eat-208672_640

Sempre più persone rinunciano a mangiare la carne e altri derivati animali.

Le motivazioni sono diverse: c’è chi lo fa per questioni di salute e chi invece lo fa per una maggior ricchezza (sia del palato, sia economica). C’è chi lo fa per motivi ecologici, tentando in questo modo di contrastare lo spreco e difendere le risorse naturali presenti sul nostro pianeta. E ci sono coloro che hanno preso questa decisione per compassione verso gli animali.

Ma perché scegliere la dieta vegetariana o vegana?

10 motivi per diventare vegetariani

1. La salute

Ormai sono numerosi gli studi che confermano che consumare carne in quantità eccessive è dannoso per la nostra salute, e non assolutamente una necessità per l’essere umano, come invece si credeva.

“Il nostro organismo, come quello delle scimmie, è programmato proprio per il consumo di frutta, verdura e legumi. Una dieta priva di carne non ci indebolirebbe certamente: pensiamo alla potenza fisica del gorilla. E pensiamo al neonato, che nei primi mesi quadruplica il suo peso nutrendosi solo di latte. Non solo una dieta di frutta e verdura ci farebbe bene, ma servirebbe proprio a tenere lontane le malattie.”  Umberto Veronesi

yoga o
Uno studio, condotto dal National Center for Global health and Medicine di Tokyo e pubblicato sull’European Journal of Clinical Nutrition, conferma che mangiare verdura in abbondanza aiuta a prevenire la depressione. Lo studio ha confrontato lo stile di alimentazione di circa 500 persone, confermando che chi seguiva un’alimentazione principalmente vegetariana soffriva meno di depressione. Per i pazienti vegetariani il rischio di avere bruschi crolli di umore è risultato dimezzato rispetto a chi seguiva un’almentazione a base di grassi animali, carne e latticini.

2. La perdita di peso

Sempre più persone adottano l’alimentazione vegetariana o vegana anche per raggiungere il proprio peso forma. Questo non è del tutto esatto perché non si tratta di una dieta dimagrante, tutto sta sempre nella scelta degli alimenti che consumiamo e dal tipo di grassi che scegliamo.

dieta anoressia bilancia
Un’alimentazione vegetariana o vegana equilibrata e composta nelle giuste quantità da frutta e verdura fresca, cereali, legumi, frutta secca e (nel caso dei vegetariani) latticini e uova, non fa ingrassare o dimagrire in modo eccessivo, semplicemente si raggiunge il peso forma.

3. Sicurezza

Oggi, in alcuni allevamenti, agli animali vengono dati grandi quantità di vari medicinali per una maggiore produzione. Spesso infatti vengono dati loro ormoni perché crescano più velocemente, e antibiotici per proteggerli da epidemie o malattie che potrebbero contrarre attraverso ferite e abrasioni. E proprio perché gli animali ricevono così alte dosi di antibiotici, i batteri hanno sviluppato un meccanismo di resistenza.

carne tacchino
Ormoni, antibiotici e batteri restano nella carne, e inevitabilmente finiscono per arrivare al consumatore di bistecche. E’ necessario quindi informarsi almeno sulla provenienza della carne e cercare il più possibile di comprare prodotti di origine animale da contadini o negozi biologici.

 

4. Nuovi sapori

L’essere umano è diventato così abituato alla carne che la sola idea di escluderla dalla propria dieta sembra un’enorme perdita. E’ qualcosa che si trova facilmente, è veloce da preparare e soprattutto è rassicurante. Ma escludere la carne è davvero una perdita così grande?

Quasi tutti i vegetariani e vegani dichiarano che rinunciare alla carne fornisce in realtà un’opportunità di scoprire davvero il mondo vegetale, c’è infatti una vastissima scelta di alimenti che ogni giorno ignoriamo per raggiungere il banco della carne al supermercato:

  • cereali come l’orzo, il farro, la quinoa
  • legumi come la soia, i diversi tipi di fagioli, le lenticchie
  • verdure fresche di stagione che invece di diventare il solito contorno possono arricchire di sapore tutti i nostri piatti.
tofu
E’ possibile sostituire la carne con seitan, tofu e tempeh già speziati o naturali, con cui si possono preparare cotolette vegetali, ragù e tanti piatti diversi in cui solitamente avremmo utilizzato derivati animali.

5. Risparmio

Contrariamente a quanto si dice, essere vegetariani o vegan costa meno che mangiare carne. Questa diceria infatti si basa unicamente sui prezzi di tofu e altri prodotti simili, non considerando che una dieta vegetariana o vegan si basa principalmente sul consumo di frutta, verdura, cereali, legumi e (nel caso dei vegetariani) pochi derivati animali. I prodotti “già pronti” sono consigliati poche volte alla settimana, e ciò non renderebbe comunque la dieta a base vegetale più costosa di quella onnivora.

E’ vero però che appena si diventa vegan o vegetariani all’inizio si tende a spendere di più, ma questo succede durante la transizione ad ogni tipo di dieta.

verdure
Una dieta vegetariana o vegan si basa principalmente sul consumo di frutta, verdura, cereali, legumi e (nel caso dei vegetariani) pochi derivati animali. La dieta a base vegetale non costa più di quella onnivora, anzi.

6. Fame nel mondo

Ogni anno muoiono tra i 40 e i 60 milioni di persone per denutrizione e malattie ad essa collegata; e spesso si dice che “Prima degli animali, c’è la fame nel mondo”. Su questo siamo tutti d’accordo, ma la soluzione più accessibile per risolvere questa situazione, secondo vegetariani e vegani, sta proprio in una dieta senza carne.

campo grano
Se le produzioni agricole si concentrassero sui cereali e la soia per l’alimentazione delle persone, anziché per gli animali negli allevamenti (a cui viene dato molto più cibo di quello che servirebbe in natura), si potrebbero nutrire oltre un miliardo di persone, ben più di quelle che muoiono ogni anno per fame.

7. Acqua

Nella produzione di carne serve acqua per produrre il mangime (per es. cereali) per gli animali, per pulirli, per pulire l’allevamento e ovviamente dissetarli.

Sapendo che una vacca da latte beve circa 200 lt di acqua al giorno, che un cavallo beve 50lt e che un maiale beve 20lt, possiamo facilmente immaginare la quantità d’acqua utilizzata.

Newsweek (rivista statunitense) ha calcolato che per produrre solo 5 kg di carne bovina serve tanta acqua quanta ne consuma una famiglia in un anno. Cereali, soia e verdure richiedono una quantità d’acqua molto minore.

acqua
Per produrre 1 kg di carne serve una quantità d’acqua 15 volte maggiore di quella che utilizzeremmo per 1 kg di verdura.

8. Ambiente

Il riscaldamento globale è un argomento scottante ormai da anni, in quanto causa effetti dannosi per il pianeta quali variazioni climatiche violente (ondate di gelo, siccità, alluvioni…) e scioglimento dei ghiacciai, con il conseguente innalzamento dei livelli dei mari. Uno dei principali responsabili del riscaldamento globale è l’anidride carbonica (CO2) che provoca una crescente concentrazione di gas serra.

ecologia
Mangiare carne incide sull’inquinamento più che l’utilizzo quotidiano dell’automobile: la carne è responsabile per il 18% dell’effetto serra, mentre l’auto lo è per il 13%. Utilizzare meno l’automobile, comprare elettrodomestici a basso consumo, e non usufruire troppo del riscaldamento nelle abitazioni sono buone soluzioni; ma lo è anche mangiare meno carne (o non mangiarla per niente).

9. Etica

Oggi nel mondo i vegani e vegetariani aumentano ogni giorno. La maggior parte di chi sceglie questa alimentazione fa una scelta etica, motivata dal rispetto e l’amore verso gli animali e con il desiderio che, un giorno, il loro sfruttamento finisca.

mucca vitello
Questa è una motivazione che  non riguarda esclusivamente la carne: sempre più persone decidono di cambiare qualche cosa nella propria vita, per il benessere degli animali.  Pensiamo alle petizioni contro la vivisezione o contro le pellicce, che vengono appoggiate anche da chi consuma carne, perché considerate “crudeltà rinunciabili”.

10. Per te

La scelta di mangiare (o non mangiare) carne deve essere una scelta personale. Nessuno può convincerti a diventare vegetariano o vegano, ma è bene conoscere le motivazioni che sono alla base delle scelta di chi non mangia carne.

frutta e verdura
Ciò che mangi ha una grande influenza sulla tua persona, non solo in senso salutistico, ma anche mentale.
avena
Scopri la selezione di proteine per vegani – 35% di sconto codice sconto VEG35IT
Libri consigliati
Che cosa significa oggettivamente il mangiare vegetali o carne
Scegli vegetariano
L’alimentazione adatta per la salute del corpo e il rispetto dell’ambiente in cui viviamo
Svezzamento in allegria: Consigli, ricette e strategie per uno svezzamento semplice e naturale
di Serena Rocchi
La vita inizia da vegano
In tre mesi risolti i problemi di oltre 30 anni
Figli vegetariani
Come allevare i figli dall'infanzia all'adolescenza con la dieta vegetariana e vegana
VegPyramid Junior
La dieta vegetariana per i bambini e gli adolescenti
Prodotti utili
Affettato vegetariano
Muscolo di grano
Maionese vegana
https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/eat-208672_640.jpg?fit=640%2C480https://i1.wp.com/blog.bimbonaturale.org/wp-content/uploads/2015/03/eat-208672_640.jpg?resize=150%2C150Redazione BimbonaturaleAlimentazioneSlideralimentazione,antroposofia,vegetarianesimoSempre più persone rinunciano a mangiare la carne e altri derivati animali. Le motivazioni sono diverse: c'è chi lo fa per questioni di salute e chi invece lo fa per una maggior ricchezza (sia del palato, sia economica). C'è chi lo fa per motivi ecologici, tentando in questo modo di contrastare...