche se al momento non sono completamente chiari tutti i risvolti della sua azione. Sappiamo che l’acido folico è fondamentale per tutte le reazioni di sintesi, riparazione e metilazione del DNA, per il metabolismo dell’omocisteina e di altre importanti reazioni biochimiche, specialmente quando sono implicati intensi periodi di divisione cellulare in caso di crescita rapida.

mamma e bimba
RUOLO DELL’ACIDO FOLICO – La vitamina B9 ha un ruolo cruciale per la sintesi del DNA e delle proteine e per la formazione dell’emoglobina ed è particolarmente importante per i tessuti che vanno incontro a processi di proliferazione e differenziazione, come i tessuti embrionali. Sia i bambini sia gli adulti necessitano di acido folico per produrre normalmente i globuli rossi e prevenire forme di anemia.

Gli effetti della carenza di acido folico o vitamina B9

Sappiamo che una dieta ricca di acido folico è fondamentale per avere figli sani:  tutte le future mamme dovrebbero assumere acido folico già nelle prime fasi della gravidanza o, meglio, fin dal momento un cui decidono di mettere in cantiere un figlio.

Ma non solo, l’acido folico interviene in molti processi corporei e in ogni fase della vita ne andrebbe assicurata una giusta proporzione nell’alimentazione.

gravidanza (1)
CARENZA DI ACIDO FOLICO IN GRAVIDANZA – La carenza di acido folico nelle prime fasi della gravidanza aumenta il rischio di malformazione del feto, soprattutto per quanto riguarda difetti del tubo neurale associati a spina bifida o anencefalia. Ma non solo: una carenza di acido folico può dare luogo ad altri esiti avversi, per esempio un ritardo di crescita intrauterina, parto prematuro o lesioni placentari. la carenza di vitamina B9 è spesso associata a carenze di altri elementi, come zinco e vitamina B12, che sono, a loro volta, ulteriori fattori di rischio teratogeno.

 

CARENZA DI ACIDO FOLICO ED EFFETTI SULL’ORGANISMO – In generale la carenza di acido folico può manifestarsi con anemia megaloblastica.  La carenza di acido folico potrebbe essere causata da scarso apporto di folati con la dieta, ma anche da assunzione di alcuni farmaci (per esempio barbiturici, estroprogestinici), da un elevato consumo di alcol, dal diabete mellito insulino-dipendente, dalla celiachia, o da alcune specifiche varianti di geni coinvolti nel metabolismo dei folati (metilene-tetraidrofolato-reduttasi, recettore dei folati).

Acido folico e fertilità

Secondo le ultime ricerche, l’acido folico potrebbe avere un ruolo di mediatore degli ormoni femminili, con un esito alquanto positivo sulla fertilità.

fertilità amore pancione gravidanza
LO STUDIO SU ACIDO FOLICO E FERTILITÀ – Uno studio danese pubblicato sull’European Journal of Clinical Nutrition, che ha interessato circa 4000 donne, ha mostrato un aumento del 15% della probabilità di restare incinta, con un effetto particolarmente evidente nelle donne con cicli irregolari (in questo caso il tasso di fecondazione cresce del 35%), nelle donne con cicli brevi (tasso di fecondazione aumentato di più del 35%) o molto lunghi (tasso di fecondazione aumentato del 24%).

Come assumere acido folico

Soprattutto in gravidanza è difficile soddisfare con la sola alimentazione il fabbisogno minimo di acido folico, per questo gli esperti raccomandano di agire su diversi fronti:

  • una dieta ricca di folati.
  • utilizzo di alimenti fortificati in acido folico.
  • assunzione quotidiana di integratori di acido folico.
acido folico cibi
I CIBI PIÙ RICCHI DI ACIDO FOLICO – L’acido folico si trova in abbondanza in alcuni alimenti come le verdure a foglia verde (spinaci, broccoli, asparagi, lattuga), nei legumi, nei cereali integrali e nelle frattaglie, come reni e fegato. L’acido folico è scarso in latte e latticini e nella frutta. La frutta che ne contiene di più è limone, kiwi e fragola e arancia. L’acido folico è sensibile al calore e si può perdere anche più del 50% durante la cottura.

 

cereali
CIBI FORTIFICATI – Nel 1998 gli Stati Uniti hanno deciso di intervenire sulle farine, inserendo 140 microgrammi di acido folico ogni 100 grammi di cereali, da allora l’incidenza di spina bifida è diminuita del 23 per cento mentre in Gran Bretagna, dove non si è fatta questa scelta, il numero di bambini malati non è cambiato. Assumere supplementi di acido folico per evitare difetti nel feto è una raccomandazione nota, ma molte donne la disattendono o non cominciano abbastanza presto: per questo i cibi fortificati potrebbero essere un valido aiuto.

 

capsule opercoli integratori medicine
INTEGRATORI DI ACIDO FOLICO – Secondo i dati più aggiornati una integrazione di acido folico è in grado di prevenire dal 50 al 70 per cento di alcuni tipi di malformazioni. Per essere efficace, l’assunzione di acido folico dovrebbe essere attuata da tutte le donne in età fertile, infatti il tubo neurale dell’embrione si chiude entro 30 giorni dal concepimento, quando la donna spesso non sa ancora di essere incinta. L’integrazione di acido folico per essere efficace dovrebbe avvenire regolarmente almeno 1 mese prima del concepimento e continuare minimo per i primi tre mesi di gravidanza. La dose raccomandata in gravidanza è di 0,4 mg di acido folico al giorno, ma, secondo uno studio pubblicato su The Lancet nel 2001, un aumento di questa dose fino a 5 mg al giorno avrebbe effetti ancora più incisivi nella riduzione del rischio di malformazioni fetali.
Prodotti utili
Acido folico
Integratore alimentare di acido folico, indicato in particolare durante la gravidanza
Folic 400 Mcg
Salute materna
Succo di mela chiodata
Integratore alimentare di Ferro, Vitamina B12 e Acido Folico utile nei casi di diminuito apporto o aumentato fabbisogno di tali nutrienti
Acido folico 250 compresse, anche per vegani
400 mcg per compressa
https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/04/acido-folico.jpg?fit=954%2C584https://i0.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2016/04/acido-folico.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleGravidanza e pueperiogravidanza,naturopatia,rimedi naturaliL'acido folico (folacina) è una vitamina del gruppo B, in particolare si chiama vitamina B9. Famoso per essere una delle vitamine più importanti da integrare per avere bambini sani e per prevenire la spina bifida, forse si sa meno che svolge un ruolo importante anche per aumentare la fertilità e quindi per...