Io non mi arrabbio, non sono bravo ad esprimere l’ira. È uno dei problemi che ho. Interiorizzo, invece; mi allevo un tumore”. Woody Allen, “Manhattan”

La rabbia è un’emozione primitiva, ovvero la si può osservare sia in bambini molto piccoli che in specie animali diverse dell’uomo.

Ci si può arrabbiare per molti motivi, ma fondamentalmente la rabbia può essere vista come una reazione alla frustrazione.

Possiamo arrabbiarci contro un oggetto o una persona che ci provoca la frustrazione o con un altro oggetto o persona sostitutivi quando non abbiamo il coraggio di affrontare la reale causa del nostro malessere, ma ci concentriamo su un obiettivo meno temibile o più facilmente raggiungibile: il cosiddetto capro espiatorio.

Oppure prendercela con noi stessi, autopunirci, colpevolizzarci, criticarci perché non troviamo altro su cui orientare il nostro scontento.

anger-18615_640
La rabbia è un’emozione che, se repressa, provoca mal di testa, nausea, cattiva digestione, pesantezza muscolare.

Dopo una forte arrabbiatura, ecco 5 modi per prenderci cura di noi stessi:

1) OCCHI IN PRIMO PIANO

La rabbia può scatenare attacchi di pianto, che servono a sfogarsi. Contro gli occhi arrossati o che bruciano interveniamo con un vecchio rimedio casalingo: prepariamo una tisana con fiori di camomilla, mettendo un cucchiaio di fiori sfusi o una bustina in infusione in una tazza di acqua bollente per 5 minuti. Filtriamo e lasciamo intiepidire, poi immergiamo dei dischetti di cotone (quelli che si usano per struccarsi) e applichiamo sugli occhi per 10 minuti. L’azione è rinfrescante e lenitiva.

camomilla
IMPACCHI DI CAMOMILLA, CONTRO GLI OCCHI ARROSSATI – Imbibire dei dischetti di cotone con infuso di camomilla e applicare sugli occhi per 10 minuti. L’azione è rinfrescante e lenitiva.

 

2) RILASSAMENTO MUSCOLARE

La rabbia repressa viene somatizzata con dolori e problemi muscolari. Aiutiamoci con un supplemento di magnesio, che aiuta il rilassamento muscolare e con impacchi di acqua calda sulla parte dolorante: prendiamo un asciugamano e immergiamolo in acqua a 60 gradi, strizziamo bene e applichiamo.

spugne salviette spa
CON APPLICAZIONI DI ACQUA CALDA RILASSIAMO I MUSCOLI – Prendiamo un asciugamano e immergiamolo in acqua a 60 gradi, strizziamo bene e applichiamo sulle zone doloranti.

 

3) STOMACO OK

Quando ci arrabbiamo la prima parte del corpo a soffrire è lo stomaco, che ci parla attraverso una forte acidità o difficoltà digestive. In questo caso arriva in nostro soccorso il limone: grattugia la scorza di un limone biologico e fallo bollire per 10 minuti in acqua. Bevi l’infuso tiepido al bisogno.

limone in acqua
UN SASSO NELLO STOMACO? COL LIMONE SE NE VA – Unite una fettina di scorza di limone all’acqua del pasto, la digestione ne trarrà enorme beneficio.

 

4) CONTRO LA PESANTEZZA ALLA NUCA 

Prendiamo una calza di spugna e riempiamola di sale grosso. Chiudiamo con un nodo e mettiamo in forno o sul termosifone a 50-60 gradi per mezzora. Applichiamo la calza calda sulla nuca e le spalle, per alleviare dolore, contrattura e senso di stanchezza.

sale himalaya
IL SALE GROSSO PER DEGLI IMPACCI RIGENERANTI – Prendete del sale grosso marino integrale e mettetelo in una calza di spugna (oppure cucite un sacchettino di cotone) scaldatela nel forno e applicatela sui reni e poi sulla cervicale. Il sale toglie la contrattura e vi fa rilassare.

5) PER UNA GOLA AL TOP

Urlare è un buon modo per sfogare l’arrabbiatura, ma poi la gola ne risente. Raccogliete un rametto di salvia, oppure usate un cucchiaio di salvia essiccata, facendola bollire per 10 minuti in 100 ml di acqua. Filtrate e fate dei gargarismi.

erisimo erba dei cantanti
L’ERBA DEI CANTANTI CONTRO I FASTIDI ALLA GOLA – L’erisimo (Sisymbrium officinale) è noto anche come “erba dei cantanti”, per la sua capacità di regalare il benessere alle prime vie respiratorie, ma anche per la sua efficace azione antispastica, depurativa e disintossicante per la zona epatica. Infuso di erisimo: 10 gr. di foglie fresche in 250 ml d’acqua bollente per 6-8 minuti, 2 tazze al giorno. Sciroppo di erisimo: 30 g di foglie e fiori in un litro d’acqua, portare a bollore per 2o minuti, aggiungere miele e cuocere a bagnomaria finché non si ottiene uno sciroppo.
Libri consigliati
Il gioco delle emozioni
Che rabbia! Come controllarla prima che lei controlli te
Prodotti utili
Fiori di camomilla
Salvia essiccata al sole bio

https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/anger-18615_640.jpg?fit=427%2C311https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/anger-18615_640.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleRimedi naturalinaturopatia,psicologia,rimedi naturaliIo non mi arrabbio, non sono bravo ad esprimere l’ira. È uno dei problemi che ho. Interiorizzo, invece; mi allevo un tumore'. Woody Allen, 'Manhattan' La rabbia è un'emozione primitiva, ovvero la si può osservare sia in bambini molto piccoli che in specie animali diverse dell'uomo. Ci si può arrabbiare per...